Otorino, ricostruita laringe con i muscoli del collo

| Straordinario intervento, primo in Italia, nel reparto di Otorino Universitaria in collaborazione con I colleghi di Lione

+ Miei preferiti
Per la prima volta in Italia è stata effettuata la ricostruzione della laringe (laringoplastica) con i muscoli del collo, dopo asportazione parziale della stessa per motivi oncologici, presso l'ospedale Molinette della Città della Salute di Torino. Questo intervento é una vera rivoluzione nel campo della patologia oncologica della laringe ed i benefici per i pazienti sottoposti a questa tecnica sono enormi: ripresa fonatoria e deglutitoria in tempi rapidissimi, rispetto a quelli che che si hanno con la tecnica utilizzata fino ad oggi. 

Il tumore maligno della laringe è il più frequente tumore del distretto testa – collo. Rappresenta circa il 2,5% di tutte le neoplasie maligne nell'uomo e lo 0,5% nella donna. In Italia attualmente vengono diagnosticati circa 5.000 nuovi casi di tumore della laringe ogni anno (circa 250 solo a Torino e provincia), interessando per lo più soggetti con età compresa tra 50 e 70 anni.

Le modalità di trattamento (Radioterapia – Chemioterapia e Chirurgia) variano a seconda della sede e delle dimensioni del tumore. Si possono effettuare interventi conservativi con il laser, se il tumore è di piccole dimensioni, oppure, se le dimensioni sono più estese, sono indicati  interventi  di laringectomie parziali (dette subtotali), dove, una volta asportata la parte di laringe affetta dal tumore, si ricostruisce la laringe stessa unendo le strutture residue. Questo tipo di intervento, pur portando a guarigione il paziente in un'alta percentuale dei casi (70-80%), è gravato da una lenta ripresa deglutitoria.  In alcuni casi  la deglutizione può rimanere alterata per tutta la vita. 

Presso l'Otorinolaringoiatria universitaria dell'ospedale Molinette della Città della Salute di Torino, diretta dal professor Roberto Albera, è stato eseguito per la prima volta in Italia un intervento rivoluzionario per la cura dei tumori della laringe dal professor Giancarlo Pecorari

A differenza degli altri interventi di laringectomia subtotale, questa innovativa tecnica chirurgica  prevede la completa ricostruzione della laringe con i muscoli del collo. Viene effettuata una plastica laringea (laringoplastica). Questa operazione consente al paziente di riprendere a parlare, bere e mangiare in tempi rapidissimi, senza danni permanenti e con una altissima percentuale di guarigione.

Questo intervento, che è stato possibile grazie alla collaborazione con l'Università di Lione, ha consentito di operare un paziente di 73 anni, affetto da recidiva di tumore laringeo. Questo paziente, che fino a poco tempo fa sarebbe stato sottoposto all'asportazione subtotale o totale della laringe, con i vari deficit funzionali inerenti a questi interventi, è tornato dopo circa 10 giorni dall'operazione alla sua normale attività lavorativa e di relazione. Il ricovero in ospedale  è stato più che dimezzato rispetto alla tecnica tradizionale e la ripresa deglutitoria è stata rapida ed efficace con un ridottissimo disagio psicologico ed emotivo sia per il paziente che per i suoi familiari.

 

Salute
La prima vittima di Netflix
La prima vittima di Netflix
Un giovane indiano ha chiesto aiuto ai medici: per sei mesi ha chiuso i ponti con la realtà, dedicando tutto il suo tempo alle serie tivù
Il mistero dei bimbi nati senza braccia o mani
Il mistero dei bimbi nati senza braccia o mani
Dal 2009 al 2014 nel paese di Druillat sono nati sette bambini con deformazioni simili. Le madri vivevano nel raggio di 17 chilometri in mezzo a campi di mais e girasole. Indagini in corso
"Noi ustionati, tra amore e discriminazione"
"Noi ustionati, tra amore e discriminazione"
La coraggiosa e commovente storia di Sara, ustionata in modo grave a 15 anni, poi il lento ritorno a una vita normale. Gli atroci commenti della gente di fronte alle cicatrici delle ustioni. E gli angeli in camice bianco
La “fitness routine” di Mark Wahlberg
La “fitness routine” di Mark Wahlberg
Si alza nel cuore della notte per iniziare gli allenamenti: gioca a golf, si sottopone a crioterapia, cena con la famiglia e va a dormire prima che faccia buio. Alla faccia della bella vita delle star
Legionella, 29enne è grave
Legionella, 29enne è grave
Oltre 140 casi in Lombardia, il batterio si nasconde nelle acque. Tra le misure precauzionali, la manutenzione degli impianti idrici casalinghi. Gli esperti
Si mangia le unghie, le amputano il dito
Si mangia le unghie, le amputano il dito
Courtney, 20 anni, è riuscita a infliggersi delle ferite così profonde al pollice da scatenare una forma aggressiva di tumore. I medici sono stati costretti a intervenire in modo drastico
La donna che non può più piangere
La donna che non può più piangere
50 anni, si sottopone ad un intervento per asportare un tumore al cervello, ma il medico le toglie la ghiandola lacrimale
Dopo il West Nile, ecco il Dengue
Dopo il West Nile, ecco il Dengue
Un caso della grave infezione nell'Udinese, una persona in ospedale dopo la puntura di una zanzara. Il Dengue è diffuso in India può generare febbri emorragiche. Ancora in cura i malati di West Nile in Sardegna
La dieta che uccide, pericolo sul web
La dieta che uccide, pericolo sul web
Ancora in vendita on line pillole dimagranti a base di Dnp, un veleno che converte l'energia solo in calore. In Inghilterra condannato per la prima volta un pusher. Storia di una sua vittima, aveva 21 anni
Cellule addestrate per battere i tumori
Cellule addestrate per battere i tumori
Anche in Europa la "Car T", il nuovo ciclo di terapie per battere leucemia e linfoma, sia pediatrici che per adulti. Progetti per estendere i protocolli ad altri tipi di tumore