Australia, omicidio sulla spiaggia del surfisti

| Il mare avrebbe restituito il cadavere di una bimba di nove mesi, probabilmente un sacrificio umano. Arrestati i genitori, due homeless che vivevano su un furgone. Poche ore dopo un nuovo caso, questa volta di violenza domestica

+ Miei preferiti
Sono in tanti, a considerare Surfers Paradise una sorta di Rimini australiana: una graziosa cittadina con hotel maestosi affacciati su spiagge da sogno, parchi di divertimenti, casinò e locali di ogni tipo. Una località turistica conosciuta in tutto il mondo, a 70 km circa da Brisbane, nel Queensland, resa celebre per aver fatto da location a “I’m a celebrity… get me out of here!”, un reality televisivo in cui alcuni volti nomi vino insieme senza alcun aiuto esterno: una sorta di “Isola dei Famosi”.

Ma quel paradiso, la “Surfers Paradise Beach” è al centro di un caso che fa inorridire l’Australia. Qualche giorno fa, dei bagnanti hanno ritrovato sulla riva il corpo senza vita di una bimba di nove mesi. Ad una prima analisi, il cadavere non presentava segni di violenza, ma la parte più sconcertante della vicenda è che la polizia sta seguendo la pista del “sacrificio umano”. La piccola sarebbe stata gettata in mare due giorni prima a Tweed Heads, ad una trentina di km dal luogo del ritrovamento.

Viveva con il padre, 48 anni, la madre, 23, e un fratellino su un furgone, da senzatetto: il papà è stato arrestato, la mamma invece ricoverata in un centro di salute mentale per evidenti segni di squilibrio, anche se non sarebbe ancora stata accusata di complicità, mentre il bimbo più piccolo è stato affidato ai servizi sociali.

Nelle parole dell’ispettore Marc Hogan, che collabora al caso insieme ai detective della omicidi del Queensland e del New South Wales, c’è tutta la drammaticità della vicenda: “I soccorsi sono arrivati sulla spiaggia appena allertati, ma malgrado i tentativi di rianimarla, per la povera bimba non c’era più niente da fare”.

In queste ore gli inquirenti stanno visionando i filmati delle telecamere di sicurezza della zona, oltre a ricostruire gli spostamenti della famiglia homeless. Sarà l’autopsia a svelare come è morta la bimba.

A poche ore di distanza, la morte di un secondo neonato morto nella stessa zona, ha nuovamente attirato l’attenzione delle forze dell’ordine: un uomo e una donna, di 37 e 35 anni, genitori di un bimbo di quattro mesi, sono accusati di maltrattamenti e omicidio: sul corpo del bimbo evidenti segni di violenza.baby

Galleria fotografica
Australia, omicidio sulla spiaggia del surfisti - immagine 1
Mondo
Si uccide a 14 anni, vittima del bullismo
Si uccide a 14 anni, vittima del bullismo
Una studentessa australiana si è tolta la vita dopo mesi di angherie e violenze: pochi istanti prima di farla finita ha postato un messaggio straziante
L’ultima scalata di Bikini Climber
L’ultima scalata di Bikini Climber
È stata trovata morta per ipotermia la giovane taiwanese stella dei social che scavala le montagne in bikini
Studentessa israeliana uccisa in Australia
Studentessa israeliana uccisa in Australia
Aiia Maasarwe, 21 anni, stava rientrando a casa parlando al telefono con la sorella quando è stata aggredita. Il suo corpo è stato ritrovato il mattino successivo: ondata di sdegno in tutto il paese
ONU, un sondaggio rivela le molestie
ONU, un sondaggio rivela le molestie
A renderlo noto è stato il segretario generale Antonio Gutierrez, che in una lettera ha svelato i risultati inquietanti e promesso tolleranza zero
La cena è insipida, uccide il marito
La cena è insipida, uccide il marito
In un’improvvisa esplosione di violenza, una donna ha ucciso nel sonno il marito che l’aveva umiliata davanti ai loro ospiti. Ma in Russia è polemica per una decisione della polizia
Senzatetto muore nel cassonetto degli abiti usati
Senzatetto muore nel cassonetto degli abiti usati
Non sarebbe la prima vittima di un sistema di sicurezza che intrappola chi tenta di recuperare qualcosa per ripararsi dal freddo. Diverse vittime in Canada
Thailandia, la strage sulle strade
Thailandia, la strage sulle strade
Una vera pandemia: 30mila morti ogni anno, con picchi nella settimana più pericolosa, quella fra il 27 dicembre e il 2 gennaio, che quest’anno sono costate la vita a quasi 500 persone
La storia di Mamma Leonessa
La storia di Mamma Leonessa
Una donna ha salvato la figlia sequestrata da tre balordi che volevano abusarne. Uno è morto, gli altri due sono finiti in galera per trent’anni
La strage sulle strade
La strage sulle strade
Una vera ecatombe: 1,35 di morti ogni anno sulle strade di tuto il mondo, secondo i dati diffusi dall’OMS. In Italia percentuale in discesa
California, incendi domati e 85 morti
California, incendi domati e 85 morti
La pioggia ha aiutato i vigili del fuoco a contenere le fiamme: restano 249 dispersi. La tragedia degli animali sterminati da fumo e fiammea miglia di distanza. Danni incalcolabili