Scorre veleno tra De Laurentiis e Marotta

| Il presidente del Napoli: "La Juve crea condizionamenti silenti". La replica dell'ad bianconero: "Le considerazioni che arrivano da Napoli non ci toccano. Il patron dei partenopei è un burlone"

+ Miei preferiti
di Piero Abrate

Al presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis (in foto) proprio non è andato giù il comportamento della Juventus nell'ultima giornata di calciomercato. I partenopei erano, infatti, ad un passo, dall'acquisto di Politano dal Sassuolo, ma l'interferenza del club bianconero (che a quello emiliano è legato a doppio filo) ha fatto saltare l'affare.

Ecco così che il presidente del Napoli oggi ha lanciato i suoi strali contro la società più blasonata e scudettata d'Italia:  «Oggi il Napoli fattura un terzo della Juve, ma i nostri conti sono migliori dei loro. La Juventus però appartiene alla famiglia Agnelli, la più potente d’Italia da 100 anni. Non è una questione di soldi, ma di rapporti che possono anche silentemente creare condizionamenti. A tutti i livelli. La sfida scudetto? La gara di Torino per me non sarà decisiva. Saranno più decisivi infortuni e sviste arbitrali».

Non si è però fatta attendere la replica da parte dell’amministratore delegato della Juve Beppe Marotta: «Nel Dna della Juventus c'è la ricerca della vittoria. Noi siamo tranquillissimi, sappiamo che certe insidie vanno affrontate annualmente: che sia il Napoli o un'altra. Quello che dicono gli altri ci carica, vista la tradizione che ha la Juventus nel battagliare per lo scudetto… Le considerazioni di Sarri e De Laurentiis non ci toccano – ha quindi aggiunto – quest'ultimo da uomo di cinema è un burlone di natura. Per lui cito Schopenhauer che ha detto che quando parlano di te devi capire quello che non sei tu ma quello che sono gli altri. In questa frase c'è tutto».

 



Potrebbe interessarti: http://www.napolitoday.it/sport/ssc-napoli/de-laurentiis-juventus-potenti-var-arbitri-younes.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/NapoliToday


Sport
Muore la leggenda italiana della Thai Boxe
Muore la leggenda italiana della Thai Boxe
Christian Daghio si è accasciato sul ring a pochi secondi dalla fine di un incontro. Era stato il primo italiano a cui la Thailandia aveva concesso di poter praticare a livello professionistico la Thai Boxe
Leggenda del fitness muore a 42 anni
Leggenda del fitness muore a 42 anni
Mandy Blank, trainer di celebrità e stella del bodybuilding americano, è stata trovata morta nella sua abitazione
La nazionale carioca dei nani-giganti
La nazionale carioca dei nani-giganti
In Brasile gli atleti afflitti da nanismo rivelano straordinari talenti con la palla ai piedi. Ora vogliono il riconoscimento della Federazione per partecipare ai team paraolimpici
Morto tra le fiamme con la figlia
il patron del Leicester
Morto tra le fiamme con la figlia<br>il patron del Leicester
Era a bordo con figlia e due membri dell'equipaggio nell'elicottero che lo stava portando nella sua residenza dal parcheggio vicino allo stadio. Bilancio non ufficiale di 4 morti. Lutto in Europa, non solo nello sport
Calcio, De Laurentis sbanca Bari
Calcio, De Laurentis sbanca Bari
Il sindaco De Caro lo apprezza ma ammette "che ha un pessimo carattere, però la squadra fa bene". Ripartenza dalla serie B
Cina addio, il Parma torna italiano
Cina addio, il Parma torna italiano
Entra in gioco una cordata di imprenditori italiani, compreso il gruppo Barilla. Ai cinesi della Desport resta il 30 per cento
Lo scandalo del calcio belga
Lo scandalo del calcio belga
Riciclaggio, corruzione, passaggi di proprietà fumosi: diversi nomi eccellenti fra le 29 persone arrestate finora
Ancora pressing su Cristiano Ronaldo
Ancora pressing su Cristiano Ronaldo
Der Spiegel annuncia centinaia di documenti che proverebbero lo stupro. I legali di CR7 invece annunciano la disponibilità del campione portoghese ad essere interrogato dalla polizia del Nevada
La confessione shock dell’ex portiere del Liverpool
La confessione shock dell’ex portiere del Liverpool
Arruolato nella Guardia Nazionale, Bruce Grobbelaar viene spedito sui campi di battaglia nella guerra civile in Rhodesia: “Ho ucciso tanti uomini, troppi. Mi ha salvato il calcio”
La mamma-razzo: 296 km/h in bicicletta
La mamma-razzo: 296 km/h in bicicletta
Denise Mueller-Korenek ha stabilito il record del mondo sul lago salato di Bonneville, nello Utah, usando come “lepre” un mostruoso dragster