Brucia la caserma della Gendarmerie "azione diretta" degli anarco-terroristi

| Secondo grave attentato incendiario dopo le condanne per incidenti del maggio 2016 a Parigi

+ Miei preferiti
Una trentina di veicoli parcheggiati all'interno della caserma della Brigade della Gendarmerie di Meylan (17mila abitanti nel dipartimento dell'Isère della regione dell'Alvernia-Rodano-Alpi) sono stati distrutti a causa di un incendio di natura quasi certamente dolosa avvenuto alle quattro di giovedì mattina. Le fiamme, innescate da quattro focolai distanziati, si sono estese anche alle facciate degli edifici vicini dove vivono residenti ma anche le famiglie dei militari in servizio. Un centinaio di persone sono state costrette a lasciare le abitazioni, invase dal fumo, sotto la guida dei vigili del fuoco. Le auto danneggiate sono in maggior parte private e appartengono ai gendarmi che abitano nei fabbricato, osserva il comandanre del gruppo dell'Isere, colonnello Yves Marzin. Un atto gravissimo, con un evidente collegamento con l'incendio della prima caserma della Gendarmerie presa di mira il 21 settembre, la Offner di Grenoble, atto subito rivendicato dagli attivisti anachici del movimento anticapilista e libertario. In quell'occasione erano andati distrutti 12 veicoli della polizia e gli uffici tecnici dove avvenivano le identificazioni dei fermati. Anche in questo caso i danni sono stati ingenti. Si attende la rivendicazione del nuovo attentato.

 

Mondo
Studentessa israeliana uccisa in Australia
Studentessa israeliana uccisa in Australia
Aiia Maasarwe, 21 anni, stava rientrando a casa parlando al telefono con la sorella quando è stata aggredita. Il suo corpo è stato ritrovato il mattino successivo: ondata di sdegno in tutto il paese
ONU, un sondaggio rivela le molestie
ONU, un sondaggio rivela le molestie
A renderlo noto è stato il segretario generale Antonio Gutierrez, che in una lettera ha svelato i risultati inquietanti e promesso tolleranza zero
La cena è insipida, uccide il marito
La cena è insipida, uccide il marito
In un’improvvisa esplosione di violenza, una donna ha ucciso nel sonno il marito che l’aveva umiliata davanti ai loro ospiti. Ma in Russia è polemica per una decisione della polizia
Senzatetto muore nel cassonetto degli abiti usati
Senzatetto muore nel cassonetto degli abiti usati
Non sarebbe la prima vittima di un sistema di sicurezza che intrappola chi tenta di recuperare qualcosa per ripararsi dal freddo. Diverse vittime in Canada
Thailandia, la strage sulle strade
Thailandia, la strage sulle strade
Una vera pandemia: 30mila morti ogni anno, con picchi nella settimana più pericolosa, quella fra il 27 dicembre e il 2 gennaio, che quest’anno sono costate la vita a quasi 500 persone
La storia di Mamma Leonessa
La storia di Mamma Leonessa
Una donna ha salvato la figlia sequestrata da tre balordi che volevano abusarne. Uno è morto, gli altri due sono finiti in galera per trent’anni
La strage sulle strade
La strage sulle strade
Una vera ecatombe: 1,35 di morti ogni anno sulle strade di tuto il mondo, secondo i dati diffusi dall’OMS. In Italia percentuale in discesa
California, incendi domati e 85 morti
California, incendi domati e 85 morti
La pioggia ha aiutato i vigili del fuoco a contenere le fiamme: restano 249 dispersi. La tragedia degli animali sterminati da fumo e fiammea miglia di distanza. Danni incalcolabili
La strana morte del capo del GRU
La strana morte del capo del GRU
Igor Korobov, 63 anni, è deceduto a seguito di una malattia: per l’intelligence americana sarebbe morto all’inizio dell’anno in Libano. Sulle sue spalle era ricaduta la colpa della scombicchierata operazione contro Skripal
Con un coltello nel cranio
Con un coltello nel cranio
Così si è presentato in un pronto soccorso un giovane sudafricano aggredito da una gang. Operato d’urgenza, per sua fortuna non avrà conseguenze future