Braille Neue, la nuova scrittura per vedenti e non

| L’ha studiato un giovane designer giapponese, con una dedica speciale: Olimpiadi e Paralimpiadi di Tokyo del 2020

+ Miei preferiti
Per creare il sistema di scrittura per non vedenti e ipovedenti che porta il suo nome, Louis Braille fu ispirato dal metodo in uso fra i militari di inviare messaggi in rilievo. Era il 1821, e da allora, chi non ha la fortuna di poter contare sui propri occhi, ha comunque modo di leggere.

Ma è la storia stessa ad insegnarlo: c’è sempre modo di migliorarsi. Lo ha fatto da poco Kosuke Takahashi, un designer giapponese che per primo ha pensato di rimettere mano al vecchio “Braille” con lo scopo di migliorarlo.

Il “Braille Neue”, il suo nuovo “font”, per cominciare, ha una valenza doppia: si adatta tanto ai non vedenti quanto a chi gode di ottima vista. Una soluzione che semplifica qualsiasi tipo di plafoniera o pulsantiera pubblica.

Takahashi, alla ricerca di un nuovo linguaggio universale che già immagina adottato dai Giochi Olimpici e Paralimpici di Tokyo 2020, per adesso ha declinato il suo nuovo carattere in due diverse varianti, il “Braille Neue Standard”, dedicato alla scrittura occidentale, ed il “Braille Neue Outline” per gli ideogrammi del suo paese d’origine. Ambedue, combinano i rilievi necessari ai non vedenti alla normale e più conosciuta forma delle lettere.

Galleria fotografica
Braille Neue, la nuova scrittura per vedenti e non - immagine 1
Mondo
L'attacco Novichok? Era uno scherzo
L
La modella-escort russa Anna Shapiro e il suo compagno Alex King avevano simulato i sintomi di avvelenamento da gas nervino durante una cena in un ristorante di Salisbury. Ma era solo una provocazione. Denunciati
Caccia al Barbablù russo
Caccia al Barbablù russo
Uno dei più noti golden boy russi, figlio di un magnate, avrebbe ucciso una escort. Pesa il suo passato, funestato da diversi altri episodi di violenza, ma sempre risolti con una tirata d’orecchi, o poco più
"Caro Trump, il commercio non è un'arma"
"Caro Trump, il commercio non è un
Il boss di Alibaba, Jack Ma, ritira il progetto di realizzare una nuova grande sede negli Usa, persi migliaia di posti di lavoro. "Dopo i dazi Usa contro la Cina, non ci sono più le condizioni"
Preso il killer delle fragole
Preso il killer delle fragole
Aveva scatenato la psicosi degli aghi nelle fragole: il colpevole, arrestato dopo una difficile caccia all’uomo, sarebbe un giovane che ha dichiarato di aver fatto “uno scherzo”
Maduro, la cena di lusso e la vergogna
Maduro, la cena di lusso e la vergogna
Il presidente del Venezuela assomiglia sempre di più a Maria Antonietta. Il popolo muore di fame e lui va in uno dei ristoranti più cari di Istanbul. L'opposizione si scatena: "Lui e la first lady si fanno beffe dei venezuelani"
Jaquieline Davis, professione bodyguard
Jaquieline Davis, professione bodyguard
Ha partecipato ad azioni di salvataggio e protezione in tutto il mondo: ora i suoi trent’anni di carriera stanno per diventare un film
#MeToo McDonald's: non siamo nel menu
#MeToo McDonald
I lavoratori Usa del gigante della ristorazione in sciopero gli abusi sessuali. "Non denunciamo perché abbiamo paura di perdere il posto", raccontano i dipendenti. Ma le molestie "accadono ogni giorno"
Medico e fidanzata stupratori seriali
Medico e fidanzata stupratori seriali
Noto medico e la sua complice agganciavano le vittime, forse decine, in bar o feste. Le ubriacavano e poi somministravano droghe e psicofarmaci. Le violenze nel lussuoso alloggio del chirurgo, apparso anche in tv
Ogni cinque secondi muore un bambino
Ogni cinque secondi muore un bambino
Le stime Unicef: nel 2017 morti 6 milioni e 300 mila bambini, la maggior parte nei primi cinque anni di vita. Le percentuali più alte in Africa e nell'area sub-sahariana. Mortalità record in Somalia e Ciad
Abusi, la Chiesa paga 27 milioni di dollari
Abusi, la Chiesa paga 27 milioni di dollari
Risarcimento record a New York per gli abusi subiti da quattro vittime da parte di un insegnante laico di religione, uno dei più ingenti di sempre