La fiaba con il bacio senza consenso

| La Gran Bretagna si interroga: nella favola della Bella Addormentata nel Bosco, il principe azzurro bacia la principessa senza permesso. E se lei non avesse voluto?

+ Miei preferiti
Di Davide Cucinotta

Qualcuno l'aveva previsto: il maremoto del caso Weinstein finirà per costringere il pianeta a riscrivere buona parte delle cose che oggi si danno per assodate. E fin quando si parla di violenze, carezze e palpate estorte con la forza da chi si sentiva troppo potente per finire nelle ganasce della legge è un conto, ma la questione inizia a prendere pieghe inaspettate assai, e perfino un po' preoccupanti.

Si prenda l'Inghilterra, ad esempio, paese dove un manipolo di politici è finito nella gogna mediatica per una serie di episodi che li vedrebbero protagonisti di molestie ai danni di ex collaboratrici e donne in cerca di lavoro. Uno scandalicchio, al momento, che non ha risparmiato l'imbarazzo della May, già alle prese con le difficoltà "Brexit" e a cui si aggiungerà presto un probabile "Sexit", nel senso di mostrare l'uscita da Westminster al gruppetto di colleghi, peraltro piuttosto arzilli malgrado gli anni.

Ma proprio in questi giorni, la Gran Bretagna si interroga su altro: un nuovo filone, diciamo un filoncino, un sassolino lanciato nello stagno da Sarah Hall, sconosciuta mamma di due bambini che si è sentita in dovere di scrivere alla scuola frequentata dai pargoli per chiedere di rimuovere immediatamente dai programmi la favola della "Bella Addormentata nel Bosco", una delle più celebri fiabe della tradizione europea, resa celebre dalle versioni di Charles Perrault, dei fratelli Grimm e soprattutto dall'adattamento di Walt Disney per il cinema del 1959.

Il motivo della richiesta, affidato ad un Tweet, recita: "Fin quando le scuole non elimineranno questi testi, non saremo in grado di cambiare atteggiamenti maschilisti che oggi sono radicati". In pratica, mamma Sarah se la prende con il Principe - nientemeno quello "Azzurro", il prototipo di maschio che ogni donna sogna di incontrare nella vita - che impunemente approfitta del sonno della Principessa per assestarle un bacio. In effetti, all'appello mancherebbe un dato sensibile: il consenso della nobile fanciulla ad essere baciata. E se lei, mettiamo il caso, avesse preferito le labbra di un boscaiolo tirolese o, perché no, quelle di una show girl televisiva?

A poco vale ricordare alla mamma che la fiaba si basa proprio su quel particolare: per un maleficio architettato dalla Strega Malefica, la Principessa è condannata a 100 anni di sonno, a meno che non arrivi il bacio di un Principe a risvegliarla. In pratica, senza quel gesto saremmo ancora qui a invocare l'intervento di un volontario dal sangue blu, da Emanuele Filiberto ad Alberto di Monaco.

Ma Sarah incalza: "Mio figlio ha sei anni, e assorbe tutto come una spugna: non voglio che passi il messaggio che i baci si ottengono così". In realtà, aggiunge, il problema è molto più vasto del contenuto di una semplice favola e riguarda tutti i messaggi sbagliati disseminati ovunque, in grado di creare la sotto cultura sessuale di cui oggi paghiamo le conseguenze.

SANREMO 2018
Tim fa ballare milletrecento robot ed entra nel Guinness
Tim fa ballare milletrecento robot ed entra nel Guinness
Nel Festival lo spot su Ra1 in cui i robot danzeranno per 90 secondi. Li controlla un unico smartphone collegato alla rete Tim, sulla colonna sonora "Another day of Sun". Battuto record cinese
Sanremo highlights
Sanremo highlights
Mentre sul Festival si spengono le luci, c'è ancora il tempo per una carrellata di immagini raccolte nei cinque giorni di Sanremo. Con un piccolo spazio anche all'ultimo mistero...
“Baglionissima” come da previsioni: vincono Meta e Moro
“Baglionissima” come da previsioni: vincono Meta e Moro
Il Festival a immagine e somiglianza del sor Claudio mantiene le promesse, mandando sul podio i favoriti. Secondi Lo Stato Sociale, terza Annalisa
Sanremo hot, il Festival delle scollature
Sanremo hot, il Festival delle scollature
Quella sfacciata di Noemi, e quella discretamente sexy di Michelle: basta questo, per regalare picchi agli ascolti
Il Festival? Una roba da ridere
Il Festival? Una roba da ridere
Piccolo viaggio nelle ironie della rete, che hanno preso di mira i tre conduttori, in particolare il colorito cereo e smunto di Claudio Baglioni
Noemi denunciata, la Vanoni sbrocca
Noemi denunciata, la Vanoni sbrocca
Il Festival sull’orlo di una crisi di nervi: come se non bastasse l’incursore della prima sera, la stampa insorge contro la decisione di perdonare Meta e Moro. E siamo ancora lontani dalla finale…
Sanremo 2, quelli che le ricantano
Sanremo 2, quelli che le ricantano
Nuove pagelle, prove d’appello e giovani stipati in un angolo. A insegnare a tutti come si fa un duetto ci pensa Sting. Dieci campioni in gara, ma Meta e Moro restano in attesa di giudizio
Ermal Meta e Fabrizio Moro restano in gara
Ermal Meta e Fabrizio Moro restano in gara
Lo ha deciso l'ufficio legale Rai: una decisione annunciata che non scontenta il popolo del web e manderebbe a casa i probabili vincitori
Sanremo al via: giudizi e pagelle della prima serata
Sanremo al via: giudizi e pagelle della prima serata
Fiorello toglie la serialità, l’irruzione sul palco di uno sconosciuto e poi una lunga serata di brani prevedibili. Tutti pazzi per la ballerina 84enne de “Lo Stato Sociale”
Sanremo e la caccia all’anziano
Sanremo e la caccia all’anziano
Tentano di passeggiare come sempre nelle vie dove svernano, ma per una settimana diventano le prede di televisioni ed emittenti piombate sul Festival da ogni angolo d’Italia