Davos: "Trump non sei il benvenuto"

| Gl insulti ai paesi caraibici del presidente Usa rendono problematica la sua partecipazione al vertice Web. L'organizzazione elvetica Campax ha raccolto 14 mila firme contro la visita a Zurigo la sera del 23 gennaio

+ Miei preferiti

sa Donald Trump al forum economico di Davos. 

Innalzando cartelli che recitavano slogan come “Eat the rich” (“mangiate i ricchi”) e “Fight WEF, Trump, Capitalism” (“Combattiamo contro il Forum economico mondiale, Trump e il capitalismo”), i dimostranti hanno protestato contro il rituale appuntamento che si terrà dal 22 al 26 gennaio nella piccola città dei Grigioni. 

Nonostante le autorità svizzere avessero avvertito del rischio di “importanti violenze” in occasione della mnifestazione non autorizzata, convocata dall’associazione anticapitalista elvetica RJG. L’organizzazone si è felicitata del fatto che “nonostante una forte presenza della polizia e provocazioni importanti dei poliziotti in borghese, la manifestazione si è tenuta con successo”. 

La Casa bianca ha annunciato martedì che il presidente Usa ha previsto di recarsi al WEF di Davos. Il giorno dopo l’organizzazione elvetica Campax ha lanciato la petizione: “Trump, non sei il benvenuto: stai lontano da Davos!” che ha raccolto quasi 13mila firme fino a oggi. Un’altra manifestazione contro la presenza di Trump è prevista a Zurigo la sera del 23 gennaio.

Mondo
Satelliti per diffondere la banda larga nel pianeta
Satelliti per diffondere la banda larga nel pianeta
Elon Musk potrà inviare nello spazio 7518 mini satelliti, anche di pochi centimetri, per diffondere la banda larga in tutto il pianeta. Collegati tra loro, consentiranno una copertura globale e non condizionata dal meteo
Afghanistan, strage di poliziotti
Afghanistan, strage di poliziotti
Morti 30 agenti uccisi in un attacco talebano a Farah. L'assedio è durato quattro ore, caduti anche molti miliziani. E' l'ennesima azione dei terroristi contro il governo. Decine di morti in pochi mesi
Il re dell’espresso, la vittima di Melbourne
Il re dell’espresso, la vittima di Melbourne
Titolare del Pellegrini’s Café, locale amatissimo anche da Russel Crowe, Sisto Malaspina è stato accoltellato dal somalo che ha gettato nel panico la centralissima Bourke Street. Era emigrato in Australia a 18 anni
Filippine, suora contestatrice espulsa
Filippine, suora contestatrice espulsa
La religiosa cattolica aveva partecipato ad alcune manifestazione di protesta contro il presidente Duterte. Ora è rientrata in Australia, accolta dal suo ordine
Pakistan: Asia Bibi è libera
Pakistan: Asia Bibi è libera
Assolta in extremis dall’accusa di blasfemia e dalla pena di morte. La donna era stata accusata da alcune colleghe di lavoro
Due bimbi di sette anni abusano di una compagna
Due bimbi di sette anni abusano di una compagna
È accaduto in Australia: vittima una bimba di sei anni, sottoposta a quel che i due suoi compagni di classe avevano appena visto sugli smartphone
La lotta alla droga, un fallimento
La lotta alla droga, un fallimento
Lo dice senza mezzi termini un rapporto dell’International Drug Policy Consortium: politiche sbagliate e nessun effetto tangibile di inversione di tendenza. “È un altro chiodo nella bara della lotta alla droga”
Gemma ha perso la sua battaglia
Gemma ha perso la sua battaglia
La storia di una ragazza inglese aveva commosso perfino Kate Winslet: aveva scelto di rinunciare alle cure per un tumore, preferendo mettere al mondo la piccola Penelope
L'Arabia ammette: Khashoggi è morto
L
Messo sotto pressione, il governo di Riyadh ha ammesso la morte del giornalista. Mentre i media turchi svelano, uno per uno, nomi e ruoli della squadra che si sarebbe occupata di eliminare il giornalista dissidente
Lucy, che voleva vivere
Lucy, che voleva vivere
Ha raccontato la sua battaglia contro un male che la divorava, chiedendo soldi per continuare le cure e salvarsi. Ma qualcuno si è accorto che qualcosa non andava…