Braille Neue, la nuova scrittura per vedenti e non

| L’ha studiato un giovane designer giapponese, con una dedica speciale: Olimpiadi e Paralimpiadi di Tokyo del 2020

+ Miei preferiti
Per creare il sistema di scrittura per non vedenti e ipovedenti che porta il suo nome, Louis Braille fu ispirato dal metodo in uso fra i militari di inviare messaggi in rilievo. Era il 1821, e da allora, chi non ha la fortuna di poter contare sui propri occhi, ha comunque modo di leggere.

Ma è la storia stessa ad insegnarlo: c’è sempre modo di migliorarsi. Lo ha fatto da poco Kosuke Takahashi, un designer giapponese che per primo ha pensato di rimettere mano al vecchio “Braille” con lo scopo di migliorarlo.

Il “Braille Neue”, il suo nuovo “font”, per cominciare, ha una valenza doppia: si adatta tanto ai non vedenti quanto a chi gode di ottima vista. Una soluzione che semplifica qualsiasi tipo di plafoniera o pulsantiera pubblica.

Takahashi, alla ricerca di un nuovo linguaggio universale che già immagina adottato dai Giochi Olimpici e Paralimpici di Tokyo 2020, per adesso ha declinato il suo nuovo carattere in due diverse varianti, il “Braille Neue Standard”, dedicato alla scrittura occidentale, ed il “Braille Neue Outline” per gli ideogrammi del suo paese d’origine. Ambedue, combinano i rilievi necessari ai non vedenti alla normale e più conosciuta forma delle lettere.

Galleria fotografica
Braille Neue, la nuova scrittura per vedenti e non - immagine 1
Mondo
La storia di Mamma Leonessa
La storia di Mamma Leonessa
Una donna ha salvato la figlia sequestrata da tre balordi che volevano abusarne. Uno è morto, gli altri due sono finiti in galera per trent’anni
La strage sulle strade
La strage sulle strade
Una vera ecatombe: 1,35 di morti ogni anno sulle strade di tuto il mondo, secondo i dati diffusi dall’OMS. In Italia percentuale in discesa
California, incendi domati e 85 morti
California, incendi domati e 85 morti
La pioggia ha aiutato i vigili del fuoco a contenere le fiamme: restano 249 dispersi. La tragedia degli animali sterminati da fumo e fiammea miglia di distanza. Danni incalcolabili
La strana morte del capo del GRU
La strana morte del capo del GRU
Igor Korobov, 63 anni, è deceduto a seguito di una malattia: per l’intelligence americana sarebbe morto all’inizio dell’anno in Libano. Sulle sue spalle era ricaduta la colpa della scombicchierata operazione contro Skripal
Con un coltello nel cranio
Con un coltello nel cranio
Così si è presentato in un pronto soccorso un giovane sudafricano aggredito da una gang. Operato d’urgenza, per sua fortuna non avrà conseguenze future
Australia, omicidio sulla spiaggia del surfisti
Australia, omicidio sulla spiaggia del surfisti
Il mare avrebbe restituito il cadavere di una bimba di nove mesi, probabilmente un sacrificio umano. Arrestati i genitori, due homeless che vivevano su un furgone. Poche ore dopo un nuovo caso, questa volta di violenza domestica
Attentato Kabul, Talebani condannano
Attentato Kabul, Talebani condannano
Attacco suicida in una riunione religiosa, morte 43 persone e 80 feriti. L'esplosione nel Consiglio degli Ulema. Nessuna rivendicazione
10 anni alla scrittrice di romanzi gay
10 anni alla scrittrice di romanzi gay
Una condanna esemplare per l’autrice di un romanzo omosessuale: scatta la reprimenda delle autorità, mentre i social protestano
Satelliti per diffondere la banda larga nel pianeta
Satelliti per diffondere la banda larga nel pianeta
Elon Musk potrà inviare nello spazio 7518 mini satelliti, anche di pochi centimetri, per diffondere la banda larga in tutto il pianeta. Collegati tra loro, consentiranno una copertura globale e non condizionata dal meteo
Afghanistan, strage di poliziotti
Afghanistan, strage di poliziotti
Morti 30 agenti uccisi in un attacco talebano a Farah. L'assedio è durato quattro ore, caduti anche molti miliziani. E' l'ennesima azione dei terroristi contro il governo. Decine di morti in pochi mesi