Le Termopili dei miliziani Isis

| Gli ultimi soldati del Califfo Al-Baghdadi stretti in una morsa, circondati da soldati Usa e Peshmerga. Tra loro centinaia di combattenti provenienti dall'Europa chiusi nella roccaforte

+ Miei preferiti
Combatterrano fino alla morte. Gli ultimi miliaziani, meno di mille, riestono da giorni nell'ultima raccaforte dove si sono asseragliati, incalzati dall forse Usa e dai peshmerga curdi. Lo fanno perchè sanno che, in caso di resa, molti di loro verrebbero estradati dai Paesi da cui provengono: turchia, Yemen, Golfo Arabo ma anche Inghilterra, Francia, Belgio, Canada e forse anche Usa. Feroci combattimenti sono in corso in un fazzoletto di terra di 4 kmq nella provincia orientale di Dayr az Zor. Lo riferisce l'Osservatorio siriano per i diritti umani (Ondus). "La battaglia è in corso, il terreno è frastagliato di mine", ha riferito il direttore Rami Abdel Rahman. Le forze filo-Usa a guida curda delle Sdf hanno lanciato ieri l'assalto finale alle ultime postazioni jihadiste. Sarebbero almeno 600 i miliziani dell'Isis asserragliati, in gran parte stranieri. Per preservare le vite dei militari, l'offensiva ha subito un rallentamento in attesa del crollo finale della resistenza. Con questa operazione si chiude la parabola nera del Califfato id Al-Baghdadi in Siria ma la situazione è tutt'altro che pacificata. L'opposizione ad Assad minaccia di prlungare la guerra civile che dilania la Siria da decenni.

Medio Oriente
Iran, eseguite 277 condanne a morte
Iran, eseguite 277 condanne a morte
Nel 2018 un calo rispetto al 2017 grazie alla riforma della legge sul traffico di droga che ha mitigato le pene, con 13 impiccati in pubblico. Torture, mutilazioni e frustate ancora praticate
La spia che tradito gli Usa per l'Iran
La spia che tradito gli Usa per l
Monica Witt, ex agente dell controspionaggio militare Usa ha trasmesso all'Iran dossier su colleghi e informazioni top secret. Ora è a Teheran, convertito all'Islam, Il mistero del suo contatto, "Individual A"
Onu: omicidio Khashoggi pianificato
Onu: omicidio Khashoggi pianificato
Un'intercettazione di un anno fa rivela le minacce del principe ereditario al giornalista, mentre l'Onu accusa i sauditi di avere pianificato il delitto e "ostacolato" le indagini
Loujain Alhathloul, l’attivista che non piace a Rhyad
Loujain Alhathloul, l’attivista che non piace a Rhyad
La giovane, che si è battuta perché le donne saudite potessero votare e guidare, dallo scorso anno è rinchiusa in carcere e regolarmente torturata. A denunciare le condizioni ormai precarie della giovane è stato il fratello Walid
Colf filippina giustiziata in Arabia Saudita
Colf filippina giustiziata in Arabia Saudita
Confermata dalle autorità, l’esecuzione è giunta dopo un processo con condanna per omicidio. Diversi i casi di violenze e ingiustizia di cui sono vittime le colf, compresa la compra-vendita di personale straniero con annunci pubblici
Israele attacca l'iraniana Force Qods
Israele attacca l
Dopo le dichiarazioni di Teheran decisa a "distruggere Israele". Appello di Damasco: "Non reagite, ci stiamo difendendo". Missile iraniano contro località sciistica
Hamas toglie assedio ai carabinieri
Hamas toglie assedio ai carabinieri
Credevano fossero israeliani delle forze speciali, i militari italiani della sezione scorte non si erano fermati a un posto di blocco e si erano rifugiati in una sede Onu, bloccata per ore. Equivoco chiarito. Un'inchiesta
Siria, 15 bambini morti di freddo e fame
Siria, 15 bambini morti di freddo e fame
L'emergenza umanitaria nelle zone di guerra e dei profughi cade nell'indifferenza globale. L'Unicef denuncia e chiede un corridoio per portare soccorsi a Rukban, al confine con la Giordania
"Se fai la spia per l'Iran sarai libera"
"Se fai la spia per l
Nazanin Zaghari-Ratcliffe, 40 anni, madre di una bimba di 4, è in carcere dal 2016 per spionaggio. Non sta bene e chiede l'aiuto di medici specialisti. il marito denuncia: "Le hanno proposto di spiare il Regno Unito"
"Felicissimi di dare asilo a Rahaf""
"Felicissimi di dare asilo a Rahaf""
Le autorità canadesi hanno deciso di accogliere la 18enne saudita che si era barricata in un hotel thailandese per non essere consegnata ai sauditi decisi a rimpatriarla. "Temo di essere torturata e uccisa"