Great Balls on Fire

| Non è solo la terra ad essere rotonda, ci sono altre cosine, appartenenti a diversi animali, di cui in molte parti del pianeta la gente è golosa

+ Miei preferiti

Volendo iniziare senza troppi giri di parole, si potrebbe spiegare tutto questo con una semplice frase: il mondo ama le palle. Non quelle intese come fandonie, che ad ogni latitudine i politici sono bravi a smazzare, ma quelle nel senso stretto e canonico del termine: i testicoli.

Esistono posti, parecchi, in cui vanno in scena eventi che hanno come piatto principe ricette a base di testicoli di animali. Volendo, nulla di così strano, è roba che si trova e si mangia un po' ovunque: dall'Italia, dove si chiamano granelle e le vendono in macelleria, alla Spagna e al Sudamerica, dove vanno forte. Ma soltanto gli yankees, gli americani del nord, pare ne siano così ghiotti da rendere ogni mangiata di quella roba lì un bagno di folla e un fuggi fuggi generale fra gli animali che la natura ha dotato, più o meno generosamente. Questo perché se Lunjevica, un piccolo villaggio serbo, ogni anno ospita l'affollatissimo campionato mondiale di cottura dei testicoli, gli americani fanno ancora meglio, dando vita a eventi dannatamente kitch ribattezzati "Testy Fest", dove "Testy" è una vezzosa abbreviazione della gioielleria animale, e "Fest" quella che vivono tutti, proprietari delle piccole rotondità esclusi. A dire il vero, gli americani non si limitano ad apprezzare le granelle del toro, come buona parte del globo, ma vanno a caccia di cosine rotonde secondo loro assolutamente paradisiache specie se fritte, bollite, stufate o arrostite, dipende. E a rimetterci l'attrezzatura pur di accontentarli, nell'ordine, sono bufalo, alce, capra e manzo.

E se, come accennato, statisticamente il toro ha la disgrazia di andare per la maggiore un po' ovunque, il maiale ha di che preoccuparsi in Spagna, specie nella zona di Granada, dove le sue rotondità sono l'ingrediente principale della tortilla del Sacromonte, meglio ancora se accompagnate da cervella, salame e buone dosi di peperoni. L'agnello deve guardarsi le spalle in Francia, dove si apprezzano i "rognons blanc" e nuovamente in America, paese in cui quelle cosine lì sono definite "prairie oyster", le ostriche della prateria, niente meno. Dai testicolini dell'oca si ottiene un "foie gras" fra i più prelibati, quelli del vitello pare siano ottimi per diventare un dolce a base di panna liquida e miele caldo, così come quelli di balena danno sapore ad una birra molto popolare in Islanda, mentre addirittura dal Rinascimento i toscani vanno ai pazzi per i testicoli del pollo uniti a creste e fegatini. Gli fanno eco gli anglosassoni, che stravedono per quelli del canguro, rarissimi forse perché piuttosto difficili da agguantare. Per non dimenticare quelli di vitello: con aggiunta di qualche goccia di Pernod e fritti nel burro, erano uno dei piatti preferiti di Ugo Tognazzi.

Chi volesse saperne di più non ha che da procurarsi il testo sacro del testicolo: "The testicle cookbook", scritto da Ljubomir R. Erovic, uno chef serbo che ha messo insieme 31 ricette delle palle. È il caso di dirlo.

News
Bontà loro (e nostre)
Bontà loro (e nostre)
Domenica 26 è il Cake Day, la giornata della torta. Per celebrarla come si deve, un ideale percorso di gola attraverso l'Europa, alla ricerca di specialità che valgono il viaggio
Sinfonia per minestrone e vellutata
Sinfonia per minestrone e vellutata
La Long Island Vegetable Orchestra, diretta da un professore di musica tedesco, è uno degli ensemble più richiesti di New York. Ma l'idea di un'orchestra "all-green" nasce a Vienna parecchi anni fa
L'espresso del Maggiolino
L
L'idea di un giovane artista di Denver: allestire un minuscolo bar mobile all'interno di un Beetle Volkswagen d'epoca
Anche Berlino sta scadendo
Anche Berlino sta scadendo
È un successo clamoroso, il primo supermercato al mondo a vendere soltanto cibi oltre la data di scadenza. L'idea di un sognatore che ha imparato l'arte del riciclo sulla propria pelle così bene da voler cambiare il mondo
Dolce un po' salato
Dolce un po
Il gelato al cioccolato di Pupo non c'entra: Donut Burger è l'ultima mania di junk-food made in USA, l'incontro fra l'hamburger e le ciambelle dolci
Il beverone che vale una colazione
Il beverone che vale una colazione
Si chiama "Coffiest" ed è la bevanda sostituiva dei pasti che impazza nella Silicon Valley: nasce per chi non ha tempo o voglia di sedersi a tavola, ma le vitamine gli servono comunque
The coffee experience
The coffee experience
Non è solo una semplice tazza di caffé, ma una vera esperienza sensoriale per gli occhi e il palato: è il segreto di Esmeralda Geisha 601, la miscela più cara al mondo
Professione Idrosommelier
Professione Idrosommelier
Sta nascendo un nuovo mestiere, accompagnato dal fiorire del business dell'acqua: perché tutti imparino a scegliere quella giusta
La mentuccia che allunga la vita
La mentuccia che allunga la vita
È la città di Toyama, in Giappone, a guidare il "Global Perilla Network", un progetto globale che ha come protagonista una pianta superfood dai poteri anti-age
Siamo alla frutta
Siamo alla frutta
Cavoli che non puzzano, kiwi grossi come olive, mele al sapore di pera: le nuove frontiere della biogenetica stanno per regalarci un cesto pieno di ibridi gustosi