La storia di Mamma Leonessa

| Una donna ha salvato la figlia sequestrata da tre balordi che volevano abusarne. Uno è morto, gli altri due sono finiti in galera per trent’anni

+ Miei preferiti
Per i media sudafricani è “mamma leonessa”, e in effetti, una donna ha dimostrato tutto il suo coraggio. Ha 57 anni, e il suo nome non è stato rivelato, ma è diventata la protagonista di un fatto di cronaca che si è concluso nelle aule di un tribunale in questi giorni.

È successo lo scorso anno, quando un amico della figlia l’aveva avvisata al telefono, spiegando che tre balordi avevano costretto con forza la ragazza a seguirli in un casolare abbandonato. La donna aveva tentato di chiamare la polizia, ma quando si è resa conto che stava passando troppo non ha esitato un attimo: ha afferrato un grosso coltello da cucina, ha raggiunto di corsa il luogo dov’era rinchiusa la figlia ed è entrata come una furia. Davanti ai suoi occhi la scena raccapricciante di tre uomini completamente nudi che stavano abusando della ragazza. Senza pensarci si è avventata contro il gruppo: il primo dei balordi è stato raggiunto da una coltellata al petto, morendo sul colpo. Gli altri due se la sono cavata con profonde ferite, ma possono dirsi fortunati, tanta la furia della donna.

Arrestati dalla polizia, sono stati condannati a trent’anni di carcere, e mamma leonessa ha tirato un sospiro di sollievo: “giustizia è fatta”.

Mondo
I parenti di Brenton Tarrant sotto shock
I parenti di Brenton Tarrant sotto shock
La nonna e lo zio, che vivono a Grafton, in Australia, non si danno pace: “Era cambiato dopo un lungo viaggio in Europa”. L’ultima volta l’avevano visto un anno per un compleanno, “era normale, come sempre”
Strage moschee, sale il numero dei morti
Strage moschee, sale il numero dei morti
Uno dei 36 feriti tutt’ora ricoverati non ce l’ha fatta. Il punto sulle indagini della polizia e del premier Jacinta Arden
L’eroe di Christchurch
L’eroe di Christchurch
Si è lanciato contro l’attentatore, impedendogli di ripetere la strage che aveva appena compiuto nella prima moschea. Rifugiato afghano, racconta di aver agito d’impulso, sperando di salvare più persone possibili
Kalashnikov è diventato un drone
Kalashnikov è diventato un drone
L’azienda che porta il nome dell’inventore dell’AK-47 ha appena presentato un drone militare: può portare 3 kg di esplosivo a 130 km/h. Per gli esperti sono le prime avvisaglie della guerra tecnologica 3.0
Rom, apolidi e incontrollabili
Rom, apolidi e incontrollabili
Secondo il Cir, il nuovo decreto sicurezza allunga i tempi per ottenere la cittadinanza italiana sino a 4 anni. I Rom bloccati in un limbo
Manager Huawei fa causa al Canada
Manager Huawei fa causa al Canada
Gli Usa pronti a chiederne l'estradizione. La rabbia dei cinesi: "Grave incidente diplomatico". Meng Whanzou accusata di avere violato le sanzioni all'Iran
Vola per vent’anni senza brevetto
Vola per vent’anni senza brevetto
Non riuscendo a completare gli studi per diventare pilota di linea, si è inventato la documentazione fino ad essere assunto come copilota. È stato beccato per aver fatto strane manovre in volo
Come ti violento la bisnonna
Come ti violento la bisnonna
Una donna sudafricana di 96 anni ripetutamente abusata da due nipoti minorenni: scoperti una prima volta e perdonati, i fratelli hanno continuato a fare sesso con l’anziana parente fino all’arresto
Violentata sotto anestesia
Violentata sotto anestesia
Una giovane donna russa si è risvegliata dopo l’intervento mentre il medico la stava violentando. L’ha denunciato e trascinato in tribunale, rinunciando anche al diritto di anonimato
George Pell in carcere
George Pell in carcere
Revocata la libertà su cauzione, l’alto prelato attenderà in un carcere di Melbourne la sentenza con la pena da scontare. Rischia fino a 50 anni di galera