Ha un nome la Lady Shopping di Harrods

| Zamira Hajiyeva ha speso 1,6 milioni di sterline in 10 anni: su di lei è scattata un’indagine del fisco inglese per capire come abbiano fatto lei e il marito (in galera) ad accumulare tanta ricchezza

+ Miei preferiti
L’impresa di “Wife A”, come la stampa britannica l’aveva ribattezzata, ha fatto il giro del mondo: in dieci anni di onorato shopping, la misteriosa “sciura” è riuscita a spendere 1,6 milioni di sterline (4.000 al giorno) da “Harrods”, il più celebre e antico grande magazzino di Londra. Un vero talento, anche considerando i prezzi non proprio a buon mercato del department store londinese.

Una notizia che a molti aveva scatenato una forte dose di invidia, ma che soprattutto aveva acceso gli allarmi della “National Crime Agency”, agenzia britannica specializzata nei reati di natura fiscale ed economica. Pochi gli elementi dati in pasto ai media: si tratta di una signora, moglie di un potente ex papavero di una banca extraeuropea casualmente in carcere, condannato a 15 anni per frode e appropriazione indebita e costretto a risarcire la banca con 29 milioni di dollari. La signora, titolare di 35 carte di credito, viaggia solo su jet privati e tempo fa si era già meritata gli onori delle cronache per qualche sfizio di troppo: 150mila sterline per un gioiellino luccicante, con qualche brillantino sopra, e un carico di vini pregiati per rimpolpare la cantina, al costo di 1.800 sterline. Per finire in bellezza, la coppia sarebbe anche proprietaria di svariati immobili e campi da golf sul suolo anglosassone per un patrimonio totale di 22 milioni di sterline. Fra questi, un elegante appartamento a Walton Street, nel cuore di Knightsbridge, guarda caso a pochi passi da Harrods, acquistato attraverso una società con sede nelle Isole Vergini.

Insomma, uno svolazzo di banconote che ha catalizzato l’attenzione degli agenti della “NCA”, che sospettando manovre illecite e riciclaggio hanno deciso di vederci chiaro.

Invitata a presentare qualche foglio che dimostri da dove arriva il fiume di soldi, Lady Shopping ha scelto la linea dura, rivolgendosi all’Alta Corte Britannica per ottenere la dispensa dall’obbligo di fornire documenti. Ma in cambio ha ottenuto un secco no. Poche ore fa, i mastini dei tabloid britannici sono riusciti a scoprire l’identità della signora: Zamira Hajiyeva, 55 anni, originaria dell’Azerbaigian, moglie di Jahangir Hajiyev, ex presidente della banca internazionale dell’ex repubblica sovietica.

Il caso della signora è anche il primo dall’introduzione dell’UWO (Unexplained Wealth Orders), la recentissima legge anticorruzione varata nel Regno Unito che consente di confiscare beni la cui provenienza non è giustificata. Una legge che non a caso punta a colpire gli oligarchi russi e dare filo da torcere ad un sistema di riciclaggio che ha come sfondo il Regno Unito, valutato in 90 miliardi di sterline ogni anno.

Mondo
Gemma ha perso la sua battaglia
Gemma ha perso la sua battaglia
La storia di una ragazza inglese aveva commosso perfino Kate Winslet: aveva scelto di rinunciare alle cure per un tumore, preferendo mettere al mondo la piccola Penelope
L'Arabia ammette: Khashoggi è morto
L
Messo sotto pressione, il governo di Riyadh ha ammesso la morte del giornalista. Mentre i media turchi svelano, uno per uno, nomi e ruoli della squadra che si sarebbe occupata di eliminare il giornalista dissidente
Lucy, che voleva vivere
Lucy, che voleva vivere
Ha raccontato la sua battaglia contro un male che la divorava, chiedendo soldi per continuare le cure e salvarsi. Ma qualcuno si è accorto che qualcosa non andava…
Uccisa dal branco per aiutare un amico
Uccisa dal branco per aiutare un amico
Aveva tentato di dare una mano ad un amico, ma è stata uccisa alla periferia di Città del Capo dopo ore di barbarie subite da un branco assetato di sangue
Condanna mite per il cannibale russo
Condanna mite per il cannibale russo
Dopo aver massacrato la fidanzata con 129 coltellate ha banchettato mangiandole cuore e polmoni
Attentato con 600 vittime, giustiziato organizzatore
Attentato con 600 vittime, giustiziato organizzatore
Le autorità hanno fucilato Hassan Adan Isaq, 23 anni, esponente di al-Shabaab, uno dei responsabili dell"11 settembre somalo". Ma la gente è delusa: "Paga solo uno, e gli altri?"
Trump avverte: per la morte di Khashoggi ci saranno conseguenze
Trump avverte: per la morte di Khashoggi ci saranno conseguenze
Se fosse accertato che dietro l’uccisione del giornalista ci fosse Riad, l’America è pronta a decidere “punizioni severe”. Imbarazzo dei leader mondiali: a breve Riad ospiterà il forum economico internazionale
Facebook, attacco hacker a 29 milioni di profili
Facebook, attacco hacker a 29 milioni di profili
Rubati, attraverso le liste di amici, i token di accesso. Attacco non ha coinvolto Instagram e le chat
Il bianconero che la Juve non conosce
Il bianconero che la Juve non conosce
Per oltre un anno, Dionicio Farid Rodriguez Duran ha fatto credere di essere stato ingaggiato dalla società torinese. E in Messico era diventato un vero divo
Terrore a Barkan, uccisi due israeliani
Terrore a Barkan, uccisi due israeliani
Le forze di sicurezza cercano un palestinese di 23 anni che ha sparato contro i lavoratori di una fabbrica in Cisgiordania. Ferita grave anche una donna. il governo: "Atto terroristico"