Torino e Milano, un'unica candidatura per il 2026

| L'ipotesi di un asse tra le due città, per ospitare i Giochi che si terranno fra 8 anni, piace al presidente del Coni. Ma dopo quanto è accaduto per la candidatura romana, Malagò predica cautela : "Attendiamo le elezioni del 4 marzo"

+ Miei preferiti
di Piero Abrate

Potrebbero essere Milano e Torino (unite da un file rouge di blasone sportivo e imprenditoriale) le candidate italiane alle Olimpiadi invernali del 2026. L’idea piace molto al presidente del Coni Malagò che in occasione dell’inaugurazione di Casa Italia al villaggio olimpico coreano di PyeongChang ha commentato: «C'è grande fermento ora, e certo sarebbe bella una candidatura congiunta Milano-Torino. Ma prima di fare qualsiasi discorso bisogna aspettare il 4 marzo, prima sono solo chiacchiere». Alla vigilia dell’inizio ufficiale dei Giochi (domani le prime gare, mentre venerdì si terrà l’apertura ufficiale con la cerimonia d’apertura)  il numero uno dello sporti italiano dà la sua approvazione  all’idea di un asse tra la città olimpica nel 2006 e la metropoli più viva (non solo dal punto di vista imprenditoriale) del nostro Paese. Quasi a voler dare un colpo di spugna sul recente passato, sulla mancata candidatura di Roma all’edizione estiva delle Olimpiadi.

«Magari succede come per Parigi e Los Angeles - prosegue il presdente del Coni - e si fa una doppia assegnazione per il 2026 e il 2030. Ma certo non possiamo avventurarci senza un governo che ti dà l'endorsement: ho telefonato a Fontana e Gori (i due candidati per la Lombardia, ndr) per sapere se confermavano l'interesse. Ma prima ci sono le elezioni. Se si trovassero due candidature forti nella sessione di Milano per il 2026 e il 2030 non sarebbe male. E l'idea di Milano e Torino, considerando che sono distanti 40 minuti di treno, sarebbe bellissima oltre che inedita».

In attesa delle elezioni (mancano soltanto 4 settimane) non ci resta che gustarci l’edizione 2018 dei Giochi con la speranza che l’Italia ben figuri negli sport della neve così come in quelli del ghiaccio.

 

 

OLIMPIADI 2018
La Kostner trascina gli azzurri nel Team Event. Gli altri risultati della seconda giornata
La Kostner trascina gli azzurri nel Team Event. Gli altri risultati della seconda giornata
Quarto posto provvisorio nel pattinaggio di figura. Ottima prestazione anche di Cappellini-Lanotte e di Marchei-Hotarek. E, insperata, arriva anche la prima medaglia nel biathlon con Dominik Windisch
Prima giornata, le pagelle azzurre: 8 ad Arianna Fontana
Prima giornata, le pagelle azzurre: 8 ad Arianna Fontana
Grazie ad una prestazione strepitosa, la ventisettenne pattinatrice lombarda trascina la staffetta di short track in finale. Ottima prova di Lisa Vittozzi nel biathlon, mentre delude Dorothea Wierer che fallisce due bersagli al poligono
Rinviata per il vento a giovedì 15 la libera maschile
Rinviata per il vento a giovedì 15 la libera maschile
Posticipata a giovedì 15 alla stessa ora (le 3 italiane) la discesa e, dunque, rinviato per Peter Fill e compagni l'esordio olimpico. Slitta di un giorno il SuperG maschile. A rischio anche la discesa femminile di lunedi
Olympic sex appeal
Olympic sex appeal
Qualcuna, fra le atlete in gara alle Olimpiadi sudcoreane, un premio l’ha già vinto comunque: entrare nell’elenco delle più belle del circo bianco. Ecco le più ammirate e seguite
Gli italiani in gara lunedì 12
Gli italiani in gara lunedì 12
Rinviato per il vento a giovedì il gigante femminile: in odore di medaglie Brignone e Goggia, ottime outsider Moelgg e Bassino. Sempre giovedì si disputerà la libera maschile. Tornano oggi nel biathlon Wierer e Vittozzi
Tutti gli uomini e le donne delle Olimpiadi
Tutti gli uomini e le donne delle Olimpiadi
Ecco i nomi dei più forti atleti presenti in Corea, dai quali ci si possono attendere nuovi record e spettacolo. Complessivamente, nelle 15 discipline previste, si confronteranno 2.925 concorrenti, 78 in più rispetto a Sochi
Le pagelle degli azzurri nella seconda giornata: un 9 a Dominik Windisch
Le pagelle degli azzurri nella seconda giornata: un 9 a Dominik Windisch
Partito come outsider l'atleta di Brunico conquista un sorprendente terzo posto nello sprint di biathlon. Il miracolo non riesce nello slittino a Dominik Fischnaller che rimonta un pesante svantaggio e giunge a 2 millesimo dal podio
Tutti i segreti delle 15 discipline olimpiche
Tutti i segreti delle 15 discipline olimpiche
Esaminiamo assieme gli aspetti salienti degli sport che coinvolgeranno 2.925 atleti in rappresentanza di 92 Paesi. Dal biathlon al bob, dallo sci alpino al curling, dallo snowboard allo sci di fondo
Giochi nel segno della pace: stretta di mano tra le due Coree
Giochi nel segno della pace: stretta di mano tra le due Coree
I due Paesi hanno sfilato assieme nello Stadium di PyeongChang. Alla cerimonia di inaugurazione a farla da padrone è stato soprattutto il freddo polare (-10° C). Era da Torino 2006 gli italiani non avevano una selezione così nutrita
Russi a casa, respinto il ricorso dal Tribunale arbitrale dello sport
Russi a casa, respinto il ricorso dal Tribunale arbitrale dello sport
La sessione speciale del Tribunale arbitrale dello sport ha respinto il ricorso presentato dai 45 atleti e 2 tecnici decisa in seguito allo scandalo doping della nazionale russa ai Giochi di Sochi del 2014