Il peso specifico degli Omarosa tapes

| La nuova tegola sulla testa di Trump sono le rivelazioni dell’ex responsabile delle relazioni pubbliche della White House. A dare forza alle sue accusa alcune registrazioni segrete

+ Miei preferiti
I 513 mq della “Situation Room” sono uno degli angoli della Casa Bianca più inaccessibili al mondo esterno: lì dentro si gestiscono le più delicate operazioni di intelligence, un luogo ultrasicuro in cui è rigorosamente vietato introdurre qualsiasi tipo di apparecchio elettronico. È la stanza, per capirci, da cui Obama e il suo staff seguirono in diretta le fasi dell’attacco sferrato dai Navy Seal al rifugio segreto di Osama Bin Laden.

È proprio lì che Omarosa Manigault Newman, ormai ex consigliera della “White House”, ha registrato di nascosto le fasi del suo licenziamento dall’ufficio relazioni pubbliche dello staff presidenziale. Una vistosa violazione dei protocolli di sicurezza, da cui lei si difende affermando di non essere la sola: “Alla Casa Bianca tutti mentono su tutto. Mente Trump al popolo americano e mente la sua portavoce Sarah Sanders quando si presenta davanti al paese. Bisogna imparare in fretta a difendersi da soli, altrimenti si rischiano decine di pugnalate alle spalle”.

Due registrazioni che suonano come una sonora vendetta, diffuse dalla “NBC” e diventate l’ennesima grana a pesare sulle spalle di Donald Trump, ancora alle prese con i nastri sequestrati negli uffici del suo avvocato, in cui si sente il presidente discutere come e con quanto denaro assicurarsi il silenzio di Karen McDougal, l’ex coniglietta di “Playboy” compagna di giochi proibiti mentre Melania era a casa con il figlio nato da poco.

Nel primo audio di Omarosa, ex concorrente del programma “The Apprentice”, classe 1974, assunta nello staff elettorale di Trump per fare breccia nell’elettorato afroamericano, il capo di gabinetto John Kelly parla di “importanti problemi di integrità”, e la invita alle dimissioni “per evitare conseguenze legali che potrebbero incuriosire la corte marziale”. La donna ha raccontato di essere stata condotta nella Situation Room: “Hanno bloccato le porte e iniziato subito dopo a minacciarmi e intimorirmi”. Un tentativo di intimidazione pubblicato con dovizia di particolari in “Unhinged: an insider’s account of the Trump White House”, il libro in cui Omarosa racconta la sua esperienza alla Casa Bianca, definendo se stessa “complice involontaria di un presidente razzista, bigotto e misogino, le cui facoltà mentali si stanno deteriorando velocemente”. Uno che più volte l’ha definita “N-world”, definizione dell’impronunciabile “Nigger”, oltre ad aggettivi come “una piccola donna spregevole, perdente, poco intelligente, antipatica a tutti, assenteista e perennemente scontenta”.

Nel secondo audio, ancora una volta diffuso dalla NBC, si sente la voce di Omarosa minacciare Trump di “vuotare il sacco”. E non è finita: nelle mani di Omarosa ci sarebbe anche una telefonata con Ivanka e Jared Kusher, rispettivamente la figlia prediletta del tycoon e suo marito.

Galleria fotografica
Il peso specifico degli Omarosa tapes - immagine 1
Il peso specifico degli Omarosa tapes - immagine 2
Il peso specifico degli Omarosa tapes - immagine 3
Mondo
SOS dall'Oceano Indiano, navigatore solitario ferito
SOS dall
L'imbarcazione "Thuriya" dell'indiano Abhilash Tomy investita dalla tempesta è alla deriva nell'Oceano Indiano. Ha riportato una lesione alla schiena e non può muoversi per alimentarsi, prigioniero nello scafo. I soccorsi
Orrore nella casa delle bambole
Orrore nella casa delle bambole
Infermiera accoltella tre bimbi e quattro adulti in una clinica clandestina di New York. Sono gravi. Scoperta la rete dell'immigrazione clandestina, donne asiatiche partoriscono per avere la cittadinanza Usa. La mano del racket
L'angosciante delitto del catamarano
L
Isabella Hellman, 41 anni, nel 2017 scomparve nel naufragio di uno yacht al largo di Cuba. Il marito si salvò ma adesso è accusato di omicidio. Movente, il patrimonio di lei. L'FBI ha trovato le sue ultime lettere
Tragedia Venezuela
agonia di un popolo distrutto dal chavismo
Tragedia Venezuela<br>agonia di un popolo distrutto dal chavismo
Ospedali al collasso, epidemie fuori controllo, malati abbandonati, mancano farmaci e non si opera più. La gente cerca cibo tra i rifiuti, emigrazione fuori controllo, scioperi continui. L'indifferenza di Maduro
Libia, verso l'offensiva finale
Libia, verso l
Nelle ultime ore 15 morti nello scontro tra fazioni rivali, già 112 morti in meno di un mese. L'esercito di Haftar si sta rafforzano in vista dello scontro finale per il controllo della Libia
"Terroristi addestrati in Arabia Saudita"
"Terroristi addestrati in Arabia Saudita"
Il governo iraniano accusa Gran Bretagna e Arabia Saudita per l'attentato armato a una parata militare, in cui sono state uccise 24 persone e ferite 20. tra le vittime, 10 pasdaran e alcuni bambini
Miss Rihanna, ambasciatrice delle Barbados
Miss Rihanna, ambasciatrice delle Barbados
Non è la solita carica onorifica che vale più che altro in immagine, ma un incarico pieno, con il potere di siglare trattati internazionali
QUANDO IL KILLER È UNA DONNA
QUANDO IL KILLER È UNA DONNA
Una 26enne apre il fuoco con una pistola contro gli ex colleghi di un centro commerciale del Maryland. Tre morti e quattro feriti gravi. Stava per scadere il suo contratto. Mobilitati centinaia di agenti. Lei si è suicidata
Un assist per Marine Le Pen
Un assist per Marine Le Pen
Perizia psichiatrica per la leader dell'estrema destra francese, rea di avere pubblicato esecuzioni avvenute nei Paesi islamici. Ma il rischio è che diventi una vittima del "politically correct". Libertà di espressione in pericolo
Medellin, chiuso museo dedicato ad Escobar
Medellin, chiuso museo dedicato ad Escobar
Mancano i permessi ma le sale non distanti dall'aeroporto sono una meta turistica obbligata. Foto, ricordi, persino una motocicletta per ricordare il narcos e il puri-assassino zar della droga