Plastic passion

| Un graphic designer polacco ricrea cibi, piatti e alimenti utilizzando i celebri mattoncini di cui è appassionato da quand'era un bambino

+ Miei preferiti
Di Davide Cucinotta

Che sollievo: per una volta, una sola, una trovata bizzarra non nasconde una viva e vibrante protesta verso qualcosa. Questa volta, vivaddio, si tratta di arte, applicata è vero al cibo, ma solo per questioni di fantasia. Punto e a capo.

Lui si chiama Michal Kulesza, è un fotografo e graphic designer di origini polacche che un giorno, ricordando un'antica passione per i Lego di cui era un grande appassionato fin da bambino, si è fatto venire un'idea semplicemente simpaticissima: costruire repliche di piatti e cibi usando i mattoncini colorati. Un percorso iniziato ricreando tutto ciò che la fantasia gli suggeriva, dai liquidi alle creme, dalla frutta a piatti perfino più complicati come il sushi. Un'opera pop ironica, spigolosa e divertente che Michal ha reso visibile lo scorso anno, cominciando a postare foto delle sue creazioni sulla piattaforma Tookapic.com. Il risultato, che continua a fare il giro del mondo, sono uova all'occhio di bue fritte in padella, pane imburrato, bomboloni ripieni, pacchetti di sigarette, barrette di cioccolato, formaggio grattugiato e una tazzina di caffè inavvertitamente rovesciata sulla scrivania, come spesso accade nella realtà. Tutto ricreato mescolando mattoncini ad alimenti e oggetti reali.

Per lui, innamorato perso dei Lego, quella di applicare i mattoncini a qualsiasi momento della giornata è una piccola mania inseguita per anni. Tralasciando le istruzioni di ogni confezione, che permettono di costruire palazzi, automobili e astronavi aliene, Michal preferisce da sempre imboccare le infinite possibilità di combinare i mattoncini creando mondi nuovi, che non esistono e per questo sono in grado ancor di più di scatenare il sorriso.

È vero, l'artista polacco non è il primo a guardare ai mattoncini come un'espressione della fantasia: in passato, anche di recente, nei negozi di casalinghi girava una curiosa collezione di accessori per cucina realizzati imitando idealmente i Lego, come pure qualche tentativo di tradurre in mattoncini scene di vita in cucina. Ma nessuno, mai, si era messo così d'impegno per trasformare in plastica sagomata e colorata ciò che fa parte della vita quotidiana di miliardi di persone.

E alla domanda di un giornalista, durante una recente intervista, che cercava di capire quale fosse il messaggio subliminale di quest'operazione, se una critica al consumismo imperversante o una sonora bacchettata alla globalizzazione che standardizza tutto, Michal ha semplicemente risposto: "Niente di tutto questo. Volevo solo far sorridere chi visitava il mio profilo". Avercene, di gente così.

News
Bontà loro (e nostre)
Bontà loro (e nostre)
Domenica 26 è il Cake Day, la giornata della torta. Per celebrarla come si deve, un ideale percorso di gola attraverso l'Europa, alla ricerca di specialità che valgono il viaggio
Sinfonia per minestrone e vellutata
Sinfonia per minestrone e vellutata
La Long Island Vegetable Orchestra, diretta da un professore di musica tedesco, è uno degli ensemble più richiesti di New York. Ma l'idea di un'orchestra "all-green" nasce a Vienna parecchi anni fa
L'espresso del Maggiolino
L
L'idea di un giovane artista di Denver: allestire un minuscolo bar mobile all'interno di un Beetle Volkswagen d'epoca
Anche Berlino sta scadendo
Anche Berlino sta scadendo
È un successo clamoroso, il primo supermercato al mondo a vendere soltanto cibi oltre la data di scadenza. L'idea di un sognatore che ha imparato l'arte del riciclo sulla propria pelle così bene da voler cambiare il mondo
Dolce un po' salato
Dolce un po
Il gelato al cioccolato di Pupo non c'entra: Donut Burger è l'ultima mania di junk-food made in USA, l'incontro fra l'hamburger e le ciambelle dolci
Il beverone che vale una colazione
Il beverone che vale una colazione
Si chiama "Coffiest" ed è la bevanda sostituiva dei pasti che impazza nella Silicon Valley: nasce per chi non ha tempo o voglia di sedersi a tavola, ma le vitamine gli servono comunque
The coffee experience
The coffee experience
Non è solo una semplice tazza di caffé, ma una vera esperienza sensoriale per gli occhi e il palato: è il segreto di Esmeralda Geisha 601, la miscela più cara al mondo
Professione Idrosommelier
Professione Idrosommelier
Sta nascendo un nuovo mestiere, accompagnato dal fiorire del business dell'acqua: perché tutti imparino a scegliere quella giusta
La mentuccia che allunga la vita
La mentuccia che allunga la vita
È la città di Toyama, in Giappone, a guidare il "Global Perilla Network", un progetto globale che ha come protagonista una pianta superfood dai poteri anti-age
Great Balls on Fire
Great Balls on Fire
Non è solo la terra ad essere rotonda, ci sono altre cosine, appartenenti a diversi animali, di cui in molte parti del pianeta la gente è golosa