Mind the Veg

| È stata la prima panetteria-pasticceria vegana di Londra: a volerla "Mrs Cupcake", una paffuta signora canadese

+ Miei preferiti
Di Davide Cucinotta

Bisogna scendere nella "London Underground", la metropolitana di Londra, la più antica del mondo, e seguire la linea azzurra della "Victoria Line" fino a "Brixton", capolinea ma soprattutto popolare quartiere della Contea del Surrey.

Uscendo in superficie niente paura: dritti davanti a voi fino al primo semaforo, poi a sinistra verso Coldharbour Lane e ancora dritto per incontrare il civico 408. Timore di trovare chiuso nessuno, visto che "Mrs Cupcake" www.mscupcake.co.uk) è aperto sette giorni su sette. Quello è il piccolo e dolcissimo regno di Mellissa Morgan, paffutella signora canadese dall'aria simpatica, da diversi anni naturalizzata in Inghilterra. L'avventura di Mellissa nel mondo dei dolciumi inizia per questioni personali: vegana e poi golosa, in ordine di apparizione, stenta a trovare in città dolci tanto adatti a lei quanto per chi ha problemi, allergie e intolleranze o deve far i conti quanto imposto dalla propria religione.

Mossa dalla consapevolezza che "ognuno nella vita merita una grande torta", Mellissa si arma di coraggio e nel 2010, nel chiuso della cucina di casa sua inizia a sfornare torte e dolci classici del nord America con un tocco british che subito dopo, in una soluzione estremamente londinese, vende nei vari mercati della capitale inglese: posti dove nessuno ti guarda male se ti inventi qualcosa per guadagnarti da vivere.

Appena un anno dopo, Mellissa è pronta per il brande salto: "Mrs Cupcake", la prima panetteria-pasticceria totalmente vegan in città. Un'idea premiata dalla conquista, pochi mesi dopo, della "Baking Industry Award Rising Star" come miglior e più promettente start-up imprenditoriale. Finito qui? Per niente, siamo solo all'inizio, perché i dolci di Mellissa spopolano così tanto da convincerla a scrivere un ricettario dal titolo ironicamente british: "Mrs. Cupcake, the naughtiest vegan cakes in town", grosso modo "le più cattive torte vegan in città".

In realtà, niente nel locale di Mellissa è più distante dal concetto di "cattivo": la regola è preparare tutto fresco, ogni giorno, e addirittura decorato davanti ai clienti, che hanno la possibilità di scegliersi guarnizioni a piacere su biscotti, pizze, torte, cioccolatini, muffin, frullati, panini e ovviamente cupcakes, declinati in più di 150 gusti diversi. Tutto vegan, scelta che vale anche come educazione al dolce diverso per tutti coloro non credono ai propri occhi, guardando torte che non ti immagini siano nate senza alcun prodotto di origine animale come latte, grassi e burro.

Il resto, lo fa la simpatia istintiva e contagiosa di Mellissa, Mrs Cupcake in persona, e della sua piccola squadra, che fin dall'inizio ha sposato in pieno le regolette di partenza: primo, chiunque varchi l'ingresso non è un cliente ma un amico che merita cura e rispetto, secondo, mai consegnare una torta o un dolce se non si è soddisfatti del risultato. Terzo, mai e poi mai sognarsi di utilizzare prodotti che abbiano soltanto sfiorato un animale. Quarto sorridere, perché la vita fa meno paura, se presa dal lato più dolce.

News
Bontà loro (e nostre)
Bontà loro (e nostre)
Domenica 26 è il Cake Day, la giornata della torta. Per celebrarla come si deve, un ideale percorso di gola attraverso l'Europa, alla ricerca di specialità che valgono il viaggio
Sinfonia per minestrone e vellutata
Sinfonia per minestrone e vellutata
La Long Island Vegetable Orchestra, diretta da un professore di musica tedesco, è uno degli ensemble più richiesti di New York. Ma l'idea di un'orchestra "all-green" nasce a Vienna parecchi anni fa
L'espresso del Maggiolino
L
L'idea di un giovane artista di Denver: allestire un minuscolo bar mobile all'interno di un Beetle Volkswagen d'epoca
Anche Berlino sta scadendo
Anche Berlino sta scadendo
È un successo clamoroso, il primo supermercato al mondo a vendere soltanto cibi oltre la data di scadenza. L'idea di un sognatore che ha imparato l'arte del riciclo sulla propria pelle così bene da voler cambiare il mondo
Dolce un po' salato
Dolce un po
Il gelato al cioccolato di Pupo non c'entra: Donut Burger è l'ultima mania di junk-food made in USA, l'incontro fra l'hamburger e le ciambelle dolci
Il beverone che vale una colazione
Il beverone che vale una colazione
Si chiama "Coffiest" ed è la bevanda sostituiva dei pasti che impazza nella Silicon Valley: nasce per chi non ha tempo o voglia di sedersi a tavola, ma le vitamine gli servono comunque
The coffee experience
The coffee experience
Non è solo una semplice tazza di caffé, ma una vera esperienza sensoriale per gli occhi e il palato: è il segreto di Esmeralda Geisha 601, la miscela più cara al mondo
Professione Idrosommelier
Professione Idrosommelier
Sta nascendo un nuovo mestiere, accompagnato dal fiorire del business dell'acqua: perché tutti imparino a scegliere quella giusta
La mentuccia che allunga la vita
La mentuccia che allunga la vita
È la città di Toyama, in Giappone, a guidare il "Global Perilla Network", un progetto globale che ha come protagonista una pianta superfood dai poteri anti-age
Great Balls on Fire
Great Balls on Fire
Non è solo la terra ad essere rotonda, ci sono altre cosine, appartenenti a diversi animali, di cui in molte parti del pianeta la gente è golosa