Ermal Meta e Fabrizio Moro restano in gara

| Lo ha deciso l'ufficio legale Rai: una decisione annunciata che non scontenta il popolo del web e manderebbe a casa i probabili vincitori

+ Miei preferiti
Di Germano Longo
Al terzo giorno di Festival, Sanremo si sveglia sapendo di dover mettere mano una volta per tutte alla grana del duo Meta-Moro, letteralmente svaniti dopo le accuse di plagio. E la conferenza stampa non delude le attese: Ermal Meta e Fabrizio Moro restano in gara. Lo ha deciso l'ufficio legale Rai, "che malgrado analogie non sono la stessa canzone".

Una decisione che era nell'aria, che ha scatenato le proteste del web e in qualche modo anticipata anche da Red Ronnie, accampato con una coloratissima roulotte davanti al Palafiori: "Il brano andava eliminato, ma la Rai non può permetterselo per interessi commerciali: è il brano su cui si scommette di più". A quel punto, in sala stampa si scatena l'inferno: accuse di manipolazione, scarsa attenzione e perizie "imbarazzanti". Sui vertici Rai cala il silenzio: gli sguardi si incrociano, poi inizia l'arrampicata sugli specchi.

Il resto scorre via fra dati di ascolto sempre alti, ma non così esaltanti come le truppe Rai speravano, e qualche timido accenno di proteste e/o polemiche, appena accennate, che valgono come finger food di una giornata che si annuncia lunga: ha iniziato di buon ora Claudia, la figlia di Sergio Endrigo, indispettita per non essere stata invitata al tributo della musica di suo padre, architettato dai tre de Il Volo e Baglioni. Per chiudere: sor Claudio si è anche scusato con gli Alpini. Ora sì che siamo tranquilli.

 
SANREMO 2018
Tim fa ballare milletrecento robot ed entra nel Guinness
Tim fa ballare milletrecento robot ed entra nel Guinness
Nel Festival lo spot su Ra1 in cui i robot danzeranno per 90 secondi. Li controlla un unico smartphone collegato alla rete Tim, sulla colonna sonora "Another day of Sun". Battuto record cinese
Sanremo highlights
Sanremo highlights
Mentre sul Festival si spengono le luci, c'è ancora il tempo per una carrellata di immagini raccolte nei cinque giorni di Sanremo. Con un piccolo spazio anche all'ultimo mistero...
“Baglionissima” come da previsioni: vincono Meta e Moro
“Baglionissima” come da previsioni: vincono Meta e Moro
Il Festival a immagine e somiglianza del sor Claudio mantiene le promesse, mandando sul podio i favoriti. Secondi Lo Stato Sociale, terza Annalisa
Sanremo hot, il Festival delle scollature
Sanremo hot, il Festival delle scollature
Quella sfacciata di Noemi, e quella discretamente sexy di Michelle: basta questo, per regalare picchi agli ascolti
Il Festival? Una roba da ridere
Il Festival? Una roba da ridere
Piccolo viaggio nelle ironie della rete, che hanno preso di mira i tre conduttori, in particolare il colorito cereo e smunto di Claudio Baglioni
Noemi denunciata, la Vanoni sbrocca
Noemi denunciata, la Vanoni sbrocca
Il Festival sull’orlo di una crisi di nervi: come se non bastasse l’incursore della prima sera, la stampa insorge contro la decisione di perdonare Meta e Moro. E siamo ancora lontani dalla finale…
Sanremo 2, quelli che le ricantano
Sanremo 2, quelli che le ricantano
Nuove pagelle, prove d’appello e giovani stipati in un angolo. A insegnare a tutti come si fa un duetto ci pensa Sting. Dieci campioni in gara, ma Meta e Moro restano in attesa di giudizio
Sanremo al via: giudizi e pagelle della prima serata
Sanremo al via: giudizi e pagelle della prima serata
Fiorello toglie la serialità, l’irruzione sul palco di uno sconosciuto e poi una lunga serata di brani prevedibili. Tutti pazzi per la ballerina 84enne de “Lo Stato Sociale”
Sanremo e la caccia all’anziano
Sanremo e la caccia all’anziano
Tentano di passeggiare come sempre nelle vie dove svernano, ma per una settimana diventano le prede di televisioni ed emittenti piombate sul Festival da ogni angolo d’Italia
Sanremo 4: the night of duets
Sanremo 4: the night of duets
Primi verdetti del Festival, con Ultimo che arriva primo e l’infilata dei duetti: qualcuno impreziosisce, altri sviliscono, altri ancora meglio dimenticarli in fretta