"L'ho lasciata, il romanticismo s'è spezzato"

| Il capo Ukip Bolton ha chiuso la relazione con la 25enne che aveva insultato Meghan, la prossima sposa del principe Harry: "Non condivido le frasi razziste". Per lei aveva lasciato la moglie. I colleghi di partito vogliono le dimissioni

+ Miei preferiti

"Lei porterà un seme nero nella famgilia reale e avremo una dinastia negroide...". "Lei' è la prossima sposa del principe Harry. Il leader del partito anti-immigrati britannico UK Independence Party, Harry Bolton  ha così annunciato  lasciato la fidanzata "in seguito delle dichiarazioni razziste" ai danni di Meghan Markl, prossima sposa del principe Harry. Bolton, 54 anni, ha deciso di chiudere la relazione con la 25enne Jo Marney, dopo che il "Mail on Sunday" aveva pubblicato messaggi di testo “orrendi e insultanti” destinati ad una "afroamericana dai facili costumi".

“Non difendo in alcun modo queste dichiarazioni… Da ieri sera l’aspetto romantico del nostro rapporto è stato chiuso” ha detto Bolton a ITV. Bolton, che ha preso la guida dell’UKIP a settembre, ha detto che Marney è stata sospesa dal partito. Ieri in molti hanno chiesto le dimissioni del capo di UKIP per il suo stretto rapporto con la ragazza. Secondo il "Mail on Sunday", Marney avrebbe scritto messaggi a un amico lamentando che Markle, attrice americana di origine multirazziale che sposerà Harry a maggio, “contaminerà la nostra famiglia reale con il suo “seme”. “Il prossimo sarà un premier musulmano. E un re nero” ha scritto secondo il Mail on Sunday.

In una nota Marney ha detto che le sue dichiarazioni erano “deliberatamente esagerate per sottolineare un punto”, ma “ammetto in pieno le offese che ho provocato”. Bolton nelle scorse settimane era già finito sui giornali per la sua decisione di porre fine al suo matrimonio per mettersi con Marney. E’ stato bombardato di richieste di dimissioni da terzo leader eletto dell’UKIP dopo le dimissioni di Nigel Farage presentate all'indomani del referendum del 2016 che ha sancito l’uscita di Londra dalla UE. Sarà una maledizione, ma dopo la Brexit, l'UKIP non ne ha più imbroccata una giusta.

Mondo
Satelliti per diffondere la banda larga nel pianeta
Satelliti per diffondere la banda larga nel pianeta
Elon Musk potrà inviare nello spazio 7518 mini satelliti, anche di pochi centimetri, per diffondere la banda larga in tutto il pianeta. Collegati tra loro, consentiranno una copertura globale e non condizionata dal meteo
Afghanistan, strage di poliziotti
Afghanistan, strage di poliziotti
Morti 30 agenti uccisi in un attacco talebano a Farah. L'assedio è durato quattro ore, caduti anche molti miliziani. E' l'ennesima azione dei terroristi contro il governo. Decine di morti in pochi mesi
Il re dell’espresso, la vittima di Melbourne
Il re dell’espresso, la vittima di Melbourne
Titolare del Pellegrini’s Café, locale amatissimo anche da Russel Crowe, Sisto Malaspina è stato accoltellato dal somalo che ha gettato nel panico la centralissima Bourke Street. Era emigrato in Australia a 18 anni
Filippine, suora contestatrice espulsa
Filippine, suora contestatrice espulsa
La religiosa cattolica aveva partecipato ad alcune manifestazione di protesta contro il presidente Duterte. Ora è rientrata in Australia, accolta dal suo ordine
Pakistan: Asia Bibi è libera
Pakistan: Asia Bibi è libera
Assolta in extremis dall’accusa di blasfemia e dalla pena di morte. La donna era stata accusata da alcune colleghe di lavoro
Due bimbi di sette anni abusano di una compagna
Due bimbi di sette anni abusano di una compagna
È accaduto in Australia: vittima una bimba di sei anni, sottoposta a quel che i due suoi compagni di classe avevano appena visto sugli smartphone
La lotta alla droga, un fallimento
La lotta alla droga, un fallimento
Lo dice senza mezzi termini un rapporto dell’International Drug Policy Consortium: politiche sbagliate e nessun effetto tangibile di inversione di tendenza. “È un altro chiodo nella bara della lotta alla droga”
Gemma ha perso la sua battaglia
Gemma ha perso la sua battaglia
La storia di una ragazza inglese aveva commosso perfino Kate Winslet: aveva scelto di rinunciare alle cure per un tumore, preferendo mettere al mondo la piccola Penelope
L'Arabia ammette: Khashoggi è morto
L
Messo sotto pressione, il governo di Riyadh ha ammesso la morte del giornalista. Mentre i media turchi svelano, uno per uno, nomi e ruoli della squadra che si sarebbe occupata di eliminare il giornalista dissidente
Lucy, che voleva vivere
Lucy, che voleva vivere
Ha raccontato la sua battaglia contro un male che la divorava, chiedendo soldi per continuare le cure e salvarsi. Ma qualcuno si è accorto che qualcosa non andava…