Dolce un po' salato

| Il gelato al cioccolato di Pupo non c'entra: Donut Burger è l'ultima mania di junk-food made in USA, l'incontro fra l'hamburger e le ciambelle dolci

+ Miei preferiti
Di Davide Cucinotta

Mannaggia a sti' americani, non fai in tempo a scoprire la novità che più li fa impazzire sulle tavole, che già ne arriva un'altra, ancora più grossa. La regola statunitense, infallibile, è che più si tratta di roba unta, grassa e difficile da digerire, più da quelle parti spopola. Ma visto che, piaccia o meno, quello che nasce su quelle coste prima o poi sbarca anche sulle nostre, tantovale cercare di portarsi avanti col lavoro, cominciando a capire e familiarizzare.

L'ultima tentazione made in USA, in ordine di tempo, ha un nome strano - "Donut Burger" - e si riallaccia ancora una volta al filone dei mutant-food, il cibo che da una parte gioca a rendersi conosciuto, e dall'altra lo rinnega quasi del tutto, rivisitandolo completamente.

Nel caso del Donut Burger, l'incontro è fra l'hamburger e il donut, la ciambella dolce che si vede in tanti film e di cui gli americani vanno pazzi. Secondo i risultati dei primi esami autoptici, il perfetto Donut Burger è composto da due ben ciambelle che hanno il difficile compito di contenere dosi abbondanti di carne di manzo, formaggio e bacon, il tutto innaffiato con salsa barbecue e servito in compagnia delle immancabili french fries, le patatine fritte. La differenza sostanziale con il classico hamburger sta proprio nella presenza delle ciambelle, che garantiscono una nota dolce al salato del ripieno.

E anche in questo caso, c'è il nome del colpevole, e questa volta perfino celebre. Si chiama, anzi, si chiamava Luther Vandross, visto che nel 2005 è passato a miglior vita. Un tizio che in America ha venduto 40 milioni di dischi, vincendo otto Grammy Awards come migliore performance maschile R&B e canzone dell'anno, conosciuto come "The velvet voice", la voce di velluto, per le eccezionali doti canore. Secondo una leggenda che circola in rete, più o meno una ventina d'anni fa, Luther mette insieme le sue passioni gastronomiche più grandi, l'hamburger e i donuts, inventando l'incidente che gli permette di non perdere tempo inutile a scegliere fra dolce e salato: il Donut Burger, per l'appunto.

Un'idea che conoscevano in pochi, forse gli amici più stretti di Luther e qualche familiare, ricomparsa non si sa come e immediatamente catapultata agli onori delle cronache gastronomiche: per "Fox News" è uno dei cinque panini più esagerati del mondo, per "Forbes" un esempio di sfacciataggine e totale mancanza di vergogna nei confronti della golosità. Definizione quanto mai calzante, visto che il Donut Burger assicura un apporto compreso fra 800 e 1500 calorie, più o meno il triplo del tanto vituperato Big Mac.

Ma là dove arriva una tentazione, è già pronta la soluzione: secondo un fisiologo americano, che tirato in ballo ha messo giù due conti, sono sufficienti tre ore intense di corsa per eliminarne ogni traccia. Che vuoi che sia.

News
Bontà loro (e nostre)
Bontà loro (e nostre)
Domenica 26 è il Cake Day, la giornata della torta. Per celebrarla come si deve, un ideale percorso di gola attraverso l'Europa, alla ricerca di specialità che valgono il viaggio
Sinfonia per minestrone e vellutata
Sinfonia per minestrone e vellutata
La Long Island Vegetable Orchestra, diretta da un professore di musica tedesco, è uno degli ensemble più richiesti di New York. Ma l'idea di un'orchestra "all-green" nasce a Vienna parecchi anni fa
L'espresso del Maggiolino
L
L'idea di un giovane artista di Denver: allestire un minuscolo bar mobile all'interno di un Beetle Volkswagen d'epoca
Anche Berlino sta scadendo
Anche Berlino sta scadendo
È un successo clamoroso, il primo supermercato al mondo a vendere soltanto cibi oltre la data di scadenza. L'idea di un sognatore che ha imparato l'arte del riciclo sulla propria pelle così bene da voler cambiare il mondo
Il beverone che vale una colazione
Il beverone che vale una colazione
Si chiama "Coffiest" ed è la bevanda sostituiva dei pasti che impazza nella Silicon Valley: nasce per chi non ha tempo o voglia di sedersi a tavola, ma le vitamine gli servono comunque
The coffee experience
The coffee experience
Non è solo una semplice tazza di caffé, ma una vera esperienza sensoriale per gli occhi e il palato: è il segreto di Esmeralda Geisha 601, la miscela più cara al mondo
Professione Idrosommelier
Professione Idrosommelier
Sta nascendo un nuovo mestiere, accompagnato dal fiorire del business dell'acqua: perché tutti imparino a scegliere quella giusta
La mentuccia che allunga la vita
La mentuccia che allunga la vita
È la città di Toyama, in Giappone, a guidare il "Global Perilla Network", un progetto globale che ha come protagonista una pianta superfood dai poteri anti-age
Great Balls on Fire
Great Balls on Fire
Non è solo la terra ad essere rotonda, ci sono altre cosine, appartenenti a diversi animali, di cui in molte parti del pianeta la gente è golosa
Siamo alla frutta
Siamo alla frutta
Cavoli che non puzzano, kiwi grossi come olive, mele al sapore di pera: le nuove frontiere della biogenetica stanno per regalarci un cesto pieno di ibridi gustosi