Kabul: uccisi tre terroristi, 18 morti e 126 feriti

| Operazione anti-terrorismo finita. Nessun ancora in vita nelle stanze del primo piano, mentre le fiamme hanno distrutto l'albergo. 14 vittime sono straniere, 4 afghane. Rivendicazione dei Talebani: "Uccisi militari e mercenari"

+ Miei preferiti
l ministero dell'Interno afghano ha reso noto un nuovo bilancio ufficiale, ma non definitivo, dell'attacco dei talebani all'Hotel Intercontinental di Kabul, quantificando le vittime in 18, quattro afghani e 14 straniere. Tre delle vittime afghane sono state già identificate in responsabili governativi nazionali e provinciali, mentre per quanto riguarda quelle straniere è stata la compagnia aerea afghana Kam Air ad indicare di aver perduto undici dipendenti, mentre otto risultano dispersi.
I talebani afghani hanno rivendicato l'attacco portato ieri sera da un commando armato all'Hotel Intercontinental di Kabul, sostenendo che esso ha provocato "decine di vittime fra nemici stranieri e loro mercenari". In un tweet in inglese il portavoce Zabihullah Mujahid ha precisato che l'operazione è stata condotta da 5 mujaheddin e che nell'albergo era in corso un incontro fra responsabili militari stranieri e personalità del governo afghano.


L'attacco terroristico all'Hotel Intercontinental di Kabul è terminato poco prima delle 10 locali (le 6,30 italiane). Lo ha annunciato un portavoce del ministero dell'Interno nella capitale afghana. Anche se pochi minuti dopo l'annuncio gli inviati di due tv afghane, 1TvNews e Tolo, hanno fatto sapere che "si sentono ancora spari ed esplosioni" Tre assalitori sono stati uccisi e 126 persone tratte in salvo, fra cui 41 stranieri. I morti sono invece cinque, sei i feriti. I vigili del fuoco sono ora al lavoro per spegnere l'incendio provocato ieri da una esplosione nella prima fase dell'attacco.nIn un'ala del primo piano si è sparato ancora sino all'alba. Le strade principali che portano all'hotel sono state chiuse. L'albergo si trova su una collina a ovest della capitale afghana e, dopo un attentato nel 2011, era sotto sorveglianza speciale. L'Intercontinental, dove si svolgono spesso incontri internazionali, ha ospitato questa mattina una conferenza sugli investimenti cinesi in Afghanistan. Secondo fonti di intelligence, non ci sarebbero italiani coinvolti.

La ricostruzione. Gli agenti del National Directorate of Security afghano hanno riferito che il quarto piano dell'albergo è in fiamme, mentre i quattro terroristi e gli ostaggi sono rimasti trincerati per ora al secondo piano. Secondo alcuni media, le forze speciali afghane accorse sul posto avrebbero ingaggiato un conflitto a fuoco con gli assalitori. L'Hotel Intercontinental, intanto, è al buio. L'elettricità, secondo media internazionali, è stata fatta saltare all'inizio dell'irruzione attorno alle 21 ora locale (le 17.30 in Italia). Le ambulanze "sono sul posto in attesa del via libera" per far entrare i soccorritori, ha dichiarato il ministro della Sanità afghano Wahid Majrooh. L'incendio, riferiscono fonti ufficiali afghane, sarebbe stato appiccato dai terroristi in una cucina del quarto piano. Giovedì scorso il Dipartimento di Stato Usa aveva diramato un'allerta su possibili, imminenti attacchi contro alberghi a Kabul. In un tweet, il ministero degli Esteri americano scriveva: "Allerta sicurezza a Kabul. Notizie che gruppi estremisti potrebbero preparare un attacco contro hotel a Kabul, come l'hotel Baron vicino all'aeroporto Hamid Karzai". Una persona residente nei pressi dell'hotel, parlando ha detto di aver sentito una “forte esplosione”. "Non so se gli assalitori sono all'interno dell'hotel, ma posso sentire colpi d'arma da fuoco vicino al primo piano", avrebbe raccontato  un ospite, aggiungendo che "siamo nascosti nelle nostre stanze. Chiedo alle forze di sicurezza di aiutarci il prima possibile prima che ci raggiungano e ci uccidano". Un altro avrebbe detto di “sentire il crepitare delle mitragliatrici”. Un altro ancora, citato da Tolo News, avrebbe parlato di "almeno 15 tra morti e feriti". L' Intercontinental è un albergo 5 stelle situato nella zona ovest di Kabul e, nel 1969, è stato il primo hotel di lusso in stile occidentale costruito nella capitale dell’Afghanistan. Ha 200 stanze e ospita molti stranieri. Nel giugno 2011l'attacco più sanguinoso - con modalità che sembrano simili a quelle odierne - a opera di talebani: almeno 9 uomini armati, dopo essersi fatti strada con kamikaze, penetrarono nell'albergo aprendo il fuoco e prendendo ostaggi. Al termine di un assedio durato 5 ore, causarono la morte di 12 persone.

 

Mondo
Satelliti per diffondere la banda larga nel pianeta
Satelliti per diffondere la banda larga nel pianeta
Elon Musk potrà inviare nello spazio 7518 mini satelliti, anche di pochi centimetri, per diffondere la banda larga in tutto il pianeta. Collegati tra loro, consentiranno una copertura globale e non condizionata dal meteo
Afghanistan, strage di poliziotti
Afghanistan, strage di poliziotti
Morti 30 agenti uccisi in un attacco talebano a Farah. L'assedio è durato quattro ore, caduti anche molti miliziani. E' l'ennesima azione dei terroristi contro il governo. Decine di morti in pochi mesi
Il re dell’espresso, la vittima di Melbourne
Il re dell’espresso, la vittima di Melbourne
Titolare del Pellegrini’s Café, locale amatissimo anche da Russel Crowe, Sisto Malaspina è stato accoltellato dal somalo che ha gettato nel panico la centralissima Bourke Street. Era emigrato in Australia a 18 anni
Filippine, suora contestatrice espulsa
Filippine, suora contestatrice espulsa
La religiosa cattolica aveva partecipato ad alcune manifestazione di protesta contro il presidente Duterte. Ora è rientrata in Australia, accolta dal suo ordine
Pakistan: Asia Bibi è libera
Pakistan: Asia Bibi è libera
Assolta in extremis dall’accusa di blasfemia e dalla pena di morte. La donna era stata accusata da alcune colleghe di lavoro
Due bimbi di sette anni abusano di una compagna
Due bimbi di sette anni abusano di una compagna
È accaduto in Australia: vittima una bimba di sei anni, sottoposta a quel che i due suoi compagni di classe avevano appena visto sugli smartphone
La lotta alla droga, un fallimento
La lotta alla droga, un fallimento
Lo dice senza mezzi termini un rapporto dell’International Drug Policy Consortium: politiche sbagliate e nessun effetto tangibile di inversione di tendenza. “È un altro chiodo nella bara della lotta alla droga”
Gemma ha perso la sua battaglia
Gemma ha perso la sua battaglia
La storia di una ragazza inglese aveva commosso perfino Kate Winslet: aveva scelto di rinunciare alle cure per un tumore, preferendo mettere al mondo la piccola Penelope
L'Arabia ammette: Khashoggi è morto
L
Messo sotto pressione, il governo di Riyadh ha ammesso la morte del giornalista. Mentre i media turchi svelano, uno per uno, nomi e ruoli della squadra che si sarebbe occupata di eliminare il giornalista dissidente
Lucy, che voleva vivere
Lucy, che voleva vivere
Ha raccontato la sua battaglia contro un male che la divorava, chiedendo soldi per continuare le cure e salvarsi. Ma qualcuno si è accorto che qualcosa non andava…