Tutta pizza, dall'inizio alla fine

| Dimenticate il triste cartone della pizza da asporto: un pizzaiolo di Brooklyn ha trovato un modo gustoso per evitare gli sprechi

+ Miei preferiti
Di Davide Cucinotta

È curioso scoprire che in giro per il mondo ci sono decine e decine di specialisti, chiusi nei laboratori per scoprire come risolvere i problemi più strani. Ad esempio - è tutto vero -  il team che da anni si scervella per scovare una soluzione al fastidioso effetto dell'arrotolamento dei cavetti, come quelli degli auricolari, o ancora la squadra di ingegneri termodinamici, concentratissima verso l'obiettivo di creare un cartone della pizza take away capace finalmente di superare il triste sapore della carta e la mollezza, in genere incluse nel prezzo.

In tutto questo arriva il nome di Sean Berthiaume, proprietario della "Pizzeria Vinnie's" di Brooklyn: un uomo che ha avuto un'idea a suo modo rivoluzionaria, raccontata a tutta l'America in diretta nel corso del seguitissimo show serale di Jimmy Kimmel, in onda sul canale ABC. Tutto nasce da un suo Tweet, che testualmente e misteriosamente recitava: "Niente sprechi, 100% pizza e 100% gusto".

L'indirizzo di Sean, immerso nel mare di cineserie della sua zona, è già piuttosto noto perché da Vinnie's la pizza è coniugata in modi strani assai: dalla "French Toast" a quella con salsa guacamole, senza contare la lunga varietà di pizze gluten-free. Ma questa volta, c'era nell'aria qualcosa di diverso. Così, sentendo l'ultima trovata, qualcuno ha deciso di vederci chiaro, presentandosi di persona al 148 di Bedford Avenue, per capire cosa si era inventato quel geniaccio di Sean. E lì, ha fatto la scoperta del millennio: Sean Berthiaume vende le sue pizze take away utilizzando un contenitore unico e mai pensato prima. La pizza.

Insomma, da Winnie's la scatola non c'è più, o meglio c'è, ma è fatta di pizza. Una trovata che sembrano apprezzare in tanti, viste le lunghe code che ogni giorno si formano davanti alla sua pizzeria, ma che lascia un po' perplessi. Perché va bene, diamo assodato che oltre alla pizza ordinata uno si possa mangiare anche il contenitore, e in questi tempi di crisi ordinare una sola pizza e mangiarci in quattro non guasta. Ma dall'altra, volendo, sorge qualche dubbio sull'igiene (prima di arrivare a casa, il "contenitore" può sbattere, urtare e poggiarsi ovunque), e sulla praticità: difficile immaginare l'effetto poggiando le pizze sul sedile dell'auto tornando a casa. Con molta probabilità, che diventa più una certezza, quello che si risparmia in pizza, va via l'indomani sotto forma di smacchiatore.

News
Bontà loro (e nostre)
Bontà loro (e nostre)
Domenica 26 è il Cake Day, la giornata della torta. Per celebrarla come si deve, un ideale percorso di gola attraverso l'Europa, alla ricerca di specialità che valgono il viaggio
Sinfonia per minestrone e vellutata
Sinfonia per minestrone e vellutata
La Long Island Vegetable Orchestra, diretta da un professore di musica tedesco, è uno degli ensemble più richiesti di New York. Ma l'idea di un'orchestra "all-green" nasce a Vienna parecchi anni fa
L'espresso del Maggiolino
L
L'idea di un giovane artista di Denver: allestire un minuscolo bar mobile all'interno di un Beetle Volkswagen d'epoca
Anche Berlino sta scadendo
Anche Berlino sta scadendo
È un successo clamoroso, il primo supermercato al mondo a vendere soltanto cibi oltre la data di scadenza. L'idea di un sognatore che ha imparato l'arte del riciclo sulla propria pelle così bene da voler cambiare il mondo
Dolce un po' salato
Dolce un po
Il gelato al cioccolato di Pupo non c'entra: Donut Burger è l'ultima mania di junk-food made in USA, l'incontro fra l'hamburger e le ciambelle dolci
Il beverone che vale una colazione
Il beverone che vale una colazione
Si chiama "Coffiest" ed è la bevanda sostituiva dei pasti che impazza nella Silicon Valley: nasce per chi non ha tempo o voglia di sedersi a tavola, ma le vitamine gli servono comunque
The coffee experience
The coffee experience
Non è solo una semplice tazza di caffé, ma una vera esperienza sensoriale per gli occhi e il palato: è il segreto di Esmeralda Geisha 601, la miscela più cara al mondo
Professione Idrosommelier
Professione Idrosommelier
Sta nascendo un nuovo mestiere, accompagnato dal fiorire del business dell'acqua: perché tutti imparino a scegliere quella giusta
La mentuccia che allunga la vita
La mentuccia che allunga la vita
È la città di Toyama, in Giappone, a guidare il "Global Perilla Network", un progetto globale che ha come protagonista una pianta superfood dai poteri anti-age
Great Balls on Fire
Great Balls on Fire
Non è solo la terra ad essere rotonda, ci sono altre cosine, appartenenti a diversi animali, di cui in molte parti del pianeta la gente è golosa