Litigano in volo, l’aereo costretto ad atterrare

| Il violento alterco di una coppia inglese ha costretto il comandante ad un atterraggio di emergenza: un tribunale inglese sta per emettere una sentenza che si teme avrà pesanti conseguenze economiche

+ Miei preferiti
Il volo “Jet2” era partito regolarmente da Londra con destinazione Canarie: tutto in orario, passeggeri sistemati, tempo ottimo per volare. All’improvviso, però, fra le file scatta una lite furibonda e il pilota è costretto a un atterraggio di emergenza. A costringere alla manovra imprevista una coppia di coniugi, Pauline Gordon, 66 anni, e Ronald St. Ville, di 53. Lei, poco dopo la partenza, si era trovata fra le mani il cellulare del marito, e dopo aver letto o visto qualcosa di non meglio precisato, ha perso letteralmente le staffe. Ne è scaturita una lite furibonda che neanche le hostess sono riuscite a sedare: Ronald minacciava di picchiare la moglie, e lei per contro lo menava di brutto.

Dopo diversi minuti di scompiglio, il personale di bordo ha avvisato il comandante di una situazione che rischiava di mettere a rischio l’incolumità degli altri passeggeri, e questo ha deciso per un atterraggio di emergenza in Portogallo. Ad attendere la coppia, ai piedi della scaletta, c’era la polizia, che ha denunciato entrambi.

Un episodio accaduto un anno fa esatto, che si sta concludendo proprio in questi giorni con un processo che oltre ad una probabile lieve condanna, avrà quasi certamente pesantissime conseguenze economiche, poiché l’atterraggio di emergenza ha avuto un costo per la compagnia, oltre a causare disagio agli altri passeggeri. In compenso, la coppia sembra aver ritrovato l’armonia: entrambi si dichiarano innocenti.

Lapidario il commento di Phil Ward, amministratore delegato della Jet2: “Come compagnia aerea a misura di famiglia adottiamo un approccio di tolleranza zero verso i comportamenti che disturbano la quiete dei passeggeri duranti i nostri voli, e siamo intenzionati a intraprendere tutti i passi necessari per recuperare le perdite dovute al comportamento inaccettabile della coppia”.

Mondo
Afghanistan, strage di poliziotti
Afghanistan, strage di poliziotti
Morti 30 agenti uccisi in un attacco talebano a Farah. L'assedio è durato quattro ore, caduti anche molti miliziani. E' l'ennesima azione dei terroristi contro il governo. Decine di morti in pochi mesi
Il re dell’espresso, la vittima di Melbourne
Il re dell’espresso, la vittima di Melbourne
Titolare del Pellegrini’s Café, locale amatissimo anche da Russel Crowe, Sisto Malaspina è stato accoltellato dal somalo che ha gettato nel panico la centralissima Bourke Street. Era emigrato in Australia a 18 anni
Filippine, suora contestatrice espulsa
Filippine, suora contestatrice espulsa
La religiosa cattolica aveva partecipato ad alcune manifestazione di protesta contro il presidente Duterte. Ora è rientrata in Australia, accolta dal suo ordine
Pakistan: Asia Bibi è libera
Pakistan: Asia Bibi è libera
Assolta in extremis dall’accusa di blasfemia e dalla pena di morte. La donna era stata accusata da alcune colleghe di lavoro
Due bimbi di sette anni abusano di una compagna
Due bimbi di sette anni abusano di una compagna
È accaduto in Australia: vittima una bimba di sei anni, sottoposta a quel che i due suoi compagni di classe avevano appena visto sugli smartphone
La lotta alla droga, un fallimento
La lotta alla droga, un fallimento
Lo dice senza mezzi termini un rapporto dell’International Drug Policy Consortium: politiche sbagliate e nessun effetto tangibile di inversione di tendenza. “È un altro chiodo nella bara della lotta alla droga”
Gemma ha perso la sua battaglia
Gemma ha perso la sua battaglia
La storia di una ragazza inglese aveva commosso perfino Kate Winslet: aveva scelto di rinunciare alle cure per un tumore, preferendo mettere al mondo la piccola Penelope
L'Arabia ammette: Khashoggi è morto
L
Messo sotto pressione, il governo di Riyadh ha ammesso la morte del giornalista. Mentre i media turchi svelano, uno per uno, nomi e ruoli della squadra che si sarebbe occupata di eliminare il giornalista dissidente
Lucy, che voleva vivere
Lucy, che voleva vivere
Ha raccontato la sua battaglia contro un male che la divorava, chiedendo soldi per continuare le cure e salvarsi. Ma qualcuno si è accorto che qualcosa non andava…
Uccisa dal branco per aiutare un amico
Uccisa dal branco per aiutare un amico
Aveva tentato di dare una mano ad un amico, ma è stata uccisa alla periferia di Città del Capo dopo ore di barbarie subite da un branco assetato di sangue