Una torta per divorziare separazione come una festa

| Le chiamano "divorce cake", e insieme a professionisti specializzati nell'organizzare feste di separazione consensuale, rappresentano una delle ultime manie collettive americane. E non solo.

+ Miei preferiti
Di Davide Cucinotta

Va a finire che aveva ragione lui, Groucho Marx, quando forte di una certa esperienza in materia, dichiarava sicuro che "Il matrimonio è la principale causa di divorzio". Nella sola Italia gli danno ragione poco più di 50.000 coppie ogni anno, e meglio ancora fanno in America, dove calcoli alla mano ogni anno si consumano un milione di divorzi, all'incirca uno ogni trentasei secondi. Numeri che, interpretati come si deve, significano un business potenziale dalle dimensioni enormi. Insomma, ci è voluto un po' perché il messaggio intriso di "fair play" passasse, ma una delle ultime tendenze anglosassoni è di festeggiare, e anche sontuosamente, il divorzio: il secondo giorno più bello della vita, o forse il primo, dipende dai casi.

Da lì, è stata questione di un attimo: migliaia di pasticceri, magari in crisi di astinenza da fatture per cerimonie, ha pensato di riciclarsi, specializzandosi non nell'arte di rendere indimenticabile il giorno del sì, ma quello dell'arrivederci e grazie. Un esercito di professionisti capaci di dare fondo alla fantasia pur di creare una torta che dev'essere simpatica, graffiante e perfino cattiva. Ultimo e sentito saluto al coniuge dopo la gita in tribunale.

In fondo, a pensarci, le torte non mentono mai: la parte finale, quella più in alto, dove quando ci si ama compaiono le figurine dei due sposi, diventano di colpo la finestra della ferocia che solo fra due persone che si conoscono bene, può scattare in modo così profondo. Ci sono omini che hanno appena scaraventato giù per qualche piano l'ex gentile consorte, come per contro ci sono ex sposine che stringono fra le mani la testa del maritino, decapitato con tanto di glassa rosso sangue a macchiare la torta. O ancora ritratte mentre trascinano il coniuge verso i cassonetti differenziati, cercando fra carta, vetro e plastica la voce "husband", marito. Forse perché in quello dell'umido un corpo intero non ci sta.

Una tendenza che, dopo gli States, pare stia prendendo piede anche in Gran Bretagna, Germania e Austria, tentando non poco anche i "divorziandi" italiani. Lo sanno bene anche i "wedding planner", altra categoria a cui molti stanno pensando di rinunciare per trasformarsi in "divorce party planner", professionisti che arrivano subito dopo il lavoro degli avvocati e sanno far rendere al meglio piatti e vettovaglie scampati ai litigi dei due ex.

News
Bontà loro (e nostre)
Bontà loro (e nostre)
Domenica 26 è il Cake Day, la giornata della torta. Per celebrarla come si deve, un ideale percorso di gola attraverso l'Europa, alla ricerca di specialità che valgono il viaggio
Sinfonia per minestrone e vellutata
Sinfonia per minestrone e vellutata
La Long Island Vegetable Orchestra, diretta da un professore di musica tedesco, è uno degli ensemble più richiesti di New York. Ma l'idea di un'orchestra "all-green" nasce a Vienna parecchi anni fa
L'espresso del Maggiolino
L
L'idea di un giovane artista di Denver: allestire un minuscolo bar mobile all'interno di un Beetle Volkswagen d'epoca
Anche Berlino sta scadendo
Anche Berlino sta scadendo
È un successo clamoroso, il primo supermercato al mondo a vendere soltanto cibi oltre la data di scadenza. L'idea di un sognatore che ha imparato l'arte del riciclo sulla propria pelle così bene da voler cambiare il mondo
Dolce un po' salato
Dolce un po
Il gelato al cioccolato di Pupo non c'entra: Donut Burger è l'ultima mania di junk-food made in USA, l'incontro fra l'hamburger e le ciambelle dolci
Il beverone che vale una colazione
Il beverone che vale una colazione
Si chiama "Coffiest" ed è la bevanda sostituiva dei pasti che impazza nella Silicon Valley: nasce per chi non ha tempo o voglia di sedersi a tavola, ma le vitamine gli servono comunque
The coffee experience
The coffee experience
Non è solo una semplice tazza di caffé, ma una vera esperienza sensoriale per gli occhi e il palato: è il segreto di Esmeralda Geisha 601, la miscela più cara al mondo
Professione Idrosommelier
Professione Idrosommelier
Sta nascendo un nuovo mestiere, accompagnato dal fiorire del business dell'acqua: perché tutti imparino a scegliere quella giusta
La mentuccia che allunga la vita
La mentuccia che allunga la vita
È la città di Toyama, in Giappone, a guidare il "Global Perilla Network", un progetto globale che ha come protagonista una pianta superfood dai poteri anti-age
Great Balls on Fire
Great Balls on Fire
Non è solo la terra ad essere rotonda, ci sono altre cosine, appartenenti a diversi animali, di cui in molte parti del pianeta la gente è golosa