La terza generazione della BMW X3 svelata in anteprima all'Autocrocetta

| Un evento con tanto di spazio "top secret" per ammirare da vicino la nuova Sport Utility del marchio tedesco: un vero concentrato di stile e tecnologia

+ Miei preferiti
Di Davide Cucinotta

NOSTRO SERVIZIO
GERMANO LONGO
Nel 1987, il marchio BMW - ormai avviato a diventare un colosso - tira fuori la "E30", sigla che indica la nuova generazione della "Serie 3", modello di culto e sogno su ruote per tanti amanti delle auto che sappiano unire prestazioni ed eleganza. Quell'anno, trent'anni fa esatti, nasce "Autocrocetta", concessionaria BMW che nel nome racchiude uno dei quartieri più centrali e signorili di Torino.

Ma le cose cambiano, il mondo va avanti ed è il tempo a decidere chi ha la stoffa per continuare e chi invece è meglio si fermi lì. I primi trent'anni di Autocrocetta sono l'unico e il solo possibile indizio di un mix che una clientela sempre più esigente non solo vuole, ma ormai pretende: professionalità, assistenza, cura e perché no, gentilezza.

In mezzo, in questi trent'anni, c'è il trasloco nella sede di corso Trieste 140, e l'arrivo nel "Gruppo BMW" del marchio "Mini", operazione di straordinaria efficacia automobilistica riuscita a pochi altri brand. Un anno fa, era agosto, alla faccia di ogni crisi dell'auto - vera o presunta che sia - Autocrocetta addirittura raddoppia, con l'apertura di una nuova sede in via Moncenisio 8, in realtà a pochi passi da quella storica di corso Trieste, ma ancora più ampia e adatta per ospitare eventi riservati alla clientela.

Ed è stato esattamente un evento, quello che venerdì 21 luglio ha illuminato a festa la nuova sede di Autocrocetta: una preview riservata a pochi della nuova BMW X3, la terza generazione di un Suv (anzi, "Sav", Sport Activity Vehicle) che quand'è nata, nel 2003, ha aperto un segmento che oggi ha tanti pretendenti al trono.

Un evento dai tratti top secret: in anteprima assoluta la X3 si poteva ammirare in uno spazio chiuso creato appositamente, ma consegnando cellulari e qualsiasi apparecchio in grado di fare foto.

X3, le tappe di un best seller

Il 7 ottobre del 2003, Arnold Scharzenegger diventa il nuovo Governatore della California: l'emblema stessa della forza e di una granitica forza di volontà. La stessa idea che BMW, quell'anno, porta sulla scena lanciando la X3, sport utility che ai soloni dell'automobile era sembrato un azzardo: il mercato dell'auto annaspava, e pochi anni prima il marchio dell'elica aveva lanciato la monumentale X5. C'era il rischio, secondo qualcuno, di sacrificare uno dei modelli, quale l'avrebbero deciso i mercati. Inutile dire che a Monaco, ancora una volta, avevano visto giusto: la X3 si moltiplica in un milione e mezzo di esemplari, 92.000 solo in Italia.

La terza generazione, quella già in prevendita e con consegne a partire dal prossimo novembre, rispetta le proporzioni che l'hanno resa un best seller, anche se aggiunge qualche centimetro in più a lunghezza, passo e larghezza. A guadagnarci, in sportività ed emozione, è l'immagine complessiva. Ancora più in evidenza è il tradizionale doppio rene della griglia anteriore, su cui domina un cofano di grandi dimensioni e il tetto spiovente. A completare un insieme di grande effetto ci pensano il doppio scarico e i cerchi, a scelta fra 18, 19, 20 e 21".

Non cambia la capienza del bagagliaio, da 550 a 1.600 litri, che però si arricchisce di modulabilità, con un utilissimo doppio fondo e gli schienali ribaltabili.

