Lotus Exige Cup 430: nemica dell'asfalto

| Incollata al terreno, sembra voler nascondere grandi modifiche sotto lievi cambiamenti estetici. Il risultato è la Lotus stradale più veloce di sempre

+ Miei preferiti
Di Davide Cucinotta
Aguzzare la vista e trovare le differenze, perché quelle che corrono fra la Lotus Exige Cup e la nuova Cup 430 non sono così scontate da rintracciare, almeno a livello estetico. Meglio scendere sottopelle e al primo bivio incrociare il 3,5 litri V6 da 436 CV e 400 Nm, accelerazione 0-100 in 3"3 e 290 km/h di velocità massima che la rendono la Lotus stradale più performance di sempre e un ottimo indizio per capire che in realtà si tratta di un trapianto d'organi automobilistico, secondo i principi di un gioco di spostamenti caro agli americani e chiamato "engine swap".

A proposito: trovare il motore, ereditato dalla Evora GT430 e di natali Toyota, non sembra difficile, visto che è sistemato dietro i sedili posteriori. E ben altre sono le novità nascoste, che regalano 55 CV in più alla Cup 430: dal nuovo sistema di aspirazione al compressore volumetrico Edelbrock con intercooler aria-acqua e corpo farfallato più grande. In realtà, le nuove appendici, l'aerodinamica e l'ottimizzazione del carico deportante incollano la Cup 430 a terra, molto più di quanto successe con la sorellina.

Come accennato, le modifiche esterne restano al minimo: si notano le prese d'aria frontali, lo splitter in fibra di carbonio, il diffusore in alluminio, lo scarico in titanio (a richiesta) e i concavi e convessi che modificano la gestione dei flussi d'aria. Un'operazione di alleggerimento che all'apparenza porta 29 kg in meno (1.056 totali), in parte però compensati da un maggior peso di intercooler, sistema di raffreddamento e frizione.

Ma quanto si vede, non rende giustizia al grande lavoro degli ingegneri, che hanno lavorato sulle modifiche di telaio in alluminio, oltre a rimettere mano al frontale per far posto ai tre radiatori.

L'interno, declinato verso i piaceri della pista, se lo dividono l'alluminio, un po' di Alcantara e la fibra di carbonio. Chi pensa che non sia abbastanza, trova pronto il "Lotus Exclusive", programma di personalizzazione del marchio di Hethel.

I prezzi, per finire: 133.160 euro senza optional, circa 17mila in più della 380 Cup. Gli ingegneri costano, si sa.

Red Carpet
Il diavolo veste Dodge
Il diavolo veste Dodge
Debutta sul mercato americano l’infernale Challenger SRT Hellcat Redeye, un mostro da 797 CV che macina 327 km/h
Maserati Ghibli Ribelle: black si back
Maserati Ghibli Ribelle: black si back
Edizione limitata 200 esemplari, caratterizzata da una speciale vernice nero micalizzata e finiture specifiche
Addio al Maggiolino Volkswagen
Addio al Maggiolino Volkswagen
La data ultima è luglio 2019: in attesa dell’uscita di scena, arrivano due limited edition
Mercedes GLE, dancing queen
Mercedes GLE, dancing queen
La regina dei Suv di taglia XXL vuole riprendersi lo scettro: elegante, muscolosa, tecnologicamente avanzatissima, ha il carattere della vera ammiraglia
“Futurista”: the Lancia Delta reloaded
“Futurista”: the Lancia Delta reloaded
Venti esemplari a 300mila euro ciascuno: è l’unico limite di un’idea della Automobili Amos, azienda che ha voluto ridare la passerella alla leggenda dei Rally
Bugatti Divo, il jet stradale
Bugatti Divo, il jet stradale
I 1.500 CV spremuti dal W16 quadriturbo da 8.000 cc permettono di toccare i 380 km/h. Peccato che per averla sarebbero serviti almeno cinque milioni di euro
Renault Arkana, il suv sposa il coupé
Renault Arkana, il suv sposa il coupé
Presentato in queste ore al Mias di Mosca, fa parte dell’offensiva per conquistare il ghiotto mercato russo, ma è probabilmente destinato ad arrivare ovunque
Audi Q3, la piccola è cresciuta
Audi Q3, la piccola è cresciuta
Dalle misure alle dotazioni, dal lusso alla tecnologia, l’urban suv della dinastia “Q” non ha più nulla da invidiare alle sorelle maggiori
Porsche Macan 2019: stay connected
Porsche Macan 2019: stay connected
Restyling pesante per il piccolo Suv made in Stoccarda, sempre più sofisticato, lussuoso, connesso e disposto ad assistere e aiutare chi guida
Master and commander
Master and commander
Il ritorno della BMW Serie 8, icona assoluta degli anni Novanta diventata una GT dai raffinati piaceri tecnologici