Tre trapianti in una notte, nel cuore della Natività

| Nella notte tra il 24 e il 25 dicembre a cura della equipe di Mauro Rinaldi, Mauro Salizzoni e Paolo Gontero delle Molinette. Intervento complesso rene-polmone, l'importante ruolo dei chirurghi vascolari. Esito positivo

+ Miei preferiti

Tre donne sono state salvate fra il 24 e il 25 dicembre a Torino grazie a trapianti di organi. Gli interventi sono stati effettuati all'ospedale Molinette. "Un vero miracolo del Natale", hanno commentato nell'azienda sanitaria. In un caso si è trattato di un raro trapianto combinato fegato-rene eseguito su una paziente di 59 anni. La donatrice è una donna di 48 anni morta all'ospedale Maria Vittoria, a Torino, per una emorragia cerebrale. Nella tarda notte fra il 24 e il 25 i due polmoni sono stati trapiantati su una paziente di 52 anni affetta da Bpco (bronco pneumopatia cronico ostruttiva). L'intervento, durato circa cinque ore, è stato eseguito dall'equipe di Mauro Rinaldi e - come spiegano in ospedale - è "tecnicamente riuscito". La donna è ora in terapia intensiva cardiochirurgica. Il trapianto combinato fegato-rene è stato effettuato su una cinquantanovenne affetta da epatopatia policistica. L'operazione si è articolata in due fasi: la prima (sul fegato) è stata a cura dell'equipe di Mauro Salizzoni, mentre per la seconda è entrata in azione la squadra di urologi di Paolo Gontero e quella dei chirurghi vascolari di Maurizio Merlo coadiuvati dai nefrologi di Luigi Biancone. Il duplice intervento, tecnicamente riuscito, ha richiesto sette ore. La paziente è stata portata nel reparto di terapia intensiva diretto da Pier Paolo Donadio.

La maratona della Città della Salute di Torino, coordinata dal Centro regionale trapianti diretto da Antonio Amoroso, è poi proseguita il giorno di Natale, quando il secondo rene è stato trapiantato su una donna di 44 anni affetta da glomerosclerosi. L'intervento, durato 4 ore per opera delle medesime equipe del rene precedente, è tecnicamente riuscito; la donna si trova nella terapia intensiva dei trapianti renali. Le cornee e la cute della donatrice sono a disposizione delle relative banche dei tessuti. (ANSA).

 
Salute
La “fitness routine” di Mark Wahlberg
La “fitness routine” di Mark Wahlberg
Si alza nel cuore della notte per iniziare gli allenamenti: gioca a golf, si sottopone a crioterapia, cena con la famiglia e va a dormire prima che faccia buio. Alla faccia della bella vita delle star
Legionella, 29enne è grave
Legionella, 29enne è grave
Oltre 140 casi in Lombardia, il batterio si nasconde nelle acque. Tra le misure precauzionali, la manutenzione degli impianti idrici casalinghi. Gli esperti
Si mangia le unghie, le amputano il dito
Si mangia le unghie, le amputano il dito
Courtney, 20 anni, è riuscita a infliggersi delle ferite così profonde al pollice da scatenare una forma aggressiva di tumore. I medici sono stati costretti a intervenire in modo drastico
La donna che non può più piangere
La donna che non può più piangere
50 anni, si sottopone ad un intervento per asportare un tumore al cervello, ma il medico le toglie la ghiandola lacrimale
Dopo il West Nile, ecco il Dengue
Dopo il West Nile, ecco il Dengue
Un caso della grave infezione nell'Udinese, una persona in ospedale dopo la puntura di una zanzara. Il Dengue è diffuso in India può generare febbri emorragiche. Ancora in cura i malati di West Nile in Sardegna
La dieta che uccide, pericolo sul web
La dieta che uccide, pericolo sul web
Ancora in vendita on line pillole dimagranti a base di Dnp, un veleno che converte l'energia solo in calore. In Inghilterra condannato per la prima volta un pusher. Storia di una sua vittima, aveva 21 anni
Cellule addestrate per battere i tumori
Cellule addestrate per battere i tumori
Anche in Europa la "Car T", il nuovo ciclo di terapie per battere leucemia e linfoma, sia pediatrici che per adulti. Progetti per estendere i protocolli ad altri tipi di tumore
Se aveste un figlio malato, fareste pagare meno i farmaci"
Se aveste un figlio malato, fareste pagare meno i farmaci"
Un bimbo di 8 anni, malato di fibrosi cistica, ha scritto una lettera alla Vertex Pharmaceuticals per chiedere all'azienda di abbassare i costi dei farmaci necessari a contrastarla: "Per favore vendetela anche in Inghilterra"
Vorrei la pelle bianca
Vorrei la pelle bianca
In Africa l'uso smodato di creme sbiancanti sta creando nuove patologie, coinvolte migliaia di persone, anche bambini. Una moda pericolosa e incontrollabile, nei farmaci non testati sostanze tossiche
Legionella, emergenza finita? Forse
Legionella, emergenza finita? Forse
Secondo l'Ats di Milano l'epidemia con decine di casi e alcune vittime provocata dal temporale del 6 luglio che ha "attivato" il batterio annidato nelle torri di raffreddamento