Le mille vite da scrivere di Roving Typist

| Lo chiamano lo "scrittore itinerante", è una figura che si aggira per il Central Park a caccia di storie da trasformare in racconti. Usa una vecchia macchina da scrivere e New York sta letteralmente impazzendo per lui

+ Miei preferiti
Di Davide Cucinotta

La leggenda dice che si chiami C.D. Hermelin, ma nessuno sa se si tratti di un nome vero o di fantasia. Si aggira per il Central Park e altre aree verdi di New York: è magro, con i capelli scuri, un po' allampanato, porta occhiali fuori moda e, cosa più importante, è facile riconoscerlo perché ha sempre con sé una vecchia macchina da scrivere.

Attenzione, in questi difficili meglio fare chiarezza: non si tratta di una segnalazione della polizia di New York, a caccia di uno spietato e pericolosissimo serial killer con l'aria da perfetto "nerd", ma di un tenero ragazzotto che un bel giorno è spuntato dal nulla, si è seduto sulla panchina e ha chiesto a chi aveva accanto: "Se mi dai un'idea ti scrivo una storia". E questo, è esattamente l'inizio di una delle ultime vicende partorite dalla variopinta gente di New York, città dove è onestamente difficile stupirsi e ancora più semplice imbattersi in muscolosi cow boy in mutande, gente che spinge pianoforti a coda lunga in mezzo alla folla formata dai turisti o altri ancora che camminano con tre o quattro gatti appollaiati sulla testa.

C.D., o almeno come si fa chiamare lui, è diventato un caso di cui tutti hanno parlato, intervistato e richiesto dai grandi show televisivi e alla fine perfino protagonista di un cortometraggio diretto dal regista Mark Certosino, dedicato a "Roving Typist", lo scrittore itinerante, come nel frattempo è stato ribattezzato il misterioso e gentile scrittore del Central Park. Una storia in cui, come spesso accade, chi voleva ci ha visto una forma di protesta verso l'appiattimento dei media, la mancanza di lavoro, la crisi e perfino la solitudine. E dire che lui, C.D. Hermelin, quando gli chiedono da dove arrivi e chi sia, si limita a rispondere "sono un scrittore che ha deciso di mettersi a disposizione di chi vuole salvare una storia". Punto e basta.

La cosa funziona così: basta concordare il racconto, di qualsiasi tipo, e lui si preoccupa di metterlo giù in forma corretta, consegnandolo su due paginette battute rigorosamente sulla vecchia macchina da scrivere che ricorda tanto i cronisti di un tempo. Tutto ufficialmente per 10 dollari, anche se qualsiasi somma superiore è ben gradita.

E talmente ampia è diventata la sua fama fra i frequentatori dei parchi newyorkesi, che ormai è facile individuare la panchina su cui si è fermato: basta seguire la folla di persone in attesa del proprio turno. Tutti con una storia da raccontare allo scrittore del parco.

Mondo
Condanna mite per il cannibale russo
Condanna mite per il cannibale russo
Dopo aver massacrato la fidanzata con 129 coltellate ha banchettato mangiandole cuore e polmoni
Attentato con 600 vittime, giustiziato organizzatore
Attentato con 600 vittime, giustiziato organizzatore
Le autorità hanno fucilato Hassan Adan Isaq, 23 anni, esponente di al-Shabaab, uno dei responsabili dell"11 settembre somalo". Ma la gente è delusa: "Paga solo uno, e gli altri?"
Trump avverte: per la morte di Khashoggi ci saranno conseguenze
Trump avverte: per la morte di Khashoggi ci saranno conseguenze
Se fosse accertato che dietro l’uccisione del giornalista ci fosse Riad, l’America è pronta a decidere “punizioni severe”. Imbarazzo dei leader mondiali: a breve Riad ospiterà il forum economico internazionale
Facebook, attacco hacker a 29 milioni di profili
Facebook, attacco hacker a 29 milioni di profili
Rubati, attraverso le liste di amici, i token di accesso. Attacco non ha coinvolto Instagram e le chat
Il bianconero che la Juve non conosce
Il bianconero che la Juve non conosce
Per oltre un anno, Dionicio Farid Rodriguez Duran ha fatto credere di essere stato ingaggiato dalla società torinese. E in Messico era diventato un vero divo
Ha un nome la Lady Shopping di Harrods
Ha un nome la Lady Shopping di Harrods
Zamira Hajiyeva ha speso 1,6 milioni di sterline in 10 anni: su di lei è scattata un’indagine del fisco inglese per capire come abbiano fatto lei e il marito (in galera) ad accumulare tanta ricchezza
Terrore a Barkan, uccisi due israeliani
Terrore a Barkan, uccisi due israeliani
Le forze di sicurezza cercano un palestinese di 23 anni che ha sparato contro i lavoratori di una fabbrica in Cisgiordania. Ferita grave anche una donna. il governo: "Atto terroristico"
Cina: alla fiera dei cuori solitari
Cina: alla fiera dei cuori solitari
Una curiosa deriva della società cinese: genitori che si incontrano nei parchi, scambiandosi notizie sui propri figli a scopo matrimonio
La misteriosa scomparsa di Jamal Khashoggi
La misteriosa scomparsa di Jamal Khashoggi
Scambio di accuse fra la Turchia e l’Arabia Saudita sulla sorte del giornalista, firma del Washington Post. Secondo una ricostruzione considerata attendibile, sarebbe stato ucciso all’interno del consolato saudita
Morire per un selfie
Morire per un selfie
Dal 2011 oltre 250 morti in tutto il mondo per catturare un'immagine spettacolare da postare sui social. In Russia e India il maggior numero di casi. Travolti dalle onde, precipitati nel vuoto, investiti da treni e auto. Fenomeno in aumento