#MeToo: l'hashtag del momento nato dalla brutta storia di una bimba

| Rilanciato da un'attrice e ormai condiviso da milioni di donne in tutto il mondo, stato creato da un'attivista che da anni si batte per aiutare le donne "sopravvissute" al destino

+ Miei preferiti
Di Davide Cucinotta

Comincia a diventare difficile, senza un archivio organizzato in modo serio, tenere a mente l'elenco delle donne vittime di Harvey Weinstein: le cifre aumentano di ora in ora. Fino a questo momento i calcoli ne danno per certe una quarantina, ma in oltre trent'anni di onorata maialaggine, è quasi matematico che Harvey abbia messo occhi e mani su qualche centinaio di donne, equamente divise fra attrici, aspiranti, segretarie, impiegate e semplici sfortunate, finite al momento giusto nella doccia sbagliata. Alla fine, chissà fra quanto tempo, potrebbe delinearsi addirittura la prima class action sessuale nella storia dell'umanità. Non sarebbe male.

Ma all'orizzonte, per quanto minuscola e quasi impercettibile, una briciola di speranza sembra apparire. Le coraggiose denunce di donne che hanno incastrato il produttore americano, hanno dato la forza a tante altre di raccontare le proprie esperienze, tenute strette per anni come un peso indelebile della memoria. Epicentro di tutto è l'hashtag del momento: #MeeToo, letteralmente, "Io anche".

A riproporlo Alyssa Milano, splendida attrice americana a cui è bastato un post su Facebook e uno su Twitter, per convincere sei milioni di persone a raccontare le proprie esperienze.

In realtà, la campagna "MeToo" esiste da più di un decennio, quando ancora gli hashtag non esistevano: a lanciarla, nel 2007, Tarana Burke, attivista e fondatrice di "Just Be Inc.", un'organizzazione che si occupa di assistere le donne vittime di violenze e abusi sessuali. Da lei stesso definito uno spazio dedicato al "dialogo fra sopravvissute", l'idea di Me Too nasce un giorno del 1996, quando Tarana lavorava in un campeggio: una degli ospiti, una bambina, la avvicina e inizia a raccontarle le mostruosità a cui la costringeva il patrigno da tempo. E più la storia della ragazzina andava avanti, più Tarana avvertiva un senso di impotenza, mescolato alla brutta sensazione di non riuscire a trovare le parole adatte per consolarla, neanche ripeterle "Me too", è successo anche a me.

Il movimento di Tarana nasce esattamente quella sera, con l'idea di aiutare le donne, tantissime, sopravvissute ad abusi ma ugualmente segnate a vita da esperienze che tolgono la pace. Poi sulle cronache mondiali esplode la storia brutta di di Weinstein, e Alyssa Milano ridà fiato ad un hashtag a cui gente normale e stelle come Lady Gaga e Rosario Dawson hanno messo la propria foto sotto al grido di protesta delle troppe donne vittime di uomini sbagliati: Me too, è successo anche a me.

Mondo
Gli attentatori confessano tutto
anche troppo
Gli attentatori confessano tutto<br>anche troppo
Tre arrestati a Caracas, tra cui il capo del commando e due latitanti. Gi 24 persone in carcere per l'attentato con i droni. Il governo accusa Messico, Chile e Colombia di averlo organizzato. Ma i dubbi restano
Nicaragua, il sanguinoso tramonto di Ortega
Nicaragua, il sanguinoso tramonto di Ortega
Ancora scontri a Managua, morto un 16enne e feriti gravi a causa di colpi d'arma da fuoco. In strada squadre di paramilitari. Da gennaio decine di morti. Il regime sandinista in preda alla crisi economica
Riad, nessuna pressione sul petrolio
Riad, nessuna pressione sul petrolio
L'Arabia Saudita risponde a un tweet di Trump che suggeriva un abbassamento dei prezzi del greggio.
SOS dall'Oceano Indiano, navigatore solitario ferito
SOS dall
L'imbarcazione "Thuriya" dell'indiano Abhilash Tomy investita dalla tempesta alla deriva nell'Oceano Indiano. Ha riportato una lesione alla schiena e non pu muoversi per alimentarsi, prigioniero nello scafo. I soccorsi
Orrore nella casa delle bambole
Orrore nella casa delle bambole
Infermiera accoltella tre bimbi e quattro adulti in una clinica clandestina di New York. Sono gravi. Scoperta la rete dell'immigrazione clandestina, donne asiatiche partoriscono per avere la cittadinanza Usa. La mano del racket
L'angosciante delitto del catamarano
L
Isabella Hellman, 41 anni, nel 2017 scomparve nel naufragio di uno yacht al largo di Cuba. Il marito si salv ma adesso accusato di omicidio. Movente, il patrimonio di lei. L'FBI ha trovato le sue ultime lettere
Tragedia Venezuela
agonia di un popolo distrutto dal chavismo
Tragedia Venezuela<br>agonia di un popolo distrutto dal chavismo
Ospedali al collasso, epidemie fuori controllo, malati abbandonati, mancano farmaci e non si opera pi. La gente cerca cibo tra i rifiuti, emigrazione fuori controllo, scioperi continui. L'indifferenza di Maduro
Libia, verso l'offensiva finale
Libia, verso l
Nelle ultime ore 15 morti nello scontro tra fazioni rivali, gi 112 morti in meno di un mese. L'esercito di Haftar si sta rafforzano in vista dello scontro finale per il controllo della Libia
"Terroristi addestrati in Arabia Saudita"
"Terroristi addestrati in Arabia Saudita"
Il governo iraniano accusa Gran Bretagna e Arabia Saudita per l'attentato armato a una parata militare, in cui sono state uccise 24 persone e ferite 20. tra le vittime, 10 pasdaran e alcuni bambini
Miss Rihanna, ambasciatrice delle Barbados
Miss Rihanna, ambasciatrice delle Barbados
Non la solita carica onorifica che vale pi che altro in immagine, ma un incarico pieno, con il potere di siglare trattati internazionali