La teoria della fila più veloce

| Odiamo stare in coda, l’ha scritto nero su bianco un professore di Harvard. Che poi si è lanciato in una teoria che ha spiegato così bene il fenomeno, da non arrivare a nessuna nuova verità

+ Miei preferiti
Di Germano Longo

Potevamo chiudere l’anno senza l’ultima delle teorie? Probabilmente no, non sarebbe stato giusto. E allora, dall’alto delle ultimissime ore del 2017, ecco pronta la ricerca di Ryan Buell, nientemeno professore di “Service Management” della Harvard Business School, dove si formano i dirigenti d’azienda inglesi, quelli a cui probabilmente toccherà gestire il dopo Brexit.

Il prof, probabilmente libero da altri impegni, si è messo a studiare uno dei più sfinenti effetti collaterali della società moderna: le file. Ne ha osservate a centinaia, che fosse nei supermercati, ai caselli autostradali, all’ufficio postale e perfino ai controlli aeroportuali, ha preparato e distribuito dei questionari anche online, in cui bisognava simulare di essere in coda e lasciarsi tentare o meno dalla fila a fianco, all’apparenza più veloce, poi ha incrociato i dati.

Innanzi tutto un po’ di teoria, perché ci va: la profonda e serpeggiante avversione per le code è comune a qualsiasi età, dai pensionati che avrebbero tempo da perdere a chi invece tempo non ha e per quello smania. Essere gli ultimi della fila scatena la “last place avversion”, sensazione particolarmente odiata dall’animo umano, che non ama sentirsi quello più lontano dall’obiettivo. Ma si va ben oltre, perché più si ultimi e più la probabilità di cambiare fila diventa probabile.

Proprio su questo dettaglio, si è concentrato il lavoro del professor Buell, che ha terminato la sua ricerca con qualche consiglio utile di sopravvivenza alla fila. Per cominciare, cercare di guardare quella a fianco in modo critico, per capire se realmente procede più velocemente. Quindi tentare semplicemente di distrarsi, magari chiacchierando con qualcuno. Una teoria perfetta, che non aggiunge nulla a quel che già sapevamo. Grazie prof, a buon rendere.

Mondo
La strage sulle strade
La strage sulle strade
Una vera ecatombe: 1,35 di morti ogni anno sulle strade di tuto il mondo, secondo i dati diffusi dall’OMS. In Italia percentuale in discesa
California, incendi domati e 85 morti
California, incendi domati e 85 morti
La pioggia ha aiutato i vigili del fuoco a contenere le fiamme: restano 249 dispersi. La tragedia degli animali sterminati da fumo e fiammea miglia di distanza. Danni incalcolabili
La strana morte del capo del GRU
La strana morte del capo del GRU
Igor Korobov, 63 anni, è deceduto a seguito di una malattia: per l’intelligence americana sarebbe morto all’inizio dell’anno in Libano. Sulle sue spalle era ricaduta la colpa della scombicchierata operazione contro Skripal
Con un coltello nel cranio
Con un coltello nel cranio
Così si è presentato in un pronto soccorso un giovane sudafricano aggredito da una gang. Operato d’urgenza, per sua fortuna non avrà conseguenze future
Australia, omicidio sulla spiaggia del surfisti
Australia, omicidio sulla spiaggia del surfisti
Il mare avrebbe restituito il cadavere di una bimba di nove mesi, probabilmente un sacrificio umano. Arrestati i genitori, due homeless che vivevano su un furgone. Poche ore dopo un nuovo caso, questa volta di violenza domestica
Attentato Kabul, Talebani condannano
Attentato Kabul, Talebani condannano
Attacco suicida in una riunione religiosa, morte 43 persone e 80 feriti. L'esplosione nel Consiglio degli Ulema. Nessuna rivendicazione
10 anni alla scrittrice di romanzi gay
10 anni alla scrittrice di romanzi gay
Una condanna esemplare per l’autrice di un romanzo omosessuale: scatta la reprimenda delle autorità, mentre i social protestano
Satelliti per diffondere la banda larga nel pianeta
Satelliti per diffondere la banda larga nel pianeta
Elon Musk potrà inviare nello spazio 7518 mini satelliti, anche di pochi centimetri, per diffondere la banda larga in tutto il pianeta. Collegati tra loro, consentiranno una copertura globale e non condizionata dal meteo
Afghanistan, strage di poliziotti
Afghanistan, strage di poliziotti
Morti 30 agenti uccisi in un attacco talebano a Farah. L'assedio è durato quattro ore, caduti anche molti miliziani. E' l'ennesima azione dei terroristi contro il governo. Decine di morti in pochi mesi
Il re dell’espresso, la vittima di Melbourne
Il re dell’espresso, la vittima di Melbourne
Titolare del Pellegrini’s Café, locale amatissimo anche da Russel Crowe, Sisto Malaspina è stato accoltellato dal somalo che ha gettato nel panico la centralissima Bourke Street. Era emigrato in Australia a 18 anni