Gasoline Horror, troppa pressione nei tubi

| L'inchiesta sulla catena di esplosioni che hanno causato la morte di un 18enne. Guasto nella centrale di controllo della Columbia Gas. Sabotaggio? Case distrutte e migliaia di ei

+ Miei preferiti

A provocare gli scoppi e gli incendi di numerose abitazioni e aziende avvenute mercoledì a Boston, sarebbero stati problemi di pressione, troppo alta, alle condutture del gas. Ma non ci sono ancora risposte precise. Sotto accusa la Columbia Gas, la società che forniva combustibile alle decine di case distrutte, avrebbe risposto al disastro con ritardo e senza efficacia. Stephen Bryant, presidente e direttore operativo della Columbia Gas si difende. Ha detto che l'azienda aveva 107 tecnici e 189 dipendenti sul campo, e altri 100 erano attesi dalle affiliate della Columbia in Pennsylvania e Ohio. "In generale, direi che abbiamo fatto progressi il più rapidamente possibile", ha detto in una conferenza stampa. "Non credo che nessun altro sarebbe stato più avanti di quanto lo siamo noi al momento”. Circa 8.600 case e imprese nelle tre comunità colpite erano state evacuate dopo che incendi ed esplosioni, scatenando paura durante la notte. Ben 80 gli edifici bruciati. Il Lawrence General Hospital ha riferito di aver curato 13 vittime con ferite che vanno dall'inalazione di fumo al trauma da esplosione. Una persona è rimasta ricoverata in ospedale ed è stata sottoposta ad intervento chirurgico venerdì.

I funzionari hanno detto che credono che gli incendi e le esplosioni possono essere stati causati da linee del gas sovrapressurizzate ma hanno avvertito che l'indagine è appena iniziata. Columbia Gas, che serve circa 50.000 clienti nella Merrimack Valley, ha precisato che stava aggiornando le attrezzature nella zona quando sono avvenute le esplosioni e gli incendi.

Un bilancio disastroso: un diciottenne morto e almeno 40 feriti dopo, 80 case in fiamme in tre sobborghi di Boston per una serie inspiegabile di una sequenza di esplosioni di gas. Migliaia le persone ancora evacuate dalle loro case, mentre la situazione si sta lentamente normalizzando.

La vittima è Leonel Rondon, 18, anni: gli incendi  a Lawrence, Andover e North Andover. Secondo una prima ricosrruzione, il sistema di distribuzione del gas metano era andato in tilt, causando esposizioni multiple.



  La polizia aveva imposto ai residenti di lasciare le loro case, non appena avvertono  odore di gas, chi ha la rete domestica collegata il servizio Columbia Gas deve immediatamente andarsene. Tutti i collegamenti con gli impianti sono stati chiusi. Uno dei responsabili della società ha definito la catena di incendi come un ‘Armageddon’. I vigili del fuoco sono stati mobilitati, a rischio della propria vita, per raggiungere e isolare le case coinvolte nella spaventosa fuga di gas.

Il 18enne era sulla sua auto quando un’esplosione ha distrutto una casa; un grosso detrito ha centrato l’auto, in Chickering Rd a Lawrence. Scene di panico e parte la prima inchiesta, mentre si diffonde l’idea, subito smentita dalle autorità, di un sabotaggio della rete. L’unico dato certo, però,  è che per ora non c’è una spiegazione razionale di quanto è accaduto. I tecnici della Columbia Gas spiegano che gli impianti erano stati controllati recentemente e che una parte è stata oggetto di una ristrutturazione nel 2016, proprio in uno dei tre sobborghi colpiti dal disastro. Tra le ipotesi più credibili, un guasto alla centrale digitale che governa il flusso di metano nelle case. L’erogazione non sarebbe stata più regolare, mandando in tilt i sistemi di allarme. 

Galleria fotografica
Gasoline Horror, troppa pressione nei tubi - immagine 1
Gasoline Horror, troppa pressione nei tubi - immagine 2
Gasoline Horror, troppa pressione nei tubi - immagine 3
Gasoline Horror, troppa pressione nei tubi - immagine 4
Gasoline Horror, troppa pressione nei tubi - immagine 5
Gasoline Horror, troppa pressione nei tubi - immagine 6
Gasoline Horror, troppa pressione nei tubi - immagine 7
Gasoline Horror, troppa pressione nei tubi - immagine 8
Gasoline Horror, troppa pressione nei tubi - immagine 9
Mondo
SOS dall'Oceano Indiano, navigatore solitario ferito
SOS dall
L'imbarcazione "Thuriya" dell'indiano Abhilash Tomy investita dalla tempesta è alla deriva nell'Oceano Indiano. Ha riportato una lesione alla schiena e non può muoversi per alimentarsi, prigioniero nello scafo. I soccorsi
Orrore nella casa delle bambole
Orrore nella casa delle bambole
Infermiera accoltella tre bimbi e quattro adulti in una clinica clandestina di New York. Sono gravi. Scoperta la rete dell'immigrazione clandestina, donne asiatiche partoriscono per avere la cittadinanza Usa. La mano del racket
L'angosciante delitto del catamarano
L
Isabella Hellman, 41 anni, nel 2017 scomparve nel naufragio di uno yacht al largo di Cuba. Il marito si salvò ma adesso è accusato di omicidio. Movente, il patrimonio di lei. L'FBI ha trovato le sue ultime lettere
Tragedia Venezuela
agonia di un popolo distrutto dal chavismo
Tragedia Venezuela<br>agonia di un popolo distrutto dal chavismo
Ospedali al collasso, epidemie fuori controllo, malati abbandonati, mancano farmaci e non si opera più. La gente cerca cibo tra i rifiuti, emigrazione fuori controllo, scioperi continui. L'indifferenza di Maduro
Libia, verso l'offensiva finale
Libia, verso l
Nelle ultime ore 15 morti nello scontro tra fazioni rivali, già 112 morti in meno di un mese. L'esercito di Haftar si sta rafforzano in vista dello scontro finale per il controllo della Libia
"Terroristi addestrati in Arabia Saudita"
"Terroristi addestrati in Arabia Saudita"
Il governo iraniano accusa Gran Bretagna e Arabia Saudita per l'attentato armato a una parata militare, in cui sono state uccise 24 persone e ferite 20. tra le vittime, 10 pasdaran e alcuni bambini
Miss Rihanna, ambasciatrice delle Barbados
Miss Rihanna, ambasciatrice delle Barbados
Non è la solita carica onorifica che vale più che altro in immagine, ma un incarico pieno, con il potere di siglare trattati internazionali
QUANDO IL KILLER È UNA DONNA
QUANDO IL KILLER È UNA DONNA
Una 26enne apre il fuoco con una pistola contro gli ex colleghi di un centro commerciale del Maryland. Tre morti e quattro feriti gravi. Stava per scadere il suo contratto. Mobilitati centinaia di agenti. Lei si è suicidata
Un assist per Marine Le Pen
Un assist per Marine Le Pen
Perizia psichiatrica per la leader dell'estrema destra francese, rea di avere pubblicato esecuzioni avvenute nei Paesi islamici. Ma il rischio è che diventi una vittima del "politically correct". Libertà di espressione in pericolo
Medellin, chiuso museo dedicato ad Escobar
Medellin, chiuso museo dedicato ad Escobar
Mancano i permessi ma le sale non distanti dall'aeroporto sono una meta turistica obbligata. Foto, ricordi, persino una motocicletta per ricordare il narcos e il puri-assassino zar della droga