Il favoloso mondo di Renault Mégane R.S.

| È una tradizione dal 2003, la versione ad alte prestazioni della fortunata media di segmento C del marchio francese. Una spremuta delle tecnologie del team “Renault Sport”, con quattro ruote sterzanti e 255 km/h di velocità massima

+ Miei preferiti
Di Germano Longo
Godiamocela finché dura, perché fra elettrico, idrogeno, plug-in, batterie, GPL e quant’altro, il concetto di auto si allontana sempre più dal piacere antico di divertimento per spingere verso una mobilità più pulita e corretta, ma forse un po’ noiosa, se si può dire.

Sembra un po’ questo, il messaggio subliminale lanciato dalla “Mégane RS”, sfacciata, esagerata e cattivissima creatura Renault, marchio appena un paio di giorni fa tornato primo costruttore al mondo grazie anche all’accoppiata vincente con Nissan.

La Mégane RS 2018, presentata ufficialmente lo scorso settembre a Francoforte e ormai pronta al debutto sul mercato italiano, ricalca una felice tradizione sportiva iniziata nel 2003 con l’idea di rimpolpare l’immagine sportiva del marcio francese. Punto di forza, ad ogni nuova generazione, l’aggiunta per endovena di tutto il know-how di “Renault Sport”, il reparto corse ufficiale. Questa volta, il cuore matto della Mégane RS è il nuovissimo 1.8 turbo a iniezione diretta Twin Scroll da 280 CV e 390 Nm, grazie anche al cambio manuale (o automatico EDC) disposto a raggiungere i 255 km/h (250 con l’automatico a doppia frizione dotato di “Launch Control”), coprendo la distanza 0-100 in 5,8 secondi.

Ma questo non basterebbe nemmeno, senza la sofisticata certezza donata dalla tecnologia “4Control” a quattro ruote sterzanti. A velocità contenute le ruote posteriori sterzano in senso opposto alle anteriori, mentre aumentando la corsa curvano nello stesso senso, con punto di inversione fissato a 60 km/h.

Due i telai disponibili, “Sport” e “Cup”, il primo dedicato ad un uso prettamente stradale, con nuovi ammortizzatori e sistema elettronico di ripartizione della coppia, il secondo (racchiuso in un pack), votato alla pista, con ammortizzatori irrigiditi del 10% e differenziale Torsen a slittamento limitato. Cinque invece le modalità di guida concesse dal selettore “MultiSense”: Comfort, Normal, Sport e Race.

Tanta cattiveria, concentrata in 1.407 kg, trasuda anche all’esterno, con un look pensato appositamente: spoiler posteriore, cerchi da 18” (19 a richiesta), fari full led e impianto di scarico unico. All’interno volante in pelle, selleria RS e sistema RLink con touchscreen da 8,7”, radio DAB ed R.S. Monitor, sistema di telemetria che permette di analizzare le prestazioni combinando anche la funzione opzionale “Replay” che include le riprese video realizzate con smartphone o telecamere esterne.

Fra i sistemi di assistenza alla guida, tutti inclusi nelle dotazioni, cruise control adattivo, frenata d’emergenza, Lane Departure Warning, riconoscimento della segnaletica Blind Sport.

La Mégane RS Energy TCe con cambio manuale a sei marce è in vendita a 35.350 euro, la Energy TCe con cambio automatico EDC a 36.950. Entro la fine dell’anno è già annunciato l’arrivo di una versione “Trophy” con potenza portata a 300 CV e 400 Nm.

Galleria fotografica
Il favoloso mondo di Renault Mégane R.S. - immagine 1
Il favoloso mondo di Renault Mégane R.S. - immagine 2
Il favoloso mondo di Renault Mégane R.S. - immagine 3
Il favoloso mondo di Renault Mégane R.S. - immagine 4
Il favoloso mondo di Renault Mégane R.S. - immagine 5
Il favoloso mondo di Renault Mégane R.S. - immagine 6
Il favoloso mondo di Renault Mégane R.S. - immagine 7
Il favoloso mondo di Renault Mégane R.S. - immagine 8
Il favoloso mondo di Renault Mégane R.S. - immagine 9
Red Carpet
Il diavolo veste Dodge
Il diavolo veste Dodge
Debutta sul mercato americano l’infernale Challenger SRT Hellcat Redeye, un mostro da 797 CV che macina 327 km/h
Maserati Ghibli Ribelle: black si back
Maserati Ghibli Ribelle: black si back
Edizione limitata 200 esemplari, caratterizzata da una speciale vernice nero micalizzata e finiture specifiche
Addio al Maggiolino Volkswagen
Addio al Maggiolino Volkswagen
La data ultima è luglio 2019: in attesa dell’uscita di scena, arrivano due limited edition
Mercedes GLE, dancing queen
Mercedes GLE, dancing queen
La regina dei Suv di taglia XXL vuole riprendersi lo scettro: elegante, muscolosa, tecnologicamente avanzatissima, ha il carattere della vera ammiraglia
“Futurista”: the Lancia Delta reloaded
“Futurista”: the Lancia Delta reloaded
Venti esemplari a 300mila euro ciascuno: è l’unico limite di un’idea della Automobili Amos, azienda che ha voluto ridare la passerella alla leggenda dei Rally
Bugatti Divo, il jet stradale
Bugatti Divo, il jet stradale
I 1.500 CV spremuti dal W16 quadriturbo da 8.000 cc permettono di toccare i 380 km/h. Peccato che per averla sarebbero serviti almeno cinque milioni di euro
Renault Arkana, il suv sposa il coupé
Renault Arkana, il suv sposa il coupé
Presentato in queste ore al Mias di Mosca, fa parte dell’offensiva per conquistare il ghiotto mercato russo, ma è probabilmente destinato ad arrivare ovunque
Audi Q3, la piccola è cresciuta
Audi Q3, la piccola è cresciuta
Dalle misure alle dotazioni, dal lusso alla tecnologia, l’urban suv della dinastia “Q” non ha più nulla da invidiare alle sorelle maggiori
Porsche Macan 2019: stay connected
Porsche Macan 2019: stay connected
Restyling pesante per il piccolo Suv made in Stoccarda, sempre più sofisticato, lussuoso, connesso e disposto ad assistere e aiutare chi guida
Master and commander
Master and commander
Il ritorno della BMW Serie 8, icona assoluta degli anni Novanta diventata una GT dai raffinati piaceri tecnologici