Interni all'altezza del rango, con la consueta attenzione ai materiali, percepibile al tatto, così come le dotazioni di sicurezza attiva e per l'infotainment, aiutato dal parabrezza ad alto isolamento acustico. Lunga la dotazione dei dispositivi di serie: sensori di collisione, assistenza di attenzione alla guida, volante multifunzione, luci diurne e fari posteriori a Led, sensori luci, pioggia e parking, Start&Stop, cruise control, clima automatico, apertura comfort del bagagliaio, pacchetto ConnectedDrive Series e Teleservices. E infinita, come da tradizione "tailor made" del marchio, la lista degli optional, racchiusi in tre correnti di pensiero (Innovation, Comfort, Business Plus) che vanno dall'assetto sportivo DDC al sistema che riscalda l'auto da ferma, e ancora tetto panoramico, gruppi ottici Full Led, head-up display, hotspot wi-fi, ricarica wireless per smartphone, pacchetto Driving Assistant Plus, cruise control attivo.

Quattro gli allestimenti (Business Advantage, Xline, Luxury e Msport) e tre i motori previsti al lancio, tutti con cambio automatico Steptronic a otto rapporti e trazione integrale xDrive: pei i diesel il 2.0 litri quattro cilindri da 190 CV e il sei cilindri 3.0 con 249 e 265 CV, sul fronte benzina spazio alla sportivissima M4Oi con il sei cilindri 3.0 TwinPower da 360 CV e velocità autolimitata a 250 km/h.

Già annunciato l'arrivo della 20i e 30i, più due versioni ecologiche, una plug-in hybrid ed una full electric. Prezzi da 49.900 a 66.000 euro.

Red Carpet
Il diavolo veste Dodge
Il diavolo veste Dodge
Debutta sul mercato americano l’infernale Challenger SRT Hellcat Redeye, un mostro da 797 CV che macina 327 km/h
Maserati Ghibli Ribelle: black si back
Maserati Ghibli Ribelle: black si back
Edizione limitata 200 esemplari, caratterizzata da una speciale vernice nero micalizzata e finiture specifiche
Addio al Maggiolino Volkswagen
Addio al Maggiolino Volkswagen
La data ultima è luglio 2019: in attesa dell’uscita di scena, arrivano due limited edition
Mercedes GLE, dancing queen
Mercedes GLE, dancing queen
La regina dei Suv di taglia XXL vuole riprendersi lo scettro: elegante, muscolosa, tecnologicamente avanzatissima, ha il carattere della vera ammiraglia
“Futurista”: the Lancia Delta reloaded
“Futurista”: the Lancia Delta reloaded
Venti esemplari a 300mila euro ciascuno: è l’unico limite di un’idea della Automobili Amos, azienda che ha voluto ridare la passerella alla leggenda dei Rally
Bugatti Divo, il jet stradale
Bugatti Divo, il jet stradale
I 1.500 CV spremuti dal W16 quadriturbo da 8.000 cc permettono di toccare i 380 km/h. Peccato che per averla sarebbero serviti almeno cinque milioni di euro
Renault Arkana, il suv sposa il coupé
Renault Arkana, il suv sposa il coupé
Presentato in queste ore al Mias di Mosca, fa parte dell’offensiva per conquistare il ghiotto mercato russo, ma è probabilmente destinato ad arrivare ovunque
Audi Q3, la piccola è cresciuta
Audi Q3, la piccola è cresciuta
Dalle misure alle dotazioni, dal lusso alla tecnologia, l’urban suv della dinastia “Q” non ha più nulla da invidiare alle sorelle maggiori
Porsche Macan 2019: stay connected
Porsche Macan 2019: stay connected
Restyling pesante per il piccolo Suv made in Stoccarda, sempre più sofisticato, lussuoso, connesso e disposto ad assistere e aiutare chi guida
Master and commander
Master and commander
Il ritorno della BMW Serie 8, icona assoluta degli anni Novanta diventata una GT dai raffinati piaceri tecnologici