Sex Scandals nel team olimpico Usa medico accusato di 125 violenze

| Confessa il popolare e conosciuto Larry Nassar: rischia 30 anni di carcere.Presto l'incriminazione. Via l'uomo-simbolo della Disney e il giornalista Cbs più popolare negli Usa. L'ex presidente della Federcalcio accusato da una sua collaboratrice.

+ Miei preferiti
L'ex medico della nazionale Usa Larry Nassar ha confessato di avere rirpetutamente molestato sessualmente decine di atlete, durante le trasferte olimpiche e non solo. Tra queste alcune notissime e di fama mondiale. Il medico si è scusato per il suo comportamento e, secondo i media Usa, le autorità federali avrebbero già aperto un'inchiesta che potrebbe presto preludere a un incriminazione non solo del medico ma anche del suo staff. La notizia ha scosso gli sportivi, perchè quanto emergerebbe getta un a luce fosca sul mondo degli atleti di altissimi livello, costretti a tacere sugli abusi subiti per non compromettere l'immagine del team. L'inchiesta è solo agli inizi e promette ulteriori e gravi sviluppi. Tra le vittime, secondo la Cnn, anche la tre volte medaglia d'oro di atletica Gabby Douglas vhe ha denunciata di essere stata busata sessualmente da Larry Nassar. Idem altre due atlete McKayla Maroney e Aly Raisma.

CHOC PER LE RIVELAZIONI SU LASSETER, BOSS DI PIXAR E DISNEY
John Lasseter, numero 1 dell'animazione per Disney and Pixar, s'è preso una pausa di riflessione dopo le accuse di molestie seriali ai cadanni di una catena di collaboratrici. Un'attrice ha dichiarato di essere stata costretta a lasciare il doppiaggi La  parola fine, sul sex scandals che sta travolgendo, in tutto il mondo occidentale, uomini di ogni professione, dal cinema al giornalismo, passando per la politica e gli affari, è lontanissima. L'uomo che rappresentava l'immagine di Disney nel mondo ha ammesso le sue responsabilità e si è auto-sospeso.Negli Usa sono cadute, nelle ultime ore, due teste di primissimo piano, sempre con le solite accuse: molestie sessuali ai danni di collaboratrici ma anche donne qualunque. La ghigliottina  (per ora solo mediatica) ha colpito Lasseter ma anche uno dei giornalisti più famosi degli Usa, Charlie Rose, è stato licenziato per le solite accuse. Era il volto più popolare della fascia del mattino, dagli Anni '90 intratteneva gli americani sui fatti del giorno. Per il pubblico è stato uno choc. In  Italia la Warner Bros ha deciso di far sparire dalla promozione del cinepanettone 2017 il nome del regista Fausto Brizzi. Ma il suo avvocato è pronto alla controffensiva: "Ma dove sono le denunce? Per ora abbiamo sentito solo parole, non abbiamo fretta, poi inizieremo a difenderci".

L'ARZILLO TAVECCHIO SCATENATO IN UFFICIO 

«Ero entrata nel suo ufficio per parlare di calcio, di lavoro. Lui mi ha fatto entrare, mi ha fatta sedere alla sua scrivania, nella sede della Figc, a Roma. Non ho fatto nemmeno in tempo a dire "Presidente, come sta?" che lui, guardandomi dritta negli occhi, mi ha risposto: "Ti trovo in forma, si vede che scopi tanto". E poi: "Fammi toccare le tette, vieni, dai". Ero in imbarazzo. Ho provato a dirgli di smettere...".

 Lui per tutta risposta ha chiuso le tende dello studio, per non correre il rischio di essere visto. L' ho respinto, sono riuscita a divincolarmi. Ed è solo un episodio. Gliene potrei raccontare molti altri. Le molestie che sono stata costretta a subire da Carlo Tavecchio sono accadute in tempi recenti». Così, al Corsera, la presunta vittima del focoso ex presidente.
L'annus horribilis dell'ex presidente della Federcalcio non sembra avere fine. Uscito di scena con un monologo inquietante e dai significati così reconditi da rendere necessaria un'attenta esegesi del testo, Carlo Tavecchio entra nella black list del presunti molestatori sessuali. Una donna, una funzionaria di Federcalcio è pronta a denunciarlo, sarebbe stata "pesantemente molestata" e afferma di "averne le prove", cioè un file audio-video. Lui non s'è ancora pronunciato e siamo in attesa  di una replica. Ma tant'è. Gli italiani sarebbero stati più pronti a perdornargli le sue eventuali debolezze per  il sesso femminile che l'uscita della Nazionale dai mondiali. Vedremo i prossimi sviliuppi. Nel frattempo l'Observer torna su Weinstein, pubblicando l'elenco aggiornato - da lui stesso - delle sue vittime, lui lo aveva compilato per mettere a fuoco con i suoi legali le sue potenziali nemiche da avvicinare per delle probabili transazioni. Ma adesso quel documento è destinato a costituitre un nuovo elemento per l'accusa, mentre la polizia di New York sta per passare all'azione, in base a una denuncia di stupro da parte di un'attrice.

ATTENZIONE (PERO') ALLE FAKE NEWS
Tanto per andare contro-corrente. Forse non tutti ricordano quando una giovane Elisabetta Gregoraci che, secondo un pm, sarebbe stata vittima del reato di concussione (prestazioni sessuali in cambio di favori) da parte di Salvatore Sottile, ormai lontanissimo ex portavoce dell'ex presidente della Camera Gianfranco Fini? Anche in quel caso, tra il 2005 e il 2007, erano emersi gli scenari più o meno di oggi. Secondo una celebre ordinanza molestie e molto di più sarebbero avvenuti addirittura all'interno della Farnesina e avrebbero avuto il loro effetto nel senso che effettivamente la showgirl di origine calabrese avrebbe poi fatto parte del cast di un paio di tramissioni. Ma, sorpresa, alla fine del procedimento giudiziario Sottile, nel frattempo totalmente distrutto sia nel contesto familiare che professionale, fu prosciolto dalle accuse. E allora? Dov'è la morale? Non si vorrebbe che, alla fine delle denunce a valanga di questi giorni, contro tutti e tutte, non restasse per molte delle presunte vittime che un velo di polvere mediatico e molte vite rovinate per sempre. A causa dello scopo di farsi un po' di pubblicità. Gratis.

Ecco uno verbali, era il 12 maggio 2006. Il pm, di Potenza, è Henry John Woodcock.
- Gregoraci (G) Woodcock (W).
W: lei conosce il signor Salvatore Sottile? Salvo Sottile? 
G: Salvo Sottile? Sì, lo conosco. 
W: ci può dire, diciamo, come l'ha conosciuto e che rapporti ci sono o ci sono stati. 
G: no, nessun tipo di rapporto. Me lo ha presentato un mio amico, che si chiama Cristiano Malgioglio (...) siamo stati a pranzo una volta in un ristorante tutti e tre, abbiamo chiacchierato così e basta. 
W: poi non vi siete più visti, insomma? 
G: ci siamo sentiti telefonicamente qualche volta (...) 
W: e quindi lei non ha mai chiesto, oppure il signor Sottile non le ha mai offerto... lei sa che lavoro fa, di che si occupa Salvo Sottile? 
G: se non sbaglio, non sono sicura, lavora... si occupa dell'ufficio stampa del... o una cosa del genere, non so bene, di... del signor Gianfranco Fini. Può essere? 
(...) 
W: lei si è mai incontrata con Salvatore Sottile da sola? 
G: senza Cristiano? 
W: senza Cristiano. 
G: sono stata a trovarlo... in ufficio da lui. 


W: e come ci è andata in ufficio? 
G: con la macchina. 
W: con la macchina sua, sua di Elisabetta Gregoraci? 
G: no, io non ho la macchina, con il taxi (...) 
W: si ricorda nitidamente che ha preso un taxi? 
G: sì, non avendo la macchina, mi muovo con i taxi o con l'autista. 

Più avanti il pm Woodcock farò ascoltare alla Gregoraci le telefonate in cui Sottile ordina all'autista di andarla a prendere a casa. 
(...) 
W: dica la verità, signorina Gregoraci, insomma... dica la verità. Non c'è niente di male, ognuno è padrone della propria esistenza. (...) Ci è andata a letto con Sottile o no? 
G: ci siamo scambiati dei bacini... una persona molto carina. 
W: dei bacini? Che bacini, insomma... 
G: eh... è stato molto... molto sensibile nei miei confronti. 
(...) 
W: le telefonate che lui faceva non sono proprio l'espressione... 
G: no, no. 
W: ... di un gentleman. 
G: e infatti no, per niente, anche un po'... tra virgolette, mi ha dato anche fastidio (...) è tutto imbarazzante, cioè mi sembra... 
W: è molto imbarazzante. 
G: perché è la prima volta che mi capita una cosa del genere nella mia vita. Sono anche un po', mi sento anche un po' anche... sinceramente a stare qui... non impaurita, però un po' strana, non è sicuramente un ambiente piacevole, insomma. 
W: L'abbiamo intimorita in qualche modo? 
G: No, assolutamente. 
W: Mi sembra che, voglio dire che... 
G: Assolutamente no. 
W: Siamo abbastanza garbati. 
G: Sì. 
(...) 
W: senta, lei l'amore con Sottile l'ha fatto quel pomeriggio alla Farnesina? 
G: eh... 
W: eh? Dica, risponda, signorina... Ha fatto l'amore alla Farnesina? E dica sì o no, signorina Gregoraci. 
G: no, no. 
W: e quando l'ha fatto? 
G: ma no, non l'ho fatto. 
W: e che cosa è successo alla Farnesina? (...) 
G: ma nulla... io... l'ho salutato nel suo ufficio, abbiamo parlato... 
W: e questi bacini quando ve li siete dati? 
G: quando sono arrivata e quando sono andata via. 
W: ah, quindi è stato un bacino di saluto? 
G: sì. 
W: non c'è stato mai... quindi, voglio dire, lei è sicura... io, guardi, io non è che glielo posso chiedere tutto il pomeriggio (...) io più che ricordarle, diciamo, che lei deve dire la verità, più che... io credo che... 
G: va bè, ok, è capitato, io l'ho fatto, sì. 
W: ha fatto l'amore? 
G: perché mi andava di farlo. (...) 
W: ma nella Farnesina? Nel suo ufficio alla Farnesina? Eh? 
G: sì. 
(...) 
A un certo punto la Gregoraci vuole fare dei chiarimenti. 
G: cioè... io ho appena detto: "Ho fatto l'amore". Non è stato neanche proprio così, cioè ci siamo scambiati delle tenere effusioni. Adesso non mi va di dire, non so, i particolari, le carezze, i bacini, le cose... 
W: no, no. Va bene. (...) 
G: cioè non è neanche far l'amore, è farsi delle coccole. Ha capito? Adesso mi vergogno a spiegarle anche i particolari... 
W: no, per carità, io... 
---------------------------------



SANREMO 2018
Tim fa ballare milletrecento robot ed entra nel Guinness
Tim fa ballare milletrecento robot ed entra nel Guinness
Nel Festival lo spot su Ra1 in cui i robot danzeranno per 90 secondi. Li controlla un unico smartphone collegato alla rete Tim, sulla colonna sonora "Another day of Sun". Battuto record cinese
Sanremo highlights
Sanremo highlights
Mentre sul Festival si spengono le luci, c'è ancora il tempo per una carrellata di immagini raccolte nei cinque giorni di Sanremo. Con un piccolo spazio anche all'ultimo mistero...
“Baglionissima” come da previsioni: vincono Meta e Moro
“Baglionissima” come da previsioni: vincono Meta e Moro
Il Festival a immagine e somiglianza del sor Claudio mantiene le promesse, mandando sul podio i favoriti. Secondi Lo Stato Sociale, terza Annalisa
Sanremo hot, il Festival delle scollature
Sanremo hot, il Festival delle scollature
Quella sfacciata di Noemi, e quella discretamente sexy di Michelle: basta questo, per regalare picchi agli ascolti
Il Festival? Una roba da ridere
Il Festival? Una roba da ridere
Piccolo viaggio nelle ironie della rete, che hanno preso di mira i tre conduttori, in particolare il colorito cereo e smunto di Claudio Baglioni
Noemi denunciata, la Vanoni sbrocca
Noemi denunciata, la Vanoni sbrocca
Il Festival sull’orlo di una crisi di nervi: come se non bastasse l’incursore della prima sera, la stampa insorge contro la decisione di perdonare Meta e Moro. E siamo ancora lontani dalla finale…
Sanremo 2, quelli che le ricantano
Sanremo 2, quelli che le ricantano
Nuove pagelle, prove d’appello e giovani stipati in un angolo. A insegnare a tutti come si fa un duetto ci pensa Sting. Dieci campioni in gara, ma Meta e Moro restano in attesa di giudizio
Ermal Meta e Fabrizio Moro restano in gara
Ermal Meta e Fabrizio Moro restano in gara
Lo ha deciso l'ufficio legale Rai: una decisione annunciata che non scontenta il popolo del web e manderebbe a casa i probabili vincitori
Sanremo al via: giudizi e pagelle della prima serata
Sanremo al via: giudizi e pagelle della prima serata
Fiorello toglie la serialità, l’irruzione sul palco di uno sconosciuto e poi una lunga serata di brani prevedibili. Tutti pazzi per la ballerina 84enne de “Lo Stato Sociale”
Sanremo e la caccia all’anziano
Sanremo e la caccia all’anziano
Tentano di passeggiare come sempre nelle vie dove svernano, ma per una settimana diventano le prede di televisioni ed emittenti piombate sul Festival da ogni angolo d’Italia