Elvish Honey: il miele degli dei

| È considerato uno dei migliori e più preziosi mieli del pianeta: arriva da una grotta turca, è ricco di minerali e costa uno sproposito

+ Miei preferiti

Gunay Gunduz quel giorno, era la primavera del 2009, si era spinto nella Valle di Saricayr, nord-est della Turchia, non lontano da Artvin, il capoluogo di provincia: 30mila abitanti circa a 500 metri di altitudine, una zona impervia, molto amata dai motociclisti. Per Gunay non si trattava di una semplice scampagnata, ma di un'escursione che in realtà aveva uno scopo ben preciso: confermare o meno una notizia di cui aveva sentito parlare con insistenza in città, e che raccontava di una grotta sperdutissima, abitata da interi sciami di api. Gunay, di professione apicoltore, decide di vederci chiaro partendo con zaino, kebab e ramponi, fin quando quella fessura nella roccia la trova davvero, e con grande stupore nota un intenso traffico di api operaie, intente a entrare e uscire senza sosta. Tornato a casa e messe in ordine le idee, Gunay decide di andare a fondo della faccenda, organizzandosi per un'esplorazione che può anche trasformarsi in una fonte di pericoli inattesi: ma quando l'avventura chiama, non c'è apicoltore che sappia resistere. O forse non è così, ma insomma, va bene lo stesso.

A capo della piccola spedizione messa in piedi per l'occasione, Gunay inizia a calarsi nelle viscere della terra, fra api che vanno e altre che tornano, fin quando - più o meno a 1.800 metri di profondità - fa la sua scoperta: una miniera sotterranea di miele purissimo allo stato solido, e per di più senza alcuna traccia di alveari, ma direttamente poggiato su una parete di roccia. La squadra ne preleva un campione e tornata in superficie lo consegna nelle mani di un laboratorio specializzato in analisi alimentari, per capirne a fondo la composizione. E qui scatta la seconda sorpresa, perché il miele catacombale risulta invecchiato da sette anni almeno, ma soprattutto profondamente arricchito dai sali minerali rilasciati dalle rocce e dalle tantissime piante medicinali spontanee presenti nella zona. Una cosa così, nella millenaria storia del miele, non si era mai vista.

Per Gunay Gunduz, un tizio alto e grosso che di miele se ne intende, è un po' come vincere al Superenalotto turco: inizia a riportare in superficie una ventina scarsa di chili di miele, lo battezza "Elvish" e pian piano immette sul mercato ad un prezzo degno di cotante fatiche: il primo chilo, per essere chiari, è andato all'asta in Francia, acquistato per 45.000 euro da un compratore che ha preferito mantenere l'anonimato, probabilmente per non essere preso a mazzate dalla moglie. Neanche un anno dopo, una farmacista cinese, che delle proprietà salutari dell'Elvish Honey aveva sentito parlare, riesce a portarsene a casa un altro chilo sborsando 28.000 euro, un po' meno ma comunque un'enormità.

Oggi, Gunay è un uomo felice: il suo "Elvish Honey" ha raggiunto una quotazione che si è assestata, ma resta comunque un privilegio per pochi. Oltre ad essere difficilissimo da trovare, il "miele degli Elfi", come l'ha ribattezzato qualcuno, oggi si aggira sui 5.000 euro al chilo, ed è venduto anche in barattoli più piccoli, da 170 e 250 grammi.

News
Bontà loro (e nostre)
Bontà loro (e nostre)
Domenica 26 è il Cake Day, la giornata della torta. Per celebrarla come si deve, un ideale percorso di gola attraverso l'Europa, alla ricerca di specialità che valgono il viaggio
Sinfonia per minestrone e vellutata
Sinfonia per minestrone e vellutata
La Long Island Vegetable Orchestra, diretta da un professore di musica tedesco, è uno degli ensemble più richiesti di New York. Ma l'idea di un'orchestra "all-green" nasce a Vienna parecchi anni fa
L'espresso del Maggiolino
L
L'idea di un giovane artista di Denver: allestire un minuscolo bar mobile all'interno di un Beetle Volkswagen d'epoca
Anche Berlino sta scadendo
Anche Berlino sta scadendo
È un successo clamoroso, il primo supermercato al mondo a vendere soltanto cibi oltre la data di scadenza. L'idea di un sognatore che ha imparato l'arte del riciclo sulla propria pelle così bene da voler cambiare il mondo
Dolce un po' salato
Dolce un po
Il gelato al cioccolato di Pupo non c'entra: Donut Burger è l'ultima mania di junk-food made in USA, l'incontro fra l'hamburger e le ciambelle dolci
Il beverone che vale una colazione
Il beverone che vale una colazione
Si chiama "Coffiest" ed è la bevanda sostituiva dei pasti che impazza nella Silicon Valley: nasce per chi non ha tempo o voglia di sedersi a tavola, ma le vitamine gli servono comunque
The coffee experience
The coffee experience
Non è solo una semplice tazza di caffé, ma una vera esperienza sensoriale per gli occhi e il palato: è il segreto di Esmeralda Geisha 601, la miscela più cara al mondo
Professione Idrosommelier
Professione Idrosommelier
Sta nascendo un nuovo mestiere, accompagnato dal fiorire del business dell'acqua: perché tutti imparino a scegliere quella giusta
La mentuccia che allunga la vita
La mentuccia che allunga la vita
È la città di Toyama, in Giappone, a guidare il "Global Perilla Network", un progetto globale che ha come protagonista una pianta superfood dai poteri anti-age
Great Balls on Fire
Great Balls on Fire
Non è solo la terra ad essere rotonda, ci sono altre cosine, appartenenti a diversi animali, di cui in molte parti del pianeta la gente è golosa