La prima afghana della polizia scientifica

| Promossa con altri poliziotti addestrati dai carabinieri nel corso Crine Scene Investigation, una piccola rivoluzione nel mondo di un paese ancora straziato dai conflitti religiosi. Prenderà servizio ad Herat

+ Miei preferiti

E’ terminato oggi il corso di “Crime Scene Investigation” (CSI) con cui quattro poliziotti afgani del comando provinciale di Herat sono stati abilitati alle procedure di investigazione scientifica. Tra questi figura anche una donna, la prima agente “RIS”. Tale presenza, inserita nell’ambito dei progetti gender sostenuti dal contingente italiano in Afghanistan, contribuisce ad incrementare il personale femminile capace di operare in incarichi ad elevata specializzazione nelle istituzioni afghane. 

Il corso CSI – si legge in una nota – si è svolto presso la base italiana di Camp Arena, sede del Train Advise Assist Command West (TAAC-W) ed è stato sviluppato nell’ambito del programma formativo condotto dai carabinieri del Police Advising Team (PAT). Lezioni teoriche sono state alternate ad attività pratiche tenute da due istruttori afgani assistiti dai militari italiani e hanno riguardato principalmente le procedure d’intervento sulla scena del crimine e le modalità di raccolta delle prove. 

L’obiettivo del corso, concordato con i vertici del comando provinciale di Polizia, oltre a quello di formare nuovi investigatori era anche quello di colmare alcuni gap conoscitivi degli istruttori afgani dando loro l’occasione di approfondire le procedure didattiche, sulla base del principio “train the trainers- addestra gli istruttori”. 

Il comandante del 606° Corpo della Polizia afgana, presente alla cerimonia di consegna degli attestati, ha pronunciato parole di ringraziamento per l’impegno del contingente italiano a favore dei propri agenti, evidenziando che il livello di professionalità espresso dalla polizia della provincia di Herat è in costante crescita. Ha, inoltre, chiesto di intensificare ulteriormente le attività addestrative relative alla specifica branca in modo tale da raggiungere, in breve tempo, i livelli di organico sufficienti per poter fronteggiare le esigenze del territorio.

Mondo
I parenti di Brenton Tarrant sotto shock
I parenti di Brenton Tarrant sotto shock
La nonna e lo zio, che vivono a Grafton, in Australia, non si danno pace: “Era cambiato dopo un lungo viaggio in Europa”. L’ultima volta l’avevano visto un anno per un compleanno, “era normale, come sempre”
Strage moschee, sale il numero dei morti
Strage moschee, sale il numero dei morti
Uno dei 36 feriti tutt’ora ricoverati non ce l’ha fatta. Il punto sulle indagini della polizia e del premier Jacinta Arden
L’eroe di Christchurch
L’eroe di Christchurch
Si è lanciato contro l’attentatore, impedendogli di ripetere la strage che aveva appena compiuto nella prima moschea. Rifugiato afghano, racconta di aver agito d’impulso, sperando di salvare più persone possibili
Kalashnikov è diventato un drone
Kalashnikov è diventato un drone
L’azienda che porta il nome dell’inventore dell’AK-47 ha appena presentato un drone militare: può portare 3 kg di esplosivo a 130 km/h. Per gli esperti sono le prime avvisaglie della guerra tecnologica 3.0
Rom, apolidi e incontrollabili
Rom, apolidi e incontrollabili
Secondo il Cir, il nuovo decreto sicurezza allunga i tempi per ottenere la cittadinanza italiana sino a 4 anni. I Rom bloccati in un limbo
Manager Huawei fa causa al Canada
Manager Huawei fa causa al Canada
Gli Usa pronti a chiederne l'estradizione. La rabbia dei cinesi: "Grave incidente diplomatico". Meng Whanzou accusata di avere violato le sanzioni all'Iran
Vola per vent’anni senza brevetto
Vola per vent’anni senza brevetto
Non riuscendo a completare gli studi per diventare pilota di linea, si è inventato la documentazione fino ad essere assunto come copilota. È stato beccato per aver fatto strane manovre in volo
Come ti violento la bisnonna
Come ti violento la bisnonna
Una donna sudafricana di 96 anni ripetutamente abusata da due nipoti minorenni: scoperti una prima volta e perdonati, i fratelli hanno continuato a fare sesso con l’anziana parente fino all’arresto
Violentata sotto anestesia
Violentata sotto anestesia
Una giovane donna russa si è risvegliata dopo l’intervento mentre il medico la stava violentando. L’ha denunciato e trascinato in tribunale, rinunciando anche al diritto di anonimato
George Pell in carcere
George Pell in carcere
Revocata la libertà su cauzione, l’alto prelato attenderà in un carcere di Melbourne la sentenza con la pena da scontare. Rischia fino a 50 anni di galera