Scorre veleno tra De Laurentiis e Marotta

| Il presidente del Napoli: "La Juve crea condizionamenti silenti". La replica dell'ad bianconero: "Le considerazioni che arrivano da Napoli non ci toccano. Il patron dei partenopei è un burlone"

+ Miei preferiti
di Piero Abrate

Al presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis (in foto) proprio non è andato giù il comportamento della Juventus nell'ultima giornata di calciomercato. I partenopei erano, infatti, ad un passo, dall'acquisto di Politano dal Sassuolo, ma l'interferenza del club bianconero (che a quello emiliano è legato a doppio filo) ha fatto saltare l'affare.

Ecco così che il presidente del Napoli oggi ha lanciato i suoi strali contro la società più blasonata e scudettata d'Italia:  «Oggi il Napoli fattura un terzo della Juve, ma i nostri conti sono migliori dei loro. La Juventus però appartiene alla famiglia Agnelli, la più potente d’Italia da 100 anni. Non è una questione di soldi, ma di rapporti che possono anche silentemente creare condizionamenti. A tutti i livelli. La sfida scudetto? La gara di Torino per me non sarà decisiva. Saranno più decisivi infortuni e sviste arbitrali».

Non si è però fatta attendere la replica da parte dell’amministratore delegato della Juve Beppe Marotta: «Nel Dna della Juventus c'è la ricerca della vittoria. Noi siamo tranquillissimi, sappiamo che certe insidie vanno affrontate annualmente: che sia il Napoli o un'altra. Quello che dicono gli altri ci carica, vista la tradizione che ha la Juventus nel battagliare per lo scudetto… Le considerazioni di Sarri e De Laurentiis non ci toccano – ha quindi aggiunto – quest'ultimo da uomo di cinema è un burlone di natura. Per lui cito Schopenhauer che ha detto che quando parlano di te devi capire quello che non sei tu ma quello che sono gli altri. In questa frase c'è tutto».

 



Potrebbe interessarti: http://www.napolitoday.it/sport/ssc-napoli/de-laurentiis-juventus-potenti-var-arbitri-younes.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/NapoliToday


SPORT
"Pago il fisco ma non mi arrestate"
"Pago il fisco ma non mi arrestate"
Cristiano Ronaldo rischia la galera per evasione fiscale e si pente: "Pago tutto ma chiudete l'inchiesta della procura di Madrid". Scoperta un'evasione di 150 milioni di euro, attraverso una rete di società off-shore
CR7, un cartoon e un telefilm
CR7, un cartoon e un telefilm
La stella del Real Madrid sta lavorando intensamente a due progetti legati al suo nome, ormai un vero marchio di fabbrica dai fatturati stellari
Peter Norman, il terzo della foto
Peter Norman, il terzo della foto
A dodici anni dalla scomparsa, l’Australia riabilita e premia lo sprinter che nelle Olimpiadi del 1969 in Messico diede la sua solidarietà ai due colleghi Usa affiliati ai Black Panther. Pugno chiuso guantato di nero
Miki Biasion: “La Delta Integrale? Potrei rifarla io”
Miki Biasion: “La Delta Integrale? Potrei rifarla io”
ESCLUSIVO - Due volte sul podio per il titolo mondiale, per questo alla Delta resta legato in modo indissolubile. Intervista piena di “amarcord” in cui il campione confessa di avere ancora un sogno da realizzare
Inglesi certi: Conte di nuovo ct della Nazionale
Inglesi certi: Conte di nuovo ct della Nazionale
A fine stagione non rinnoverà il contratto con il Chelsea e si appresta a riprendere la guida degli azzurri in vista degli Europei. Tabloid scatenati
1000 Miglia, il ritorno della leggenda
1000 Miglia, il ritorno della leggenda
Tutto pronto per la 36esima edizione della rievocazione storica del “museo viaggiante”: 725 equipaggi su e giù per l’Italia dal 16 al 19 maggio
“Voglio almeno un morto in carriera”
“Voglio almeno un morto in carriera”
È la frase shock pronunciata da Deontay Wilder, pugile americano con 40 vittorie per KO su 40 incontri disputati. Il mondo della boxe condanna e promette provvedimenti
"Auguri a tutti per fine campionato, a Sarri un po' meno"
"Auguri a tutti per fine campionato, a Sarri un po
Allegri vince la "Panchina d'oro 2017 per la quarta volta, al secondo e terzo posto Gasperini e Sarti. Il tecnico della Juve ringrazia società e calciatori. Un pensiero a Davide Astori e alla Nazionale
Si chiude la vicenda di Lance Armstrong
Si chiude la vicenda di Lance Armstrong
L’ex ciclista radiato e privato di tutti i titoli per doping, ha patteggiato davanti al tribunale chiedendo lo scandalo di cui era stato protagonista nel 2012
Dieci anni per il monomarca Lamborghini
Dieci anni per il monomarca Lamborghini
In scena in contemporanea in Nord America, Europa e Asia, il “Super Trofeo” arriva al giro di boa del primo decennale portando sulle piste la “Huracán Super Trofeo Evo”