Tutti in coda per il curriculum

| È successo a Madrid, dove per rispondere all’annuncio di un albergo bisogna portare il curriculum di persona. Proteste e insulti da tutta la Spagna

+ Miei preferiti
Chiamasi economisti di Bruxelles quella categoria di professionisti che fra numeri e proiezioni, stabiliscono se un paese è in ripresa oppure no. La Spagna, a sentir loro, è uno dei paesi della zona Euro ad aver reagito meglio alla crisi: una crescita del 3% annuo dell’economia e 500 mila nuovi posti di lavoro in un anno ne sarebbero la dimostrazione.

Sicuramente non erano così d’accordo le 10.000 persone che l’altra mattina si sono messe in paziente attesa per consegnare il proprio curriculum ad un prestigioso hotel della centralissima Plaza de Espana, a Madrid. Diecimila anime in cerca di lavoro che appena letta la campagna di “casting” della struttura, in cui annunciava la ricerca di 100 persone da inserire nel proprio personale, hanno messo sotto il braccio il foglio delle proprie esperienze sperando di essere fra i pochi ad averlo letto. Un’illusione durata poco: in brevissimo tempo, si è formato un cordone di persone lungo oltre un km e mezzo.

L’intera Spagna, grazie al passaparola dei social, si è mobilitata, coprendo di insulti l’albergo, accusato di abusare senza ritegno del bisogno della gente di trovare lavoro. I sospetti si concentrano sull’annuncio, in cui si specificava che non sarebbero stati presi in considerazione curriculum inviato via email, ma soltanto quelli consegnati di persona.

Malgrado pochi abbiano scelto di abbandonare la coda chilometrica, il malumore e la protesta serpeggiavano: “Ci sfruttano per farsi pubblicità”.

Mondo
Fire Island, ragazzini attaccati da squali
Fire Island, ragazzini attaccati da squali
Primo episodio dopo 70 anni di pacifica convivenza, estratto un dente di squalo dalle ferite per risalire alla specie. Spiagge chiuse
Novichok, spie russe sciatte e distratte
Novichok, spie russe sciatte e distratte
Avevano messo il gas nervino in un flacone di profumo ma non erano riusciti a intossicare l'ex spia Skripal e poi abbandonato il contenitore in un parco. Dove l'ha trovato la vittima Dawn Sturges. Russi identificati
La storia bella di Walter Carr
che non voleva perdere il lavoro
La storia bella di Walter Carr<br>che non voleva perdere il lavoro
Parte a piedi di notte da casa per arrivare in tempo a 32 km di distanza, dove l’aspetta il suo primo giorno di lavoro. La vicenda di un ragazzino che sta commuovendo l’America
Quando la lavatrice fa paura
Quando la lavatrice fa paura
L’avventura a lieto fine di una mamma americana, raccontata sui social: la bimba più piccola si infila nella lavatrice e questa inizia il lavaggio
Attacco taleban: 7 poliziotti uccisi
Attacco taleban: 7 poliziotti uccisi
Agguato nelle province orientali in seguito a un raid aereo che aveva causato la morte di 20 miliziani. Azione non rivendicata
Ordigno incendiario legato a un falco
Ordigno incendiario legato a un falco
Orrore in Palestina, secondo il governo israeliano Hamas lancia volatili nei campi per incendiarli: "Pratica crudele e repellente"
LAS VEGAS, MGM DENUNCIA LE VITTIME DELLA STRAGE
LAS VEGAS, MGM DENUNCIA LE VITTIME DELLA STRAGE
I familiari delle 58 vittime del killer di massa Stephen Paddock e le centinaia di feriti citati in giudizio. Avrebbero danneggiato "con le loro pretese di risarcimento" la Security del casinò da cui fu compiuta la strage. Sdegno e rabbia
Si uccidono altri due amici di Miss GB
Si uccidono altri due amici di Miss GB
A pochi giorni dalla morte del fidanzato di Sophie Gradon, l’ex reginetta di bellezza, la polizia riesce a collegare la morte di due fratelli, amici d’infanzia della coppia
Trump attacca l'Europa ma poi si commuove...
Trump attacca l
I media Usa commentano ironici le sue pretese di avere radici europee. La madre nacque in Scozia ma il padre a New York. "Commovente ma il padre Fred non è tedesco". La storia delle origini svedesi. "False anche quelle"
Il modello ucciso per gelosia
Il modello ucciso per gelosia
E' iniziato il processo per la morte di Harry Uzoka, indossatore per grandi firme della moda ucciso lo scorso gennaio da un amico-collega: era invidioso della sua carriera e della fidanzata