Conte si salva, ma è una fiducia a tempo

| Per il momento nessuno esonero, nonostante le due pesanti sconfitte patite dal Chelsea: Abramovich non pare per il momento intenzionato a licenziarlo. Anche perché mancano validi sostituiti

+ Miei preferiti
di Piero Abrate

Nell'area c'era l'esonero che invece non è arrivato. Antonio resta alla guida del Chelsea. Per il momento. Il consiglio d amministrazioned dei Blues ha confermato la fiduai al tenico pugliese, ma a tempo. E non solo perché il Chelsea è atteso da un ciclo di partite delicate, tra le quali la doppia trasferta a Manchester e la sfida di Champions League contro il Barcellona, ma anche perché non si sarebbe trovato nell'immediato un successore all'altezza. Il candidato più accreditato alla panchina dei Blues per la prossima stagione è Luis Enrique che però - anche in queste ore - avrebbe confermato di non essere disponibile a subentrare in corsa. Da qui la scelta obbligata della società, che ha preferito prendere tempo. Nel frattempo Conte ha concesso tre giorni di riposo ai suoi giocatori, una scelta inattesa e insolita per il tecnico italiano, accusato dal suo arrivo di regimi d'allenamento troppo intensi per il calcio inglese. In sua difesa si è schierato il capitano dei Blues, Gary Cahill: «Siamo noi giocatori che dobbiamo assumerci le nostre responsabilità. Il manager ha svolto un lavoro assolutamente fantastico».

Nel recente passato prima Roberto Di Matteo, pochi mesi dopo aver vinto la Champions League, quindi José Mourinho, dopo aver vinto il campionato, sono stati entrambi licenziati. Ma così non sarà, invece per Conte: dunque lo rivedremo ancora in panchina il prossimo lunedì quando il Chelsea affronterà il West Bromwich in casa.

Il tecnico leccese proverà ad una inversione di rotta, visto i numeri di questo inizo di 2018 non sono dalla parte dei Blues, con appena cinque punti conquistati nelle ultime quattro uscite che hanno spintola compagine londinese al quarto posto in classifica, una sola lunghezza davanti al Tottenham. E all'orizzonte c'è la doppia trasferta di Manchester (in Premier League) e la doppia sfida di Champions League con il Barcellona.

 

 

SPORT
CR7, la costruzione di un campione
CR7, la costruzione di un campione
Il campione più in forma e determinato dei mondiali di Russia è in realtà una macchina perfetta: allenamenti, diete ferree e nessuno strappo alla regola
Quando Boris era Boom Boom Beker
Quando Boris era Boom Boom Beker
Lo chiamavano così, per via di una battuta e un diritto fulminanti: a 17 anni conquista Winbeldon e in carriera mette insieme 64 titoli fra singolo e doppio, che gli valgono 25 milioni di dollari. Ormai finiti
La classifica dei paperoni dello sport
La classifica dei paperoni dello sport
Come ogni anno, Forbes ha stilato l’elenco degli sportivi meglio pagati del pianeta: in 100 posizioni si dividono qualcosa come 3,2 miliardi di euro
Il Bungee-Jumping dei record
Il Bungee-Jumping dei record
Sarà aperta dal prossimo agosto alla metà dello Zhangjiajie Bridge, in Cina, il ponte in vetro più alto e lungo del pianeta, la piattaforma di Bungee-Jumping vietata ai deboli di cuore
La crisi profonda delle Cheerleaders
La crisi profonda delle Cheerleaders
Il lato sexy dello sport professionistico americano vacilla di fronte a denunce e rivelazioni. Tante le squadre che hanno già deciso di rinunciare alle amatissime ragazze pon-pon
Diritti TV per il calcio? Ne parliamo lunedì
Diritti TV per il calcio? Ne parliamo lunedì
Durante l’inaugurazione del campo di calcio a 8 all’interno del Cottolengo di Torino, il presidente del CONI è stato accolto festosamente da centinaia di bambini e ha espresso qualche opinione su calcio e sport
La corsa più folle del mondo
La corsa più folle del mondo
La Red Bull 400 ha un terreno di gara unico: i trampolini del salto con gli sci, da percorrere di corsa nel minor tempo possibile
"Pago il fisco ma non mi arrestate"
"Pago il fisco ma non mi arrestate"
Cristiano Ronaldo rischia la galera per evasione fiscale e si pente: "Pago tutto ma chiudete l'inchiesta della procura di Madrid". Scoperta un'evasione di 150 milioni di euro, attraverso una rete di società off-shore
CR7, un cartoon e un telefilm
CR7, un cartoon e un telefilm
La stella del Real Madrid sta lavorando intensamente a due progetti legati al suo nome, ormai un vero marchio di fabbrica dai fatturati stellari
Peter Norman, il terzo della foto
Peter Norman, il terzo della foto
A dodici anni dalla scomparsa, l’Australia riabilita e premia lo sprinter che nelle Olimpiadi del 1969 in Messico diede la sua solidarietà ai due colleghi Usa affiliati ai Black Panther. Pugno chiuso guantato di nero