Karima contro la Tav: "Progetto vecchio" Foietta: "Fai l'attivista, dati fuorvianti"

| Le dichiarazioni del presidente della Commissione Trasporti al convegno organizzato dal movimento No Tav

+ Miei preferiti
Karima Delli, presidente della commissione trasporti del Parlamento europeo sferra un attacco alla Tav Torino-Lione. L'eurodeputata dei Verdi, dal convegno organizzato dal movimento No Tav. ha detto:  "Il progetto della Torino-Lione è vecchio, non corrisponde più alle necessità di questo momento storico, dove il trasporto merci è calato ed è diventata enormemente importante la questione climatica. Organismi di controllo hanno ribadito a più riprese che è un'aberrazione sia per i costi (dai 12 mld iniziali si è passati a 26), sia per le complicazioni sanitarie dovute al drenaggio delle acque". Replica immediata da parte di Paolo Foietta, commissario di governo per la nuova linea ferroviaria . "Il percorso europeo - dice Foietta a Repubblica - risulta condiviso e coerente, a partire dal Libro bianco sui trasporti del 2011 ed alla conseguente decisione, approvata dal Parlamento Europeo, di 'garantire i cambiamenti strutturali che consentano al trasporto ferroviario di competere efficacemente".

Secca replica di Paolo Foietta, presidente dell'Osservatorio sulla Torino-Lione: "Le dichiarazioni dell'on, Delli non siano 'istituzionali': sono quelle di una parlamentare 'militante', a un convegno No Tav e la qualificano come rappresentante di una forza politica minoritaria in contrasto con le scelte e le decisioni assunte dalla Commissione Europea e dal Parlamento Europeo".

Ancora: "Quando l'on. Delli propone di utilizzare la linea esistente - prosegue Paolo Foietta - pare non conoscere le criticità inemendabili della linea che rende impossibile fare treni lunghi e pesanti e quindi economici e competitivi. La tratta ferroviaria Torino-Lione è stata ormai abbandonata dagli operatori ferroviari moderni, il traffico continua a scendere: oggi il trasporto delle merci ai confini con la Francia è per il 93% fatto dai Tir, determinando lo squilibrio peggiore nelle Alpi". Infine uno strano esposto che accusa i promotori dell0'opera di avere informato male i parlamentari italiani che hanno votato si al progetto nel corso degli anni: "Un'iniziativa più ridicola che minacciosa". E conclude: "Non mi ritengo né preoccupato né intimidito da questa nuova strategia di contrasto all'opera; osservo solo che l'esposto avviene con un ritardo di nove mesi dalle audizioni parlamentari. Se Tartaglia credesse in minima parte a quello che dice, avrebbe senz'altro trasmesso più celermente l'esposto al Tribunale di Roma".


Mondo
Afghanistan, strage di poliziotti
Afghanistan, strage di poliziotti
Morti 30 agenti uccisi in un attacco talebano a Farah. L'assedio è durato quattro ore, caduti anche molti miliziani. E' l'ennesima azione dei terroristi contro il governo. Decine di morti in pochi mesi
Il re dell’espresso, la vittima di Melbourne
Il re dell’espresso, la vittima di Melbourne
Titolare del Pellegrini’s Café, locale amatissimo anche da Russel Crowe, Sisto Malaspina è stato accoltellato dal somalo che ha gettato nel panico la centralissima Bourke Street. Era emigrato in Australia a 18 anni
Filippine, suora contestatrice espulsa
Filippine, suora contestatrice espulsa
La religiosa cattolica aveva partecipato ad alcune manifestazione di protesta contro il presidente Duterte. Ora è rientrata in Australia, accolta dal suo ordine
Pakistan: Asia Bibi è libera
Pakistan: Asia Bibi è libera
Assolta in extremis dall’accusa di blasfemia e dalla pena di morte. La donna era stata accusata da alcune colleghe di lavoro
Due bimbi di sette anni abusano di una compagna
Due bimbi di sette anni abusano di una compagna
È accaduto in Australia: vittima una bimba di sei anni, sottoposta a quel che i due suoi compagni di classe avevano appena visto sugli smartphone
La lotta alla droga, un fallimento
La lotta alla droga, un fallimento
Lo dice senza mezzi termini un rapporto dell’International Drug Policy Consortium: politiche sbagliate e nessun effetto tangibile di inversione di tendenza. “È un altro chiodo nella bara della lotta alla droga”
Gemma ha perso la sua battaglia
Gemma ha perso la sua battaglia
La storia di una ragazza inglese aveva commosso perfino Kate Winslet: aveva scelto di rinunciare alle cure per un tumore, preferendo mettere al mondo la piccola Penelope
L'Arabia ammette: Khashoggi è morto
L
Messo sotto pressione, il governo di Riyadh ha ammesso la morte del giornalista. Mentre i media turchi svelano, uno per uno, nomi e ruoli della squadra che si sarebbe occupata di eliminare il giornalista dissidente
Lucy, che voleva vivere
Lucy, che voleva vivere
Ha raccontato la sua battaglia contro un male che la divorava, chiedendo soldi per continuare le cure e salvarsi. Ma qualcuno si è accorto che qualcosa non andava…
Uccisa dal branco per aiutare un amico
Uccisa dal branco per aiutare un amico
Aveva tentato di dare una mano ad un amico, ma è stata uccisa alla periferia di Città del Capo dopo ore di barbarie subite da un branco assetato di sangue