La strana morte del capo del GRU

| Igor Korobov, 63 anni, è deceduto a seguito di una malattia: per l’intelligence americana sarebbe morto all’inizio dell’anno in Libano. Sulle sue spalle era ricaduta la colpa della scombicchierata operazione contro Skripal

+ Miei preferiti
È avvolta nel mistero, e così è probabilmente destinata a rimanere, la morte di Igor Korobov, capo del GRU, l’intelligence militare russa. Accompagnata da una scarna spiegazione, “una lunga e grave malattia” e da un elogio, “Un figlio fedele della Russia e un patriota”, la notizia è stata data all’agenzia “Ria Noviosti” da un portavoce del ministero della difesa. I rapporti ufficiali raccontano che Korobov sarebbe morto nella sua abitazione, nei dintorni di Mosca, anche se per la “Stratfor”, una società di intelligence americana, Korobov sarebbe in realtà morto all’inizio dell’anno in Libano, e la notizia secretata fino a nuovo ordine.

Secondo voci non confermate, Korobov era stato ritenuto responsabile direttamente da Putin della sciagurata operazione che riguardava l’ex agente segreto doppiogiochista Sergej Skripal e sua figlia Julia, culminata invece con la morte di Dawn Sturgess e i gravi danni riportati dal marito, Charlie Rowley, due cittadini inglesi, entrambi vittime di contaminazione da “Novichok, un agente nervino letale che hagettato lo scompiglio nella cittadina di Salisbury e inasprito i rapporti fra Regno Unito e Russia. Un caso per cui il capo del GRU era ormai prossimo alle dimissioni.

Igor Korobov, 63 anni, era entrato nell’esercito russo nel lontano 1973, per passare un decennio dopo nell’intelligence militare del GRU, di cui nel 2016 era diventato direttore, in sostituzione di Igor Sergun, anche lui morto all’improvviso. Più volte insignito con le più alte onorificenze russe, Korobov era finito nella lista dei 100 funzionari espulsi dagli Stati Uniti per le presunte ingerenze nelle elezioni presidenziali del 2016.

Ad assumere il posto di Korobov è stato nominato ad interim il suo braccio destro, il vice ammiraglio Igor Kostyukov. Il GRU, acronimo di “Glavnoe razvedyvatel’noe upravlenie”, è il servizio d’informazione militare russo che svolge anche compiti di guardia di frontiera terrestre e marittima. Fondato nel 1918 da Lenin e rimasto nell’ombra fino agli anni della “Perestrojika”, possiede centrali operative in tutto il mondo.

Mondo
Si uccide a 14 anni, vittima del bullismo
Si uccide a 14 anni, vittima del bullismo
Una studentessa australiana si è tolta la vita dopo mesi di angherie e violenze: pochi istanti prima di farla finita ha postato un messaggio straziante
L’ultima scalata di Bikini Climber
L’ultima scalata di Bikini Climber
È stata trovata morta per ipotermia la giovane taiwanese stella dei social che scavala le montagne in bikini
Studentessa israeliana uccisa in Australia
Studentessa israeliana uccisa in Australia
Aiia Maasarwe, 21 anni, stava rientrando a casa parlando al telefono con la sorella quando è stata aggredita. Il suo corpo è stato ritrovato il mattino successivo: ondata di sdegno in tutto il paese
ONU, un sondaggio rivela le molestie
ONU, un sondaggio rivela le molestie
A renderlo noto è stato il segretario generale Antonio Gutierrez, che in una lettera ha svelato i risultati inquietanti e promesso tolleranza zero
La cena è insipida, uccide il marito
La cena è insipida, uccide il marito
In un’improvvisa esplosione di violenza, una donna ha ucciso nel sonno il marito che l’aveva umiliata davanti ai loro ospiti. Ma in Russia è polemica per una decisione della polizia
Senzatetto muore nel cassonetto degli abiti usati
Senzatetto muore nel cassonetto degli abiti usati
Non sarebbe la prima vittima di un sistema di sicurezza che intrappola chi tenta di recuperare qualcosa per ripararsi dal freddo. Diverse vittime in Canada
Thailandia, la strage sulle strade
Thailandia, la strage sulle strade
Una vera pandemia: 30mila morti ogni anno, con picchi nella settimana più pericolosa, quella fra il 27 dicembre e il 2 gennaio, che quest’anno sono costate la vita a quasi 500 persone
La storia di Mamma Leonessa
La storia di Mamma Leonessa
Una donna ha salvato la figlia sequestrata da tre balordi che volevano abusarne. Uno è morto, gli altri due sono finiti in galera per trent’anni
La strage sulle strade
La strage sulle strade
Una vera ecatombe: 1,35 di morti ogni anno sulle strade di tuto il mondo, secondo i dati diffusi dall’OMS. In Italia percentuale in discesa
California, incendi domati e 85 morti
California, incendi domati e 85 morti
La pioggia ha aiutato i vigili del fuoco a contenere le fiamme: restano 249 dispersi. La tragedia degli animali sterminati da fumo e fiammea miglia di distanza. Danni incalcolabili