Maduro, la cena di lusso e la vergogna

| Il presidente del Venezuela assomiglia sempre di più a Maria Antonietta. Il popolo muore di fame e lui va in uno dei ristoranti più cari di Istanbul. L'opposizione si scatena: "Lui e la first lady si fanno beffe dei venezuelani"

+ Miei preferiti

Un video che mostra il presidente venezuelano, Nicolás Maduro, mentre si gusta una bistecca che nel suo Paese distrutto dall’inflazione, costerebbe 10 mesi di stipendio. Lui è in Turchia, reduce da un viaggio in Cina in cui è riuscito a strappare un accordo da cinque miliardi di dollari. Ai fornelli uno chef famoso in un dei locali più trendy di Istanbul. Maduro, insieme alla moglie “prima combattente” ha visitato la famosa steakhouse Nusr-Et, metà dei Vip locali e internazionali. Nei video, si vede mentre fuma soddisfatto un sigaro da una scatola con le sue iniziali. Lui e la first lady, Cilia Flores, guardano adoranti il proprietario, Nusret Gökçe, in occhiali scuri e maglietta nera.

Gökçe, un ristoratore di fama mondiale meglio conosciuto con il suo soprannome "Salt Bae”, aveva postato i video sul suo account Instagram, che ha 16 milioni di follower. Poi, dopo le prime polemiche, li ha tolti in fretta e furia. Il presidente s’è giustificato in tv, era "un'opportunità unica nella vita" e ha ringraziato Gökçe per la sua ospitalità, dicendo che sperava di vederlo presto a Caracas.

"Mentre i venezuelani soffrono e muoiono di fame, Nicolás Maduro e Cilia si divertono in uno dei ristoranti più costosi del mondo", ha detto Julio Borges, l'ex presidente in esilio dell'assemblea nazionale controllata dall’opposizione. Una profonda crisi economica segnata da iperinflazione e da una diffusa penuria alimentare ha distrutto il potere di guadagno dei venezuelani, molti dei quali sopravvivono con meno di un dollaro al giorno. Quasi nove famiglie su dieci vivono in povertà, secondo un'indagine del 2017 condotta da tre importanti università. L'87% della popolazione vive in povertà e il 60% delle persone ha preso in media 11 a causa di una dieta priva di proteine, uno dei nutrienti primari contenuti nella carne.

"Mangiare carne e fumare sigari ..con i dollari che si rifiuta di usare per comprare medicine e cibo, ecco il presidente al ”, ha detto l'ex lealista del governo Nicmer Evans, ora leader dell'opposizione del Frente Amplio.

Un pranzo nel ristorante di Gökçe costa tra i 70 e i 250 dollari - equivalente a un salario minimo di due-otto mesi di stipendio in Venezuela. Il senatore repubblicano della Florida Marco Rubio, un critico feroce di Maduro, ha osservato che Gökçe ha anche un ristorante a Miami, che ospita la più grande popolazione di immigrati venezuelani, la maggior parte dei quali ostili a Maduro.

"Non so chi sia questo strambo #Saltbae, ma uomo che è così orgoglioso di ospitare non è il Presidente del Venezuela. In realtà è il dittatore in sovrappeso di una nazione dove il 30% della gente mangia solo una volta al giorno e i bambini soffrono di malnutrizione", ha detto Rubio su Twitter.

Maduro si è avvicinato al presidente turco, Recep Tayyip Erdoğan, poiché i due sono tra i nemici di Washington e sono caduti sotto le sanzioni statunitensi. A luglio, durante una precedente visita a Istanbul, si era vestito da cavaliere ottomano mentre visitava il set di una popolare serie televisiva turca, Resurrection: Ertugrul, che il leader venezuelano ha detto di guardare a casa.

“Il Chavismo sta chiedendo alla Cina di prendere in prestito denaro perché non si possono pagare i debiti ma non si può rinunciare ai ristoranti di lusso", ha scritto l'esperto di social media Luis Carlos Díaz su Twitter in un lato della politica populista di sinistra di Maduro, adottata dal defunto predecessore Hugo Chávez.

Mondo
Gemma ha perso la sua battaglia
Gemma ha perso la sua battaglia
La storia di una ragazza inglese aveva commosso perfino Kate Winslet: aveva scelto di rinunciare alle cure per un tumore, preferendo mettere al mondo la piccola Penelope
L'Arabia ammette: Khashoggi è morto
L
Messo sotto pressione, il governo di Riyadh ha ammesso la morte del giornalista. Mentre i media turchi svelano, uno per uno, nomi e ruoli della squadra che si sarebbe occupata di eliminare il giornalista dissidente
Lucy, che voleva vivere
Lucy, che voleva vivere
Ha raccontato la sua battaglia contro un male che la divorava, chiedendo soldi per continuare le cure e salvarsi. Ma qualcuno si è accorto che qualcosa non andava…
Uccisa dal branco per aiutare un amico
Uccisa dal branco per aiutare un amico
Aveva tentato di dare una mano ad un amico, ma è stata uccisa alla periferia di Città del Capo dopo ore di barbarie subite da un branco assetato di sangue
Condanna mite per il cannibale russo
Condanna mite per il cannibale russo
Dopo aver massacrato la fidanzata con 129 coltellate ha banchettato mangiandole cuore e polmoni
Attentato con 600 vittime, giustiziato organizzatore
Attentato con 600 vittime, giustiziato organizzatore
Le autorità hanno fucilato Hassan Adan Isaq, 23 anni, esponente di al-Shabaab, uno dei responsabili dell"11 settembre somalo". Ma la gente è delusa: "Paga solo uno, e gli altri?"
Trump avverte: per la morte di Khashoggi ci saranno conseguenze
Trump avverte: per la morte di Khashoggi ci saranno conseguenze
Se fosse accertato che dietro l’uccisione del giornalista ci fosse Riad, l’America è pronta a decidere “punizioni severe”. Imbarazzo dei leader mondiali: a breve Riad ospiterà il forum economico internazionale
Facebook, attacco hacker a 29 milioni di profili
Facebook, attacco hacker a 29 milioni di profili
Rubati, attraverso le liste di amici, i token di accesso. Attacco non ha coinvolto Instagram e le chat
Il bianconero che la Juve non conosce
Il bianconero che la Juve non conosce
Per oltre un anno, Dionicio Farid Rodriguez Duran ha fatto credere di essere stato ingaggiato dalla società torinese. E in Messico era diventato un vero divo
Ha un nome la Lady Shopping di Harrods
Ha un nome la Lady Shopping di Harrods
Zamira Hajiyeva ha speso 1,6 milioni di sterline in 10 anni: su di lei è scattata un’indagine del fisco inglese per capire come abbiano fatto lei e il marito (in galera) ad accumulare tanta ricchezza