Forrest Gump esiste davvero

| Rob Pope, un veterinario inglese, ha attraversato di corsa per tre volte gli Stati Uniti. Il suo scopo, raccogliere fondi per due associazioni benefiche

+ Miei preferiti
Di Germano Longo
“Sono un po’ stanchino. Credo che tornerò a casa”. Nel film omonimo, Forrest Gump aveva corso per 3 anni, 2 mesi, 14 giorni e 16 ore: un po’ di riposo se l’era guadagnato. Nella realtà, Rob Pope ha fatto perfino di più, correndo 60 km al giorno per 422 giorni attraverso gli Stati Uniti, per mettere insieme 25.320 km: l’equivalente di quasi 600 maratone consecutive. Ma Rob, 39 anni, un veterinario di Liverpool, non l’ha fatto “per sgranchirsi le gambe”, come era iniziata la corsa di Forrest, ma per un motivo ben preciso e dall’alto valore sociale: raccogliere fondi per il “WWF” e la Ong “Peace Direct”. In pratica la pace e la salvaguardia degli animali.

Per tre volte, Rob ha attraversato gli immensi Stati Uniti ma non da solo, come Forrest, preferendo portarsi al fianco la fidanzata Nadine, che fra una sgambata e l’altra ha pure messo al mondo la loro bimba. Ma al pari del bislacco personaggio impersonato da Tom Hanks nel film, anche Rob si è lasciato crescere barba e capelli finendo per somigliargli.

Ovviamente, Rob Pope non si è svegliato una mattina iniziando a correre, e prima di affrontare gli States ha messo da parte diverse esperienze sportive: nel 2015 ha vinto l’Australian Marathon Championship portandosi a casa anche due edizioni della “Liveropool Rock’n’Roll Marathon”.

“Voglio fare la differenza. Voglio rendere la gente felice e promuovere le due associazioni di beneficenza: il WWF, che sta conducendo una campagna per raddoppiare il numero di tigri selvatiche entro il 2022, e ‘Peace Direct’ che tenta di risolvere i conflitti attraverso l'istruzione, la mediazione e l’emancipazione delle donne nelle aree più bisognose del mondo. Forrest Gump è una finzione, naturalmente, ma il personaggio ha avuto un inizio di esistenza difficile e ha superato molti ostacoli. Alcuni erano fisici, come la disabilità giovanile, altri sociali, come i pregiudizi di chi lo considerava uno stupido. Forrest, però, non vede barriere: fa sempre del suo meglio e accetta tutti coloro che incontra. Non è un concetto meraviglioso?”

Nel film, Forrest era partito da Greenbow, Alabama, attraversando tutta la contea, poi aveva superato i confini dello Stato per fermarsi solo davanti all’Oceano. Si era girato e aveva ricominciato a correre, fino a toccare l’altro Oceano. È una delle scene indimenticabili della straordinaria pellicola del 1994 diretta da Robert Zemeckis, interpretata da Tom Hanks e vincitrice di ben 6 statuette dell’Oscar: racconta la storia di Forrest Gump, ragazzino con un difetto di sviluppo cognitivo che diventa uomo incappando in ogni possibile fortuna e attraversando in modo inconsapevole i più grandi avvenimenti della storia americana. Anche Rob Pope, conclusa la sua impresa, è tornato a casa: appena un po’ stanchino.

Galleria fotografica
Forrest Gump esiste davvero - immagine 1
Forrest Gump esiste davvero - immagine 2
Forrest Gump esiste davvero - immagine 3
Forrest Gump esiste davvero - immagine 4
Forrest Gump esiste davvero - immagine 5
Mondo
Le spese pazze di Madame Le Pen
Le spese pazze di Madame Le Pen
Taxi, centinaia di bottiglie di champagne e la commissione rifiuta di rimborsare 800 mila euro per coprire le spese elettorali dei populisti francesi
Tensione e confusione a Tripoli, attacco al governo
Tensione e confusione a Tripoli, attacco al governo
Milizie di diverse fazioni si aggirano attorno ai centri vitali della città, il governo legittima denuncia manovre delle milizie Haythem, blindati aeroporto e palazzi ministeriali. E ora arrivano i francesi
I killer conoscevano bene il manager
I killer conoscevano bene il manager
Manager ucciso in Costarica. Si stringe il cerchio su persone vicine ai suoi collaboratori. Pochi sapevano che sarebbe andato all'ambasciata. Interrogati due giovani. Il socio: " Perso un fratello"
Uno sconosciuto in casa
Uno sconosciuto in casa
Piccolo dramma senza vittime: in Giappone, un giovane vive per cinque mesi nella mansarda dell’appartamento di un’anziana signora che non sospettava nulla
Ta o Nil, in Irlanda vince Ta. Sì all'aborto
Ta o Nil, in Irlanda vince Ta. Sì all
Il 70 per cento favorevole all'abograzine dell'articola che prevedeva l'aborto solo in caso di pericolo di vita per la madre. Paese lacerato. No prevalente nelle zone rurali, Si nelle aree urbane
Johnson&Johnson, talco cancerogeno
Johnson&Johnson, talco cancerogeno
Condannata a pagare 25 milioni di dollari a una donna che si ammalò di mesatelioma. Nel talco sotto accusa tracce di asbesto che può causare tumori
Il robot di Amazon che indovina il tuo pensiero
Il robot di Amazon che indovina il tuo pensiero
La funzione vocale Alexa ha registrato - senza autorizzazione - una conversazione tra una coppia Usa e l'ha inviata a una persona inserita nei contatti. "Ehi guarda che ti stanno spiando", l'allarme. Amazon si scusa
La storia di Sophie, che voleva diventare grande
La storia di Sophie, che voleva diventare grande
21 anni, francese, trova lavoro come ragazza alla pari in Inghilterra, ma finisce in un incubo da cui non uscirà più. La prima fase del processo si è chiusa in queste ore: omicidio con l’aggravante della crudeltà
Costarica, torturato e ucciso
Costarica, torturato e ucciso
Il manager trovato morto in una scarpata era stato contattato da una ragazza su Badoo, il sito web per incontri, e poi attirato in un appartamento. Seviziato e poi ucciso, forse a scopo di rapina
"Sono guarita ma recupero difficile"
"Sono guarita ma recupero difficile"
Yulia Skripal, figlia dell'ex spia russa Serghei, dimessa dall'ospedale assieme al padre. Ancora ignoti gli autori dell'avvelenamento con il gas nervino del 4 marzo. "Mio padre sta ancora ancora male"