Dalla Cina con dolore

| La storia di Chen Huihui ha commosso il paese del Sol Levante: quando aveva sei anni si perde alla stazione di Shangai, la ritrova 26 anni dopo un programma televisivo

+ Miei preferiti
Di Germano Longo
È una storia che sarebbe piaciuta tanto ad uno di quei programmi dove la lacrima prima o poi arriva, perché fa audience. Ventisei anni fa, nel 1992, Chen Huihui prende il treno insieme al padre e una delle sue zie: cose che capitano, nulla di preoccupante in qualsiasi altra parte del mondo, ma non in Cina. Alla stazione di Shangai devono cambiare treno: scendono, la zia deve fare una commissione e raccomanda alla bambina di restare ferma e immobile davanti ad un negozio. È un attimo: una folla oceanica, che va per i fatti propri senza neanche incrociare lo sguardo, la travolge ingoiandola. Risultato: di Chen, sei anni, si perde ogni traccia. Sulle sue tracce si mettono in tanti: parenti, volontari e polizia, ma non c’è niente da fare. Sarà stata rapita, rassegnatevi, dicono ai genitori. Il caso di Chen rientra in una statistica terribile, che raccoglie quelli di migliaia di altri bambini che ogni anno scompaiono in Cina.

Per Chen non è così, ma nessuno lo sa: per 26 anni ha cercato di ritrovare la famiglia, che ai tempi viveva in una zona rurale nel nord della Cina, senza riuscirci. L’ultima speranza, quando ormai Chen è diventata una donna 32 anni, sembra offrirgliela “Baby Come Home”, un programma televisivo molto seguito che si offre di ritrovare le persone scomparse, con all’attivo almeno 2.200 ritrovamenti.

Ma perfino loro, veri professionisti della ricerca, impiegano mesi, ma alla fine, a forza di incrociare dati, si imbattono nella denuncia di un uomo che parecchi anni prima aveva smarrito la figlioletta alla stazione di Shangai. Ma visto che il tempo trascorso è davvero troppo, per avere la certezza del ritrovamento serve un’analisi del DNA.

Qualche giorno fa, Chen ha potuto riabbracciare solo suo padre, perché la mamma è morta anni fa, anche per l’infinito dolore di aver perso una figlia. Chen Huihui, ha raccontato la sua parte della vicenda: ha vagato per le strade di Shangai senza sapere dove andare. Poi ha incontrato un anziano contadino della provincia di Shandong che intenerito dalla sua storia, l’ha cresciuta come fosse stata sua figlia.

Mondo
Satelliti per diffondere la banda larga nel pianeta
Satelliti per diffondere la banda larga nel pianeta
Elon Musk potrà inviare nello spazio 7518 mini satelliti, anche di pochi centimetri, per diffondere la banda larga in tutto il pianeta. Collegati tra loro, consentiranno una copertura globale e non condizionata dal meteo
Afghanistan, strage di poliziotti
Afghanistan, strage di poliziotti
Morti 30 agenti uccisi in un attacco talebano a Farah. L'assedio è durato quattro ore, caduti anche molti miliziani. E' l'ennesima azione dei terroristi contro il governo. Decine di morti in pochi mesi
Il re dell’espresso, la vittima di Melbourne
Il re dell’espresso, la vittima di Melbourne
Titolare del Pellegrini’s Café, locale amatissimo anche da Russel Crowe, Sisto Malaspina è stato accoltellato dal somalo che ha gettato nel panico la centralissima Bourke Street. Era emigrato in Australia a 18 anni
Filippine, suora contestatrice espulsa
Filippine, suora contestatrice espulsa
La religiosa cattolica aveva partecipato ad alcune manifestazione di protesta contro il presidente Duterte. Ora è rientrata in Australia, accolta dal suo ordine
Pakistan: Asia Bibi è libera
Pakistan: Asia Bibi è libera
Assolta in extremis dall’accusa di blasfemia e dalla pena di morte. La donna era stata accusata da alcune colleghe di lavoro
Due bimbi di sette anni abusano di una compagna
Due bimbi di sette anni abusano di una compagna
È accaduto in Australia: vittima una bimba di sei anni, sottoposta a quel che i due suoi compagni di classe avevano appena visto sugli smartphone
La lotta alla droga, un fallimento
La lotta alla droga, un fallimento
Lo dice senza mezzi termini un rapporto dell’International Drug Policy Consortium: politiche sbagliate e nessun effetto tangibile di inversione di tendenza. “È un altro chiodo nella bara della lotta alla droga”
Gemma ha perso la sua battaglia
Gemma ha perso la sua battaglia
La storia di una ragazza inglese aveva commosso perfino Kate Winslet: aveva scelto di rinunciare alle cure per un tumore, preferendo mettere al mondo la piccola Penelope
L'Arabia ammette: Khashoggi è morto
L
Messo sotto pressione, il governo di Riyadh ha ammesso la morte del giornalista. Mentre i media turchi svelano, uno per uno, nomi e ruoli della squadra che si sarebbe occupata di eliminare il giornalista dissidente
Lucy, che voleva vivere
Lucy, che voleva vivere
Ha raccontato la sua battaglia contro un male che la divorava, chiedendo soldi per continuare le cure e salvarsi. Ma qualcuno si è accorto che qualcosa non andava…