Uccise la fidanzata e il bimbo in grembo

| Dopo aver massacrato la sua ex fidanzata con una lama affilata, aveva infierito sul ventre per eliminare anche il bambino. Per la corte suprema di Brisbane quanto basta per condannarlo a due ergastoli

+ Miei preferiti
Condannato per due omicidi: dopo un lungo e penoso processo, si è chiusa con il carcere a vita l’atroce vicenda che vede Brock Wall, 38 anni, nel protagonista di un caso che ha sconvolto l’Australia.

Nel febbraio del 2015, l’uomo, un falegname, ha ucciso l’ex fidanzata Fabiana Palhares, 34 anni, utilizzando un’ascia tomahawk, quella dei nativi americani resa celebre dai film western. L’ha prima picchiata fino a farle perdere i sensi, ma poco prima di morire lei è riuscita chiedere aiuto: la polizia, accorsa sul posto, aveva rintracciato l’uomo in stato confusionale che vagava a poca distanza dal luogo del delitto, ricoperto di sangue. Sul suo capo, almeno inizialmente, l’accusa di omicidio e la reiterata violazione di ordini restrittivi.

Un paio di giorni dopo, durante l’autopsia, si scopre che l’orrore non era ancora finito: Fabiana era incinta, e Brock Wall aveva infierito con particolare violenza sul ventre della donna saltando con tutta la forza possibile, “per avere la certezza che anche il bambino fosse morto”.

I due si era conosciuti un anno prima, e Fabiana Palhares era rimasta incinta: malgrado la storia fosse finita in fretta per via del carattere violento dell’uomo, lei aveva deciso di tenere il bambino. Diventato minaccioso, l’uomo aveva ricevuto ben più di un ordine restrittivo, che ovviamente ha ignorato. Così come del tutto ignorata è stata la confessione ad alcuni colleghi di lavoro, a cui aveva detto di “volerla uccidere, per mettere fine alle pene di tutti”.

Fabiana Palhares era diventata la sua ossessione: convinto di essere vittima di tradimenti continui, si diceva certo che il bimbo nel grembo della sua ex non fosse suo.

A distanza di tre anni, la corte suprema di Brisbane ha condannato Brock Wall per il duplice omicidio. Prima di potere richiedere la libertà vigilata dovrà scontare almeno 20 anni di carcere: oltre a confessare, l’uomo ha chiesto perdono. Ma nessuno ha voglia di ascoltarlo.

Mondo
I parenti di Brenton Tarrant sotto shock
I parenti di Brenton Tarrant sotto shock
La nonna e lo zio, che vivono a Grafton, in Australia, non si danno pace: “Era cambiato dopo un lungo viaggio in Europa”. L’ultima volta l’avevano visto un anno per un compleanno, “era normale, come sempre”
Strage moschee, sale il numero dei morti
Strage moschee, sale il numero dei morti
Uno dei 36 feriti tutt’ora ricoverati non ce l’ha fatta. Il punto sulle indagini della polizia e del premier Jacinta Arden
L’eroe di Christchurch
L’eroe di Christchurch
Si è lanciato contro l’attentatore, impedendogli di ripetere la strage che aveva appena compiuto nella prima moschea. Rifugiato afghano, racconta di aver agito d’impulso, sperando di salvare più persone possibili
Kalashnikov è diventato un drone
Kalashnikov è diventato un drone
L’azienda che porta il nome dell’inventore dell’AK-47 ha appena presentato un drone militare: può portare 3 kg di esplosivo a 130 km/h. Per gli esperti sono le prime avvisaglie della guerra tecnologica 3.0
Rom, apolidi e incontrollabili
Rom, apolidi e incontrollabili
Secondo il Cir, il nuovo decreto sicurezza allunga i tempi per ottenere la cittadinanza italiana sino a 4 anni. I Rom bloccati in un limbo
Manager Huawei fa causa al Canada
Manager Huawei fa causa al Canada
Gli Usa pronti a chiederne l'estradizione. La rabbia dei cinesi: "Grave incidente diplomatico". Meng Whanzou accusata di avere violato le sanzioni all'Iran
Vola per vent’anni senza brevetto
Vola per vent’anni senza brevetto
Non riuscendo a completare gli studi per diventare pilota di linea, si è inventato la documentazione fino ad essere assunto come copilota. È stato beccato per aver fatto strane manovre in volo
Come ti violento la bisnonna
Come ti violento la bisnonna
Una donna sudafricana di 96 anni ripetutamente abusata da due nipoti minorenni: scoperti una prima volta e perdonati, i fratelli hanno continuato a fare sesso con l’anziana parente fino all’arresto
Violentata sotto anestesia
Violentata sotto anestesia
Una giovane donna russa si è risvegliata dopo l’intervento mentre il medico la stava violentando. L’ha denunciato e trascinato in tribunale, rinunciando anche al diritto di anonimato
George Pell in carcere
George Pell in carcere
Revocata la libertà su cauzione, l’alto prelato attenderà in un carcere di Melbourne la sentenza con la pena da scontare. Rischia fino a 50 anni di galera