Il re del rap gangsta condannato a 28 anni

| "Suge" Knight aveva investito volontariamente un rapper e ucciso un passante con il suo pick-up a Compton davanti al mitico Tam's Burger. Nel suo passato anche la morte di Tupac Shakur, ucciso a Las Vegas in un agguato

+ Miei preferiti

Il famoso produttore e rapper Usa Marion "Suge" Knight è stato condannato a 28 anni di carcere per omicidio e tentato omicidio dopo che l'ex magnate della musica rap aveva investito due uomini con il suo furgone a gennaio, uccidendone uno e ferendo gravemente l'altro nel 2015. Il giudice della corte superiore Ronald Coen ha emesso la sentenza dopo un'udienza che si è concentrata sulla testimonianza di un altro rapper, Cle "Bone" Sloan, era stato ferito vicino al chiosco Tam's Burger a Compton, California, (un luogo mitico per gli appassionati di questo tipo di musica, nella foto) e subito dopo aveva cercato di raggiungere “Suge”, in fuga alla guida del suo pick-up.

Cle "Bone"Sloan con "Suge" Knight


Sloan ha ammesso di aver aggredito Knight ma aggiunto di non ricordare nulla e che non vuole essere un “informatore" della polizia. La procura sostiene invece che Knight ha colpito intenzionalmente le vittime, uccidendo Terry Carter, 55 anni. L'avvocato di Knight, Matt Fletcher, afferma invece che il produttore è stato vittima di un'imboscata e stava cercando di sfuggire all'attacco di Sloan quando ha investito gli uomini. "Non sarò io a mandare in prigione Suge", ha testimoniato Sloan, aggiungendo che era presente in aula solo perché era stato citato in giudizio. I procuratori gli avevano concesso un'immunità limitata dopo che lui aveva invocato il quinto emendamento della Costituzione per evitare l'autoincriminazione.

Knight, 49 anni, era ed è tuttora uno dei personaggi chiave nella scena rap gangsta che fiorì negli anni '90 e la sua etichetta ha gestito gli artisti più importanti Dr Dre, Tupac Shakur e Snoop Dogg. Knight ha perso il controllo della compagnia dopo che è stata costretta al fallimento in seguito alle vicende giudiziarie che l’hanno coinvolto.

Sloan, co-autore film Straight Outta Compton, ha detto che ha dimenticare i dettagli dell'incidente, in cui ha subito due caviglie fratturate, un grave taglio alla testa, due legamenti del ginocchio strappati e una lesione alla spalla. "Ogni giorno cerco di dimenticarlo", aveva detto Sloan. "So solo che è stata una disgrazia, e Terry è morto”. I “problemi di memoria” di Sloan hanno spinto il giudice a commentare la sua testimonianza: “Un testimone ingannevole e non credibile”. Sentito anche il detective che aveva indagato sul caso e che ha poi mostrato il filmato dell'incidente. La telecamera ha catturato una visione limitata del parcheggio ma mostra Knight che prima lotta con Sloan attraverso il finestrino del suo suv prima di inserire la retromarcia, ripartendo a tutta velocità, colpendo Sloan più volte e travolgendo Carter mentre cercava di allontanarsi dalla scena.

Fletcher, l'avvocato di Knight, riteneva che il rapper rivale fosse "infuriato" con lui il giorno dell'incidente. Sloan ha detto che era sì agitato, ma ha contestato di aver detto ai detective che era "furioso".

Knight andrà in prigione. Ha precedenti condanne penali per rapina a mano armata e aggressione con una pistola. Nel 1995 era stato condannato a cinque anni di libertà vigilata per un assalto a due rapper in uno studio di registrazione di Hollywood. Nel 1997 un'altra condanna per aver violato la libertà vigilata, partecipando a una sparatoria in un hotel di Las Vegas poche ore prima che il noto rapper Shakur Tupac fosse ferito mortalmente in un agguato mentre guidava la macchina di Knight sullo Strip. L'uccisione di Tupac Shakur, artista ormai leggendario, è ancora oggi un caso irrisolto.

 

Galleria fotografica
Il re del rap gangsta condannato a 28 anni - immagine 1
Il re del rap gangsta condannato a 28 anni - immagine 2
Il re del rap gangsta condannato a 28 anni - immagine 3
Il re del rap gangsta condannato a 28 anni - immagine 4
Musica
Migliorano le condizioni di Lele Spedicato
Migliorano le condizioni di Lele Spedicato
Un “cauto ottimismo” ha portato i medici a confermare il recupero del chitarrista dei Negramaro: a breve potrebbe lasciare l’ospedale per un centro di riabilitazione
"L'amore ci ha uniti nella malattia"
"L
La cantante Tina Turner, nella sua autobiografia, racconta il gesto d'amore del marito che le ha donato un rene salvandole la vita. "Il giorno dell'intervento ero più preoccupata per lui che per me". Lento recupero
Addio a Geoff Emerick, l’ingegnere dei Beatles
Addio a Geoff Emerick, l’ingegnere dei Beatles
Se n’è andato a 72 anni per un attacco cardiaco: in carriera aveva curato le registrazioni in studio di artisti mondiali. Ma il suo nome è rimasto legato alla collaborazione con la band di Liverpool
Elettra Lamborghini, twerking queen
Elettra Lamborghini, twerking queen
L’ereditiera più irriverente della scena musicale internazionale ha pubblicato un videoclip in cui si esibisce scuotendo forsennatamente il suo celebre lato B. E per due milioni di persone, la regina del twerking è lei
Addio ad Aznavour, l’ultimo chansonnier
Addio ad Aznavour, l’ultimo chansonnier
Si è spento a 94 anni dopo “una breve malattia”: un artista amatissimo in tutto il mondo, Italia compresa. Amava definirsi un artigiano della canzone
Addio Marty Balin, musicista e poeta hippie
Addio Marty Balin, musicista e poeta hippie
Fu tra i fondatori dei Jefferson Airplane a San Francisco e l'autore di canzoni che hanno fatto la storia come "White Rabbit" e l'album di "Surrealistic Pillow". Il ricordo di Grace Slick
La moglie di Lele Spedicato: grazie a tutti
La moglie di Lele Spedicato: grazie a tutti
Rompe il silenzio la moglie del chitarrista dei Negramaro, per ringraziare dell’ondata di affetto verso suo marito. Le condizioni del musicista sono definite stazionarie
Il lungo addio dei Kiss
Il lungo addio dei Kiss
Dopo 45 anni di carriera, la band newyorkese ha deciso di sciogliersi: lo farà con “The End of the Road”, l’ultimo tour mondiale
Addio a Goran Kuzminac
Addio a Goran Kuzminac
Fra la fine degli anni Settanta e l’inizio del decennio successivo aveva avuto un discreto successo. Al mestiere della musica affiancava l’attività di medico
Grave il chitarrista dei Negramaro
Grave il chitarrista dei Negramaro
Emanuele Spedicato, Lele per i fans della band salentina, è stato operato d’urgenza a causa di un’emorragia cerebrale