Michael Jackson, una battaglia legale sempre più dura

| La HBO sta per trasmettere il documentario in televisione, e la società che cura i diritti di MJ chiede un risarcimento record per una clausola stilata anni fa. Si profila l’ipotesi di riesumare la salma

+ Miei preferiti
Non c’è pace intorno a Michael Jackson. Mentre “Leaving Neverland”, il discusso e acclamato docu-film, si appresta ad essere trasmesso sul canale americano “HBO” e l’inglese “Channel 4”, parte la guerra legale della “Michael Jackson Estate”, la società che cura i diritti del re del pop. Secondo i familiari di Jacko, che hanno avanzato una richiesta risarcitoria di 100 milioni di dollari, esisterebbe una clausola di “non screditamento” risalente al 1992, in cui assicurandosi i diritti della trasmissione della tappa di Bucarest del “Dangerous Tour” di Michael Jackson, la HBO si sarebbe impegnata a non screditare l’artista neanche in futuro. La “Jackson Estate” avrebbe prodotto un documento di 53 pagine in cui “Leaving Neverland” è definita “una maratona unilaterale di propaganda per sfruttare spudoratamente un uomo innocente che non può più difendersi”. Accuse respinte dall’emittente televisiva, che si appella al diritto del pubblico di essere informato per esprimere liberamente le proprie opinioni su Jackson. “Malgrado di tentativi di indebolire la pellicola, non variamo i nostri piani: HBO trasmetterà il documentario in due parti, il 3 ed il 4 marzo, per consentire a tutti di valutare il film e le affermazioni che contiene”.

Il docu-film, presentato in anteprima al “Sundance Festival”, è il racconto delle esperienze di Wade Robson e Jimmy Safechuck, ai tempi due adolescenti, finiti nella tenuta parco giochi di Michael Jackson. Un documento definito “devastante”, in cui i due raccontano di film porno, masturbazione e sesso orale a cui sarebbero stati obbligati quando avevano solo 7 e 11 anni. È giusto ricordare che i due, citati come testimoni nel celebre processo che mise in cattiva luce Jackson quando era ancora in vita, hanno negato ogni accusa di pedofilia.

Ma secondo il “Daily Star”, ci sarebbero altre 11 persone in grado di testimoniare violenze sessuali subite quando erano in età adolescenziale. Secondo alcune fonti, non è da escludere la decisione di riesumare il corpo del cantante per prelevare campioni di Dna necessari alle indagini.

Spettacolo
Il testamento di Luke Perry
Il testamento di Luke Perry
L’attore, scomparso cinque giorni dopo essere stato colpito da un ictus, aveva deciso per tempo di lasciare il suo patrimonio ai figli
La Toya Jackson
mio fratello era un pedofilo
La Toya Jackson<br>mio fratello era un pedofilo
In un video privato del 1993, la sorella del King of Pop ammette le tendenze di MJ, rilevando di averlo visto pagare le famiglie di adolescenti
Sesso e libertà, ecco le suffragette Usa
Sesso e libertà, ecco le suffragette Usa
La tv-comedy American Woman, dedicata alla liberazione sessuale degli Anni '70, negli USA ha avuto uno straordinario successo. Esordio su Premium
Luke Perry colpito da ictus
Luke Perry colpito da ictus
Il popolare attore della serie Beverly Hills 90210 è stato ricoverato d’urgenza in ospedale, ancora confuse le notizie sulle sue condizioni di salute
Green Book vince l'Oscar, Roma primo tra gli stranieri
Green Book vince l
Il tema del razzismo domina le scelte di Hollywood, statuetta per Rami Malek per Bohemian Rhapsody. Olivia Colman (La Favorita) batte Glenn Close. Animazione: vince Spider Man con l'italiana Sara Pichelli
Addio alla voce del Telegattone
Addio alla voce del Telegattone
Morto Franco Rosi, 75 anni, l'imitatore autore della sigla di Superclassifica Show, la trasmissione Mediaset che ebbe uno straordinario successo negli Anni '80
Liam Neeson: volevo uccidere
Liam Neeson: volevo uccidere
L’attore irlandese rilascia un’intervista shock: “Anni fa una mia amica è stata violentata e ho passato settimane a girare per uccidere qualche nero bastardo". Polemiche e anatemi bipartisan
Olivia Newton-John in fin di vita?
Olivia Newton-John in fin di vita?
Da giorni si rincorrono le notizie sull’aggravarsi delle condizioni di salute dell’amatissima protagonista di “Grease”. Dal suo staff arrivano smentite, ma i dubbi restano
Morta Kim Porter, l’ex compagna di Puff Daddy
Morta Kim Porter, l’ex compagna di Puff Daddy
Secondo le prime indiscrezioni sarebbe morta per un arresto cardiaco, complicazione di una brutta polmonite. Tanti i messaggi di cordoglio delle star
88mila euro al minuto: il cachet di JLo
88mila euro al minuto: il cachet di JLo
Jennifer Lopez è volata in Qatar per inaugurare un centro commerciale: 20 minuti di musica e parole, per tornare a casa con 2 milioni di dollari in tasca