"Voglio dire che mi spiace molto...Tutto qui..."

| Le ultime parole dello stupratore giustiziato in Tennessee con un mix di farmaci potenzialmente dall'effetto doloroso per il condannato. Ad assistere anche i familiari della bimba stuprata e uccisa nel 1985

+ Miei preferiti

Billy Ray Irick, 59 anni, è morto alle 19,48 di giovedì dopo che i funzionari della prigione del Tennessee gli hanno amministrato una dose mortale di farmaci. Aveva 59 anni.  La sua esecuzione, la prima nel Tennessee dal 2009, avviene dopo la condanna del 1986 nella contea di Knox per stupro e omicidio di Paula Dyer, 7 anni. Tra i testimoni dell’esecuzione, come consente la legge, membri della famiglia di Paula, lo sceriffo della contea di Knox Jimmy "J.J.". Jones, il vice procuratore generale del Tennessee Scott Sutherland, l'avvocato di Irick Gene Shiles e sette giornalisti. Irick è la 133a persona messa a morte dal Tennessee dal 1916. Tutte le esecuzioni, tranne sei, sono avvenute prima del 1961.

Prima che i funzionari cominciassero a somministrare le dosi mortali, Irick, il corpo stretto da cinghie sul petto e sulle braccia, ha mormorato le sue ultime parole: "Voglio solo dire che sono davvero dispiaciuto. E questo...è tutto”. L'esecuzione è iniziata 16 minuti più tardi delprevisto per una serie di verifiche tecniche. Irick, capelli lunghi sino alle spalle, barba incolta, in tuta bianca e calze nere, ha tossito e ansimato per 9 minuti. Il suo volto è diventato viola, non appena i farmaci letali hanno iniziato a fare effetto.

 "Non avrei mai pensato nemmeno per un momento che si sarebbe arrivati a questo", ha detto l’avvocato. “Io sono qui per la vittima”, ha detto invece lo sceriffo della contea di Knox:

I testimoni sono entrati nella camera della morte alle 18.43, i funzionari del carcere hanno abbassato le luci fino a quando non sono state sollevate le tende dai vetri, alle 19,26. "Sono qui soprattutto per la vittima Paula Dyer e per i cittadini della contea di Knox, gli stessi cittadini che lo hanno condannato a morte", ha ribadito Jones. I medici del carcere hanno iniettato bromuro di vecuronio e cloruro di potassio per paralizzare i polmoni di Irick e il cuore. 

In tutto il paese, gli oppositori della pena di morte hanno contestato l’uso di questi farmaci percheri chiedono più tempo del previsto per uccidere. Almeno due volte in Ohio, lo Stato ha dovuto sospendere le esecuzioni dopo che il personale del carcere non era riuscito a trovare la vena per l'iniezione endovenosa.  Irick era un uomo di robusta costituzione ma Il Tennessee non modifica il suo protocollo di esecuzione a seconda del peso corporeo del condannato. Il farmaco Midazolam ha un effetto diverso proprio in base al peso. Prima di morire, Irick ha voluto consumare l'ultimo pasto: hamburgeri, anelli di cipolla e una Pepsi. “Era di buon umore, sereno, e ha capito che sarebbe stato giustiziato”, ha detto il suo legale che lo ha salutato prima dell’esecuzione. 

Irick aveva vissuto con la madre e il patrigno di Paula Dyer, Kathy e Kenny Jeffers, nel 1985. Avevano accolto con amore l'allora ventiseienne Irick di vivere con loro per qualche tempo, nonostante fossero consapevoli dei suoi disturbi mentali. Dopo l’esecuzione, la famiglia ha scelto di non parlare nella conferenza stampa che si è tenuta fuori dal carcere. La mamma di Paula aveva avvertito suo marito che non voleva lasciare i bambini solo con Irick la notte dell’uccisione della bimba, lo aveva sentito mentre pronunciava frasi sconnesse. Diceva di sentire voci e che stava "prendendo istruzioni dal diavolo". Ma i giudici del Tennessee non hanno tenuto conto di una possibile semi-infermità e lo hanno condannato a morte.

Mondo
Il peso specifico degli Omarosa tapes
Il peso specifico degli Omarosa tapes
La nuova tegola sulla testa di Trump sono le rivelazioni dell’ex responsabile delle relazioni pubbliche della White House. A dare forza alle sue accusa alcune registrazioni segrete
I tacchi ripieni di suor cocaina
I tacchi ripieni di suor cocaina
Nascondeva nei tacchi delle scarpe un kg di cocaina, la suora fermata all’aeroporto di Sydney che ora rischia una pesante condanna
La stampa straniera sull’inferno di Genova
La stampa straniera sull’inferno di Genova
La tragedia del ponte Morandi che ha colpito al cuore il capoluogo ligure occupa le prime pagine dei siti delle maggiori testate del mondo
Taliban conquistano base miliare
Taliban conquistano base miliare
UccisI una quarantina di soldati governativi nel Nord Afghanistan, in 53 si sono arresi ai guerriglieri
Il flop dei suprematisti bianchi
Il flop dei suprematisti bianchi
Solo una trentina di attivisti di estrema destra alla marcia di Washington un anno dopo gli incidenti di Charlottesville. I contestatori erano più di un migliaio. Un temporale ha poi disperso i seguaci di Jason Kessler
Belgio, picchiati perché gay
Belgio, picchiati perché gay
Grave episodio di omofobia, le vittime, il fumettista italiano Mauro Padovani e il compagno Tom Freeman postano le foto dopo l'aggressione subita dai vicini di casa. Indaga la polizia
Blitz egiziano, uccisi 12 seguaci Isis
Blitz egiziano, uccisi 12 seguaci Isis
Azione in una base terrorista nel Nord del Sinai, ad al-Arish. Trovate armi ed esplosivi
India, ucciso turista francese
India, ucciso turista francese
Nello Stato del Tamil-Nadu, un indiano di cui era ospite ha confessato l'oidio, ha tentato di bruciare il corpo, trovato poi in un canale
Un anno dopo neo-nazi Usa in corteo
Un anno dopo neo-nazi Usa in corteo
Gli attivisti di Unite the Right marciano a Washington in nome della supremazia bianca. Fronteggiati dagli anti-razzisti, si temono incidenti. Trump condanna il razzismo e invita gli americani ad essere uniti
Maduro, violenze contro oppositori
Maduro, violenze contro oppositori
La polizia segreta di Maduro si accanisce contro i parlamentari Requesens e Borges, arrestati dopo l'attentato. Diffuso un video in cui emergono condizioni di grave degrado. Le "ammissioni"