ACCOLTELLATI NEL NOME DI ALLAH TERRORE ANCHE IN FINLANDIA

| Turku. Ferita anche una giovane madre con un bimbo nella carrozzina. Due islamici in fuga, uno arrestato dalla polizia che lo colpito alle gambe con le pistole. Ferite 8 persone tra cui 5 donne

+ Miei preferiti
BCC e Sun alle 15.48 ora italiana del 18 agosto 2017 hanno riferito di una sparatoria e di una aggressione con "numerosi feriti" e almeno un morto accaduta nella città di Turku. I fatti sono accaduti in Puutori-Market Square. In un primo momento la vittima sembra fosse lo stesso attentatore, ma i media finlandesi alle 16.05 riferiscono che l'uomo armato di coltello è stato visto a terra, vivo e con le manette ai polsi. La polizia lo avrebbe immobilizzato dopo averlo colpito alle gambe a colpi di pistola. La vittima serebbe invece uno dei passanti aggrediti. Ma si attendono le conferme ufficiali.

L'attentatore non sarebbe stato da solo, ma in compagnia di 2 complici ora ricercati. La polizia finlandese, via Twitter, ha confermato che "diverse persone sono state pugnalate nel centro di Turku" e ha chiesto alle persone di "non girare per le vie del centro della città". Alle 16.24 le prime immagini che arrivano da Turku mostrano un corpo a terra ricoperto da un telo bianco. Alle 16.26 arrivano le testimonianze di chi avrebbe sentito l'attentatore gridare "Allah akbar". Clicca qui per il video della fuga dei passanti e le grida dell'attentatore. Alle 16.30 "The Sun" riferisce di almeno 8 feriti (tra i quali 5 donne e un uomo), tutti pugnalati. Tra loro anche una donna aggredita dal terrorista mentre spingeva una carrozzina con un bambino.

Alle 16.31 fonti ufficiose finlandesi parlano della possibilità che possa non essere stata l'azione isolata di un solo terrorista. Testimoni avrebbero infatti parlato di un gruppo formato da 3 persone.

Mondo
Studentessa israeliana uccisa in Australia
Studentessa israeliana uccisa in Australia
Aiia Maasarwe, 21 anni, stava rientrando a casa parlando al telefono con la sorella quando è stata aggredita. Il suo corpo è stato ritrovato il mattino successivo: ondata di sdegno in tutto il paese
ONU, un sondaggio rivela le molestie
ONU, un sondaggio rivela le molestie
A renderlo noto è stato il segretario generale Antonio Gutierrez, che in una lettera ha svelato i risultati inquietanti e promesso tolleranza zero
La cena è insipida, uccide il marito
La cena è insipida, uccide il marito
In un’improvvisa esplosione di violenza, una donna ha ucciso nel sonno il marito che l’aveva umiliata davanti ai loro ospiti. Ma in Russia è polemica per una decisione della polizia
Senzatetto muore nel cassonetto degli abiti usati
Senzatetto muore nel cassonetto degli abiti usati
Non sarebbe la prima vittima di un sistema di sicurezza che intrappola chi tenta di recuperare qualcosa per ripararsi dal freddo. Diverse vittime in Canada
Thailandia, la strage sulle strade
Thailandia, la strage sulle strade
Una vera pandemia: 30mila morti ogni anno, con picchi nella settimana più pericolosa, quella fra il 27 dicembre e il 2 gennaio, che quest’anno sono costate la vita a quasi 500 persone
La storia di Mamma Leonessa
La storia di Mamma Leonessa
Una donna ha salvato la figlia sequestrata da tre balordi che volevano abusarne. Uno è morto, gli altri due sono finiti in galera per trent’anni
La strage sulle strade
La strage sulle strade
Una vera ecatombe: 1,35 di morti ogni anno sulle strade di tuto il mondo, secondo i dati diffusi dall’OMS. In Italia percentuale in discesa
California, incendi domati e 85 morti
California, incendi domati e 85 morti
La pioggia ha aiutato i vigili del fuoco a contenere le fiamme: restano 249 dispersi. La tragedia degli animali sterminati da fumo e fiammea miglia di distanza. Danni incalcolabili
La strana morte del capo del GRU
La strana morte del capo del GRU
Igor Korobov, 63 anni, è deceduto a seguito di una malattia: per l’intelligence americana sarebbe morto all’inizio dell’anno in Libano. Sulle sue spalle era ricaduta la colpa della scombicchierata operazione contro Skripal
Con un coltello nel cranio
Con un coltello nel cranio
Così si è presentato in un pronto soccorso un giovane sudafricano aggredito da una gang. Operato d’urgenza, per sua fortuna non avrà conseguenze future