Maduro euforico, opposizione in carcere

| L'Assemblea Nazionale chiede notizie su Juan Requesens, il parlamentare arrestato dalla Sebin nella notte di sabato. Condanna unanime e solidarietà da molte nazioni per la repressione in corso

+ Miei preferiti

Il presidente Nicolas Maduro è in preda a una strana euforia. Questa volta l’attentato, quello di sabato con i droni esplosivi, uno vero finalmente, dopo mille false allarmi, l’ha subito. Certo, non è stato granchè, sotto il profilo logistico. La gente non ce la fa a tirare avanti, con l’inflazione si crepa di fame, e questa è la vera emergenza nazionale, ma tanto è bastato per scatenerà un’offensiva di violenza mai vista contro l’opposizione. E un parlamentare, Juan Requesens, è stato arrestato dalla polizia segreta ed è letteralmente sparito nel nulla. Intanto l ’Assemblea Nazionale (NA) ha approvato in sessione straordinaria un accordo per respingere "le azioni arbitrarie ordinate dal Presidente Nicolás Maduro contro i deputati Juan Requesens e Julio Borges". I mandati d'arresto, ha denunciato l’AN, "prevalgono sull'immunità parlamentare degli interessati" (di cui all'articolo 200 della Costituzione), e "violano" le istituzioni del legislatore. 

Durante la sessione, il secondo vicepresidente dell'Assemblea nazionale, Enrique Márquez, ha denunciato che più di 36 ore dopo la "scomparsa forzata" dei parlamentari, né i parenti né gli avvocati sono stati autorizzati a conoscere le condizioni di detenzione del deputato. 

L'arresto del parlamentare di Primero Justicia è una risposta ad un'azione premeditata del governo, dato che, secondo lui, "pochi minuti dopo il discorso di Maduro" -dove ha accusato entrambi i deputati di essere coinvolti in quello che l'esecutivo ha chiamato assassinio, ”la cattura del parlamentare è stata effettuata". 

La sorella Rafaela Requesens, presidente della Federazione dei Centri Universitari dell'Università Centrale del Venezuela (FCU-UCV), ha condannato l'arresto di suo fratello, “un giovane che si batte per tutti i venezuelani”. A nome del fratello, Requesens ha chiesto all’opposizione e di continuare a combattere "perché stanno per cadere. Il destino del Venezuela è la libertà", ha detto. 

Da parte sua, Juan Andrés Mejía, deputato dello stato di Miranda, ha condannato l'uso di risorse pubbliche da parte del governo di Nicolás Maduro "per promuovere una campagna per screditare i parlamentare". Egli ha sottolineato che anche in Venezuela "migliaia di persone sono state arrestate senza giustificazione e sono ancora dietro le sbarre.... solo sotto la dittatura sono queste cose possibili".   I rappresentanti diplomatici dell'Unione europea, dei paesi dell'America latina, dell'America settentrionale e dell'Asia erano presenti alla sessione straordinaria di giovedì.

Angel Medina, deputato dell'Assemblea Nazionale (AN), ha annunciato di aver inviato un documento al Consiglio del Parlamento Latinoamericano, a Panama, per denunciare la “detenzione arbitraria" di Requesens. “Arrivano espressioni di solidarietà da tutto il mondo. Quello che è successo è grave", ha detto Medina durante una conferenza stampa prima dell'inizio della sessione straordinaria della NA. 

Mondo
Il peso specifico degli Omarosa tapes
Il peso specifico degli Omarosa tapes
La nuova tegola sulla testa di Trump sono le rivelazioni dell’ex responsabile delle relazioni pubbliche della White House. A dare forza alle sue accusa alcune registrazioni segrete
I tacchi ripieni di suor cocaina
I tacchi ripieni di suor cocaina
Nascondeva nei tacchi delle scarpe un kg di cocaina, la suora fermata all’aeroporto di Sydney che ora rischia una pesante condanna
La stampa straniera sull’inferno di Genova
La stampa straniera sull’inferno di Genova
La tragedia del ponte Morandi che ha colpito al cuore il capoluogo ligure occupa le prime pagine dei siti delle maggiori testate del mondo
Taliban conquistano base miliare
Taliban conquistano base miliare
UccisI una quarantina di soldati governativi nel Nord Afghanistan, in 53 si sono arresi ai guerriglieri
Il flop dei suprematisti bianchi
Il flop dei suprematisti bianchi
Solo una trentina di attivisti di estrema destra alla marcia di Washington un anno dopo gli incidenti di Charlottesville. I contestatori erano più di un migliaio. Un temporale ha poi disperso i seguaci di Jason Kessler
Belgio, picchiati perché gay
Belgio, picchiati perché gay
Grave episodio di omofobia, le vittime, il fumettista italiano Mauro Padovani e il compagno Tom Freeman postano le foto dopo l'aggressione subita dai vicini di casa. Indaga la polizia
Blitz egiziano, uccisi 12 seguaci Isis
Blitz egiziano, uccisi 12 seguaci Isis
Azione in una base terrorista nel Nord del Sinai, ad al-Arish. Trovate armi ed esplosivi
India, ucciso turista francese
India, ucciso turista francese
Nello Stato del Tamil-Nadu, un indiano di cui era ospite ha confessato l'oidio, ha tentato di bruciare il corpo, trovato poi in un canale
Un anno dopo neo-nazi Usa in corteo
Un anno dopo neo-nazi Usa in corteo
Gli attivisti di Unite the Right marciano a Washington in nome della supremazia bianca. Fronteggiati dagli anti-razzisti, si temono incidenti. Trump condanna il razzismo e invita gli americani ad essere uniti
Maduro, violenze contro oppositori
Maduro, violenze contro oppositori
La polizia segreta di Maduro si accanisce contro i parlamentari Requesens e Borges, arrestati dopo l'attentato. Diffuso un video in cui emergono condizioni di grave degrado. Le "ammissioni"