"Voglio dire che mi spiace molto...Tutto qui..."

| Le ultime parole dello stupratore giustiziato in Tennessee con un mix di farmaci potenzialmente dall'effetto doloroso per il condannato. Ad assistere anche i familiari della bimba stuprata e uccisa nel 1985

+ Miei preferiti

Billy Ray Irick, 59 anni, è morto alle 19,48 di giovedì dopo che i funzionari della prigione del Tennessee gli hanno amministrato una dose mortale di farmaci. Aveva 59 anni.  La sua esecuzione, la prima nel Tennessee dal 2009, avviene dopo la condanna del 1986 nella contea di Knox per stupro e omicidio di Paula Dyer, 7 anni. Tra i testimoni dell’esecuzione, come consente la legge, membri della famiglia di Paula, lo sceriffo della contea di Knox Jimmy "J.J.". Jones, il vice procuratore generale del Tennessee Scott Sutherland, l'avvocato di Irick Gene Shiles e sette giornalisti. Irick è la 133a persona messa a morte dal Tennessee dal 1916. Tutte le esecuzioni, tranne sei, sono avvenute prima del 1961.

Prima che i funzionari cominciassero a somministrare le dosi mortali, Irick, il corpo stretto da cinghie sul petto e sulle braccia, ha mormorato le sue ultime parole: "Voglio solo dire che sono davvero dispiaciuto. E questo...è tutto”. L'esecuzione è iniziata 16 minuti più tardi delprevisto per una serie di verifiche tecniche. Irick, capelli lunghi sino alle spalle, barba incolta, in tuta bianca e calze nere, ha tossito e ansimato per 9 minuti. Il suo volto è diventato viola, non appena i farmaci letali hanno iniziato a fare effetto.

 "Non avrei mai pensato nemmeno per un momento che si sarebbe arrivati a questo", ha detto l’avvocato. “Io sono qui per la vittima”, ha detto invece lo sceriffo della contea di Knox:

I testimoni sono entrati nella camera della morte alle 18.43, i funzionari del carcere hanno abbassato le luci fino a quando non sono state sollevate le tende dai vetri, alle 19,26. "Sono qui soprattutto per la vittima Paula Dyer e per i cittadini della contea di Knox, gli stessi cittadini che lo hanno condannato a morte", ha ribadito Jones. I medici del carcere hanno iniettato bromuro di vecuronio e cloruro di potassio per paralizzare i polmoni di Irick e il cuore. 

In tutto il paese, gli oppositori della pena di morte hanno contestato l’uso di questi farmaci percheri chiedono più tempo del previsto per uccidere. Almeno due volte in Ohio, lo Stato ha dovuto sospendere le esecuzioni dopo che il personale del carcere non era riuscito a trovare la vena per l'iniezione endovenosa.  Irick era un uomo di robusta costituzione ma Il Tennessee non modifica il suo protocollo di esecuzione a seconda del peso corporeo del condannato. Il farmaco Midazolam ha un effetto diverso proprio in base al peso. Prima di morire, Irick ha voluto consumare l'ultimo pasto: hamburgeri, anelli di cipolla e una Pepsi. “Era di buon umore, sereno, e ha capito che sarebbe stato giustiziato”, ha detto il suo legale che lo ha salutato prima dell’esecuzione. 

Irick aveva vissuto con la madre e il patrigno di Paula Dyer, Kathy e Kenny Jeffers, nel 1985. Avevano accolto con amore l'allora ventiseienne Irick di vivere con loro per qualche tempo, nonostante fossero consapevoli dei suoi disturbi mentali. Dopo l’esecuzione, la famiglia ha scelto di non parlare nella conferenza stampa che si è tenuta fuori dal carcere. La mamma di Paula aveva avvertito suo marito che non voleva lasciare i bambini solo con Irick la notte dell’uccisione della bimba, lo aveva sentito mentre pronunciava frasi sconnesse. Diceva di sentire voci e che stava "prendendo istruzioni dal diavolo". Ma i giudici del Tennessee non hanno tenuto conto di una possibile semi-infermità e lo hanno condannato a morte.

Mondo
I parenti di Brenton Tarrant sotto shock
I parenti di Brenton Tarrant sotto shock
La nonna e lo zio, che vivono a Grafton, in Australia, non si danno pace: “Era cambiato dopo un lungo viaggio in Europa”. L’ultima volta l’avevano visto un anno per un compleanno, “era normale, come sempre”
Strage moschee, sale il numero dei morti
Strage moschee, sale il numero dei morti
Uno dei 36 feriti tutt’ora ricoverati non ce l’ha fatta. Il punto sulle indagini della polizia e del premier Jacinta Arden
L’eroe di Christchurch
L’eroe di Christchurch
Si è lanciato contro l’attentatore, impedendogli di ripetere la strage che aveva appena compiuto nella prima moschea. Rifugiato afghano, racconta di aver agito d’impulso, sperando di salvare più persone possibili
Kalashnikov è diventato un drone
Kalashnikov è diventato un drone
L’azienda che porta il nome dell’inventore dell’AK-47 ha appena presentato un drone militare: può portare 3 kg di esplosivo a 130 km/h. Per gli esperti sono le prime avvisaglie della guerra tecnologica 3.0
Rom, apolidi e incontrollabili
Rom, apolidi e incontrollabili
Secondo il Cir, il nuovo decreto sicurezza allunga i tempi per ottenere la cittadinanza italiana sino a 4 anni. I Rom bloccati in un limbo
Manager Huawei fa causa al Canada
Manager Huawei fa causa al Canada
Gli Usa pronti a chiederne l'estradizione. La rabbia dei cinesi: "Grave incidente diplomatico". Meng Whanzou accusata di avere violato le sanzioni all'Iran
Vola per vent’anni senza brevetto
Vola per vent’anni senza brevetto
Non riuscendo a completare gli studi per diventare pilota di linea, si è inventato la documentazione fino ad essere assunto come copilota. È stato beccato per aver fatto strane manovre in volo
Come ti violento la bisnonna
Come ti violento la bisnonna
Una donna sudafricana di 96 anni ripetutamente abusata da due nipoti minorenni: scoperti una prima volta e perdonati, i fratelli hanno continuato a fare sesso con l’anziana parente fino all’arresto
Violentata sotto anestesia
Violentata sotto anestesia
Una giovane donna russa si è risvegliata dopo l’intervento mentre il medico la stava violentando. L’ha denunciato e trascinato in tribunale, rinunciando anche al diritto di anonimato
George Pell in carcere
George Pell in carcere
Revocata la libertà su cauzione, l’alto prelato attenderà in un carcere di Melbourne la sentenza con la pena da scontare. Rischia fino a 50 anni di galera