Suzuki Swift, cittadina di razza purissima

| Il best seller del marchio giapponese, che sta vivendo un anno di grandi successi, arriva alla sesta generazione sposando la tecnologia ibrida

+ Miei preferiti
Di Davide Cucinotta

Quando un evento ha il potere di richiamare tanto pubblico, significa che c'è sotto qualcosa che vale. È stato così per il porte aperte che nel week end fra sabato 23 e domenica 24 settembre ha ufficializzato l'arrivo sul mercato della sesta generazione di Suzuki Swift.

Che si tratti di un dei modelli più amati del marchio giapponese lo dimostrano gli anni di servizio effettivo: 34, dal salone dell'auto di Tokyo del 1983. Ma i tempi cambiano insieme alle esigenze e ai diktat dei mercati, che oggi impongono scelte radicali e tecnologie sempre più efficienti. Per questo, la rivoluzione della Swift 2017 è radicale, e non riguarda solo l'estetica, ma scende nei più profondi strati del sottopelle. La nuova piattaforma, la "Heartect", ha permesso di risparmiare 120 kg portando a 840 il peso totale, ma anche ad aumentare la rigidità torsionale, da aggiungere al raggio di sterzata maggiore e ad un'efficienza generale superiore del 5%.

Swift, comunque, salva le misure che le hanno portato fortuna, da vera compatta (3,8 metri di lunghezza, 1,7 di larghezza e 1,5 di altezza, con 265 litri di bagagliaio ampliabile fino a 947), ma soprattutto dice addio ai motori a Gpl per fare spazio a listino alle versioni ibride, volendo abbinate alla trazione integrale Allgrip.

Tanta la tecnologia di bordo, a cominciare dal Forward Detection System, seguito dalla frenata automatica d'emergenza, il mantenimento della corsia di marcia, gli abbaglianti automatici e il cruise control adattivo, tutti di serie sulla versione Top Hybrid, abbinato al 1.2 DualJet da 90 CV e al 1.0 Turbo BoosterJet da 112. Il primo abbinato ad un cambio manuale a cinque rapporti e 180 km/h di velocità massima (con scatto 0-100 in 11,9 secondi), il secondo disponibile anche con cambio automatico a sei marce che spinge fino a 190 km/h.

Esteticamente, oltre a confermare la possibilità della tinta bicolore, la Swift 2017 mostra carattere attraverso i passaruota pronunciati, la calandra importante ei gruppi ottici a Led anteriori e posteriori. Stessa attenzione applicata agli interni, giocati su un contrasto di colori disposto ad avvicinarsi alla personalità di chi siede al posto di guida: a dominare è il touch screen da 7" con interfaccia Android e Apple. I prezzi, come sempre, molto "cheap", alzando il livello del binomio qualità/prezzo: la Launch Edition, in offerta lancio, è in vendita a 12.650 euro iva inclusa.

Red Carpet
Il diavolo veste Dodge
Il diavolo veste Dodge
Debutta sul mercato americano l’infernale Challenger SRT Hellcat Redeye, un mostro da 797 CV che macina 327 km/h
Maserati Ghibli Ribelle: black si back
Maserati Ghibli Ribelle: black si back
Edizione limitata 200 esemplari, caratterizzata da una speciale vernice nero micalizzata e finiture specifiche
Addio al Maggiolino Volkswagen
Addio al Maggiolino Volkswagen
La data ultima è luglio 2019: in attesa dell’uscita di scena, arrivano due limited edition
Mercedes GLE, dancing queen
Mercedes GLE, dancing queen
La regina dei Suv di taglia XXL vuole riprendersi lo scettro: elegante, muscolosa, tecnologicamente avanzatissima, ha il carattere della vera ammiraglia
“Futurista”: the Lancia Delta reloaded
“Futurista”: the Lancia Delta reloaded
Venti esemplari a 300mila euro ciascuno: è l’unico limite di un’idea della Automobili Amos, azienda che ha voluto ridare la passerella alla leggenda dei Rally
Bugatti Divo, il jet stradale
Bugatti Divo, il jet stradale
I 1.500 CV spremuti dal W16 quadriturbo da 8.000 cc permettono di toccare i 380 km/h. Peccato che per averla sarebbero serviti almeno cinque milioni di euro
Renault Arkana, il suv sposa il coupé
Renault Arkana, il suv sposa il coupé
Presentato in queste ore al Mias di Mosca, fa parte dell’offensiva per conquistare il ghiotto mercato russo, ma è probabilmente destinato ad arrivare ovunque
Audi Q3, la piccola è cresciuta
Audi Q3, la piccola è cresciuta
Dalle misure alle dotazioni, dal lusso alla tecnologia, l’urban suv della dinastia “Q” non ha più nulla da invidiare alle sorelle maggiori
Porsche Macan 2019: stay connected
Porsche Macan 2019: stay connected
Restyling pesante per il piccolo Suv made in Stoccarda, sempre più sofisticato, lussuoso, connesso e disposto ad assistere e aiutare chi guida
Master and commander
Master and commander
Il ritorno della BMW Serie 8, icona assoluta degli anni Novanta diventata una GT dai raffinati piaceri tecnologici