La Toya Jackson
mio fratello era un pedofilo

| In un video privato del 1993, la sorella del King of Pop ammette le tendenze di MJ, rilevando di averlo visto pagare le famiglie di adolescenti

+ Miei preferiti
Da settimane, la famiglia Jackson marcia compatta contro “Leaving Neverland”, il docu-film shock che racconta gli abusi subiti da due adolescenti nel regno delle fiabe creato da MJ in California. È un muro contro muro che si combatte fra interviste e carte bollate, con stuoli di avvocati al lavoro per smontare la veridicità del documentario.

Ma proprio in queste ore, il fronte dei Jackson inizia ad avere qualche cedimento: in un video del lontano 1993, nel periodo in cui era stata esiliata dalla famiglia denunciando abusi fisici da parte del padre, LaToya, 63 anni, quintogenita della famiglia Jackson e prima femmina ad essere entrata nel business della musica, ammetteva che suo fratello era un pedofilo, da lei stessa più e volte visto mentre pagava somme “molto, molto, molto grandi” per tenere tranquille le famiglie di adolescenti molestati. “Questo è un momento molto difficile per me. Michael è mio fratello, lo amo molto, ma non posso e non voglio essere una testimone silenziosa dei suoi crimini contro i bambini piccoli e innocenti. Se rimango in silenzio allora vuol dire che ho alimentato il senso di colpa e l’umiliazione che questi bambini stanno provando e penso sia sbagliato”. Si tratta di commenti raccolti nel periodo in cui il padre di Jordy Chandler, 13 anni, aveva accusato Jackson di aver molestato suo figlio.

LaToya, come avrebbe poi raccontato in un libro autobiografico (LaToya: growing up in the Jackson family), raccontava di essere stata lei stessa vittima di abusi sessuali e per questo convinta che le piccole vittime sarebbero state segnate emotivamente da quel che avevano vissuto con suo fratello. “Io stessa sono una vittima e so come ci si sente. Questi bambini saranno marchiati per il resto della loro esistenza e non voglio vedere altri innocenti rovinati a vita”.

Qualche tempo dopo, ripresi i contatti con la famiglia, LaToya aveva tentato di aggiustare il tiro delle sue affermazioni, assicurando che era stato il suo ex marito Jack Gordon a costringerla, riprendendo tutto.

In “Leaving Neverland”, l’attore di origine australiana Wade Robson racconta di essere stato violentato dai 7 ai 14 anni, spesso con sua madre, Joy, che dormiva in una stanza accanto. Una storia incredibilmente simile a quelle della seconda vittima, James Safenchuck, che accusa Jackson di averlo introdotto alla masturbazione e al porno, arrivando addirittura a “sposarlo” in un matrimonio finto, donandogli gioielli e diamanti in cambio di prestazioni sessuali.

Galleria fotografica
La Toya Jackson<br>mio fratello era un pedofilo - immagine 1
La Toya Jackson<br>mio fratello era un pedofilo - immagine 2
La Toya Jackson<br>mio fratello era un pedofilo - immagine 3
Spettacolo
Il testamento di Luke Perry
Il testamento di Luke Perry
L’attore, scomparso cinque giorni dopo essere stato colpito da un ictus, aveva deciso per tempo di lasciare il suo patrimonio ai figli
Sesso e libertà, ecco le suffragette Usa
Sesso e libertà, ecco le suffragette Usa
La tv-comedy American Woman, dedicata alla liberazione sessuale degli Anni '70, negli USA ha avuto uno straordinario successo. Esordio su Premium
Luke Perry colpito da ictus
Luke Perry colpito da ictus
Il popolare attore della serie Beverly Hills 90210 è stato ricoverato d’urgenza in ospedale, ancora confuse le notizie sulle sue condizioni di salute
Green Book vince l'Oscar, Roma primo tra gli stranieri
Green Book vince l
Il tema del razzismo domina le scelte di Hollywood, statuetta per Rami Malek per Bohemian Rhapsody. Olivia Colman (La Favorita) batte Glenn Close. Animazione: vince Spider Man con l'italiana Sara Pichelli
Michael Jackson, una battaglia legale sempre più dura
Michael Jackson, una battaglia legale sempre più dura
La HBO sta per trasmettere il documentario in televisione, e la società che cura i diritti di MJ chiede un risarcimento record per una clausola stilata anni fa. Si profila l’ipotesi di riesumare la salma
Addio alla voce del Telegattone
Addio alla voce del Telegattone
Morto Franco Rosi, 75 anni, l'imitatore autore della sigla di Superclassifica Show, la trasmissione Mediaset che ebbe uno straordinario successo negli Anni '80
Liam Neeson: volevo uccidere
Liam Neeson: volevo uccidere
L’attore irlandese rilascia un’intervista shock: “Anni fa una mia amica è stata violentata e ho passato settimane a girare per uccidere qualche nero bastardo". Polemiche e anatemi bipartisan
Olivia Newton-John in fin di vita?
Olivia Newton-John in fin di vita?
Da giorni si rincorrono le notizie sull’aggravarsi delle condizioni di salute dell’amatissima protagonista di “Grease”. Dal suo staff arrivano smentite, ma i dubbi restano
Morta Kim Porter, l’ex compagna di Puff Daddy
Morta Kim Porter, l’ex compagna di Puff Daddy
Secondo le prime indiscrezioni sarebbe morta per un arresto cardiaco, complicazione di una brutta polmonite. Tanti i messaggi di cordoglio delle star
88mila euro al minuto: il cachet di JLo
88mila euro al minuto: il cachet di JLo
Jennifer Lopez è volata in Qatar per inaugurare un centro commerciale: 20 minuti di musica e parole, per tornare a casa con 2 milioni di dollari in tasca