Vado di fretta, solo un po' di tartufo

| Quando la realtÓ supera la fantasia, pu˛ succedere che nasca il primo fast food al mondo dedicato al tubero pi¨ prezioso. Con prezzi da pranzo veloce e sapori da ristorante stellato

+ Miei preferiti
Di Davide Cucinotta

Fast food e tartufo: due concetti totalmente all'antitesi uno dell'altro. Da una parte la cultura del cibo veloce che costringe ad adattarsi un po' verso gusti uniformati (e spesso poco salutari), dall'altra uno degli ingredienti più raffinati e costosi, territorio per lo più esclusivo dei locali di un certo livello. Metterli insieme, fast food e tartufo, è ribadire per l'ennesima volta che sacro e profano non andranno mai d'accordo, come l'acqua e l'olio.

Era così, fino a poco, pochissimo tempo fa, quando Giorgio Gaffi, esperto in materia di origini umbre e affari milanesi, ha deciso che anche l'ultimo tabù andava frantumato. La sua idea, così particolare da essere unica, si chiama "10 Grams", dieci grammi, ed è il primo fast food al mondo dedicato interamente al tartufo: ha aperto a Milano, in via Moscova angolo largo La Foppa (tutti i giorni dalle 11:30 alle 15 e dalle 18 alle 23:30).

Ma fra le pagine del menù, si nasconde la voglia di rendere democratico il frutto della terra più prezioso, calmando i prezzi fino al livello di poter concedere a chiunque un piatto a base di tartufo. 10 Grams, nasce con l'idea sacra del fast food: tavoli in legno e piatti di plastica, necessari per rispettare la velocità, ma con una qualità che - per stessa ammissione di Gaffi - vuole avvicinarsi quanto più possibile a quella dei ristoranti stellati. Se non è una rivoluzione, poco ci manca.

In più, perché le belle notizie sembrano non voler finire, le materie prime sono tutte freschissime, selezionate e rigorosamente scelte seguendo le cadenze stagionali dei raccolti di tutt'Italia: in autunno il bianco, in inverno il nero, bianchetto per la primavera e di nuovo nero d'estate.

I prezzi? Contenuti davvero, non c'è che dire: un uovo strapazzato con lamellata di tartufo nero a 6 euro (bianco a 8), tortino di patate con tartufo bianco a 12 euro e tajarin al nero a 10 (15 con il bianco).

Ristoranti
Michelin 2018: quando una stella nasce
Michelin 2018: quando una stella nasce
Assegnato il massimo riconoscimento per l'edizione 2018 della guida pi¨ celebre del mondo. NovitÓ, conferme e delusioni nell'olimpo degli chef
E per pranzo, un Lego-burger
E per pranzo, un Lego-burger
Nelle Filippine, un fast food propone panini realizzati come i celebri mattoncini che hanno accompagnato l'infanzia di intere generazioni
La crisi profonda delle stelle Michelin
La crisi profonda delle stelle Michelin
La fama della celebre guida Michelin, bibbia della ristorazione mondiale, sembra vacillare: tanti gli chef che pur di ottenere una stella si sono rovinati e molti quelli morti suicidi. Oggi, sono sempre di pi¨ quelli che dicono no, grazie
London Fried Club
London Fried Club
Secondo i veri londinesi, il "Fish Central" Ŕ uno dei pochi posti rimasti a proporre l'autentica ricetta del pi¨ tipico piatto locale
Nudi alla mensa
Nudi alla mensa
Per la veritÓ non Ŕ esattamente una mensa, ma un ristorante cosý particolare da essere sommerso dalle prenotazioni. Il motivo? Prima di entrare bisogna spogliarsi
Il ristorante pi¨ esclusivo del pianeta
Il ristorante pi¨ esclusivo del pianeta
Le prenotazioni riapriranno nel 2025, dopo essere state chiuse tre anni fa: l'incredibile storia di un locale nato nel seminterrato della casa di uno chef di enorme talento
NanÓ: i sapori della nonna on delivery
NanÓ: i sapori della nonna on delivery
Nasce "NanÓ Chef Away", un sito e una app da cui ordinare le specialitÓ di alcune delle migliori gastronomie torinesi: perchÚ l'appetito vien navigando (in rete)
Rock and charity: Soul Kitchen, il ristorante senza conto di Bon Jovi
Rock and charity: Soul Kitchen,
il ristorante senza conto di Bon Jovi
Il frontman dell'omonima rock band americana, da sempre in prima fila per aiutare chi ha bisogno, ha aperto un locale dove l'imperativo Ŕ dare da mangiare, non guadagnarci
The Grill, la nuova meta della New York che conta
The Grill, la nuova meta
della New York che conta
Sulle ceneri del ristorante del Four Season, chiuso un anno fa, Ŕ nato un locale affidato a due giovani e talentuosi chef italo-americani
Il mouse-restaurant di Malm÷
Il mouse-restaurant di Malm÷
Un negozio di primizie ed un bistrot a misura di topolini: un'opera di street art piacevole, ma difficile da visitare