Quelli che vogliono la Luna

| È ripartita la corsa al satellite più amato dai cuori che palpitano. A muovere un gruppo di paesi l’idea di farne una base di sosta per future missioni spaziali

+ Miei preferiti
Di Germano Longo
Sembrava dimenticata, superata, un satellite del nostro pianeta che piace tanto ai poeti, gli innamorati e i lupi, ma che ormai interessa poco agli astronomi. Alla fine degli anni Sessanta arrivarci era una gara, storicamente vinta dagli americani, che per primi riescono a metterci piede, piantano una bandiera e si consacrano a superpotenza anche al di fuori delle acque territoriali terrestri.

Poi gli obiettivi sono cambiati: tutti verso Marte, l’affascinante pianeta rosso, sistemato a 400 milioni di km dalla Terra e dai costi impegnativi. Così, a quasi cinquant’anni dalla leggendaria passeggiata di Neil Armstrong, in tanti si sono messi a guardare nuovamente verso la Luna.

Esiste un trattato internazionale del 1979 che, a scanso di equivoci, vieta la colonizzazione dei corpi celesti. Un pezzo di carta che tuttavia non impedisce a Stati Uniti, Russia, Cina e Unione Europea di sognare piccoli possedimenti lunari, dove impiantare basi e spedire colonie.

La Nasa si muove si preciso ordine di Trump, che ha espressamente richiesto la creazione di una base, dando perfino una data per la posa del primo astro-mattone: il 2022. Non è da meno la vecchia, cara Europa, che ha in mente addirittura un “Moon Village”, non un parco di divertimenti e neanche un outlet fuorimano, ma una colonia in grado di ospitare alcuni scienziati-cosmonauti. Sulla lista d’imbarco anche i cinesi, ormai pronti a dare il via ai motori del “Chang’e 5”, una sonda che a breve dovrebbe prelevare materiale lunare e riportarlo sulla Terra. E perfino gli indiani stanno facendo le valigie: a primavera partirà un rover con il compito di esplorare la zona sud della Luna, dove è forte la presenza di ghiaccio.

Per finire con la “Rosmocov”, l’agenzia spaziale russa, che si è messa alla ricerca di volontari intenzionati a farsi sparare sulla Luna entro il 2031.

Da cosa nasce tutto questo interesse? Stringendo quanto più possibile il concetto, sono piani di espansione cosmica. L’intenzione di piazzare sulla Luna basi di sosta intermedie che permettano di rendere meno lunghe e difficili le missioni di esplorazione “verso l’infinito, e oltre”.

Mondo
Uno sconosciuto in casa
Uno sconosciuto in casa
Piccolo dramma senza vittime: in Giappone, un giovane vive per cinque mesi nella mansarda dell’appartamento di un’anziana signora che non sospettava nulla
"Ucciso dal Cartello, ha violato le regole"
"Ucciso dal Cartello, ha violato le regole"
Salvatore Ponzo, l'importatore genovese, 36 anni, ucciso in Costarica, non voleva sottostare ai diktat imposti dai coltivatori locali. Comprava i suoi prodotti da aziende fuori dal cartello
Ta o Nil, in Irlanda vince Ta. Sì all'aborto
Ta o Nil, in Irlanda vince Ta. Sì all
Il 70 per cento favorevole all'abograzine dell'articola che prevedeva l'aborto solo in caso di pericolo di vita per la madre. Paese lacerato. No prevalente nelle zone rurali, Si nelle aree urbane
Johnson&Johnson, talco cancerogeno
Johnson&Johnson, talco cancerogeno
Condannata a pagare 25 milioni di dollari a una donna che si ammalò di mesatelioma. Nel talco sotto accusa tracce di asbesto che può causare tumori
Il robot di Amazon che indovina il tuo pensiero
Il robot di Amazon che indovina il tuo pensiero
La funzione vocale Alexa ha registrato - senza autorizzazione - una conversazione tra una coppia Usa e l'ha inviata a una persona inserita nei contatti. "Ehi guarda che ti stanno spiando", l'allarme. Amazon si scusa
La storia di Sophie, che voleva diventare grande
La storia di Sophie, che voleva diventare grande
21 anni, francese, trova lavoro come ragazza alla pari in Inghilterra, ma finisce in un incubo da cui non uscirà più. La prima fase del processo si è chiusa in queste ore: omicidio con l’aggravante della crudeltà
Costarica, torturato e ucciso
Costarica, torturato e ucciso
Il manager trovato morto in una scarpata era stato contattato da una ragazza su Badoo, il sito web per incontri, e poi attirato in un appartamento. Seviziato e poi ucciso, forse a scopo di rapina
"Sono guarita ma recupero difficile"
"Sono guarita ma recupero difficile"
Yulia Skripal, figlia dell'ex spia russa Serghei, dimessa dall'ospedale assieme al padre. Ancora ignoti gli autori dell'avvelenamento con il gas nervino del 4 marzo. "Mio padre sta ancora ancora male"
"Protesta pacifica e rispettosa, multe ingiuste"
"Protesta pacifica e rispettosa, multe ingiuste"
I portavoce di giocatori di football americano che si inginocchiano per protesta durante l'inno Usa, protestano contro le multe alle società: "Espressione democratica del dissenso"
Trump, bello twittare senza controlli
Trump, bello twittare senza controlli
Il presidente Usa usa un telefono solo per i tweet ma privo di qualsiasi protezione anti-hacker. I timori della Security, potrebbe essere attaccato. Ma lui insiste, controlli "scomodi